A1 – È tempo di gara 3: San Martino di Lupari e Broni si giocano la semifinale

A1 – È tempo di gara 3: San Martino di Lupari e Broni si giocano la semifinale

Stasera in diretta su LBFTV.

di La Redazione

QUI SAN MARTINO – Ci si attende il pienone sabato sera al PalaLupe di via Leonardo da Vinci, per quella che sarà la partita decisiva tra Fila San Martino ed Elcos Broni. Gara3 dei quarti playoff, in programma alle 20.30, stabilirà chi delle due riuscirà a guadagnarsi un posto nelle semifinali scudetto insieme alle corazzate Schio, Venezia e Ragusa, e a conquistare quello che sarebbe un traguardo storico per entrambe le società. Due sfide non sono bastate per spezzare un equilibrio che in realtà dura sin da inizio stagione. Basti pensare che tra amichevoli, stagione regolare e playoff in questa stagione San Martino e Broni si sono affrontate cinque volte, e in ben tre di queste occasioni è finita con un solo punto di scarto. Il bilancio totale è di 3-2 per il Fila, e nelle due partite giocate nell’ultima settimana le giallonere sono rimaste avanti per oltre 44 minuti complessivi, contro i 35 delle avversarie. Ma la sostanza è che l’equilibrio regna sovrano in questa serie, e dopo gara1 e gara2 è lecito attendersi una battaglia tiratissima anche sabato sera. Lasciato alle spalle il k.o. di martedì in Lombardia, le Lupe vogliono far valere ancora una volta il fattore campo, che tante soddisfazioni ha regalato in questa stagione. Per farlo contano come sempre sul sostegno dei propri tifosi, chiamati in massa a sostenere la formazione giallonera.

QUI BRONI – Le parole di coach Alessandro Fontana: “Sono state finora due sfide molto equilibrate – spiega il coach – Lo sapevamo fin dall’amichevole che abbiamo giocato a settembre contro San Martino per ricordare il maestro Igino Montagna, per l’intensità mostrata dalle due squadre sembrava già una sfida da playoff. Si è visto in gara uno, e anche nella seconda sfida al PalaBrera. Loro sono una squadra eccezionale che anche fuori dai giochi riesce a trovare tiri importanti. Ma noi siamo vivi, adesso forse loro avranno un po’ di pressione perché dovranno difendere il fattore campo, mentre noi andremo là con tutto l’entusiasmo che ci portiamo dietro dopo la notte incredibile del PalaBrera”. Broni dovrà rimettere sul parquet la stessa cattiveria agonistica: “Non abbiamo mollato la preda, l’abbiamo azzannata, e quando abbiamo visto il sangue siamo stati degli squali”. Adesso si decide tutto: “Invito tutti a venire – conclude – sarà sabato sera, quindi mi auguro che ci sia un po’ di movimento per sostenerci. Se lo meritano le ragazze, cui devo fare un grande applauso, e tutti quelli che sono qua settimanalmente a darci una mano, lo meritano Fisiosport e Top che rimettono in piedi le acciaccate”

Gli Uff.Stampa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy