A1 F8 – Geas si prepara al derby contro Broni nei quarti di finale

A1 F8 – Geas si prepara al derby contro Broni nei quarti di finale

Sfida difficile in vista per la squadra di coach Zanotti.

di La Redazione

Sta per cominciare la trentaduesima edizione della coppa Italia di serie A1 e l’Allianz Geas è pronta e carica ai blocchi di partenza. Le otto squadre qualificate si affronteranno alle final eight del weekend lungo dell’1-2-3 marzo al PalaLupe di San Martino di Lupari. Le sestesi, inizialmente non qualificate poiché none ma “ripescate” dopo il ritiro di Napoli, inizieranno affrontando la Elcos Broni, venerdì alle ore 18.30.

Per Sesto le finals di coppa Italia sono un traguardo ricorrente negli ultimi 10 anni: nei quattro anni nella massima serie dopo la storica promozione del 2008 le rossonere sono approdate per tre volte alle finali, all’epoca a quattro squadre. Per non parlare della presenza fissa del club alle fasi finali di coppa Italia di serie A3 e di A2, raggiunte ad ogni stagione (dal 2012 al 2015 e dal 2016 al 2018). Nel palmarès dell’Allianz Geas figurano due coppe Italia: nella prima, vinta dal grande Geas nell’ambito del massimo campionato nel 1972-73, si registrò lo scarto maggiore di tutte le annate: 74-38 su Vicenza; inoltre in quella finali Mabel Bocchi firmò il record di punti, 26, da parte di una giocatrice italiana in coppa. Il secondo trofeo è quello di A2 vinto nel 2015. Il che fa del Geas l’unico club, insieme a Taranto, ad aver vinto la manifestazione in A1 e A2.

In quest’anno sportivo le sestesi hanno affrontato le pavesi già tre volte. Nella prima edizione della sfida le rossonere hanno fronteggiato Broni a settembre nella finale del torneo precampionato Pasquini di Crema: allora era stata Sesto ad alzare il trofeo dopo una vittoria al fotofinish (48-47) e l’allora neo-arrivata Sophie Brunner era stata premiata come Mvp della finale. Nel primo derby lombardo del campionato, giocato ad ottobre al Palaverde, le ragazze di coach Zanotti avevano dovuto cedere alle bronesi (64-57). Nella gara di ritorno, Sesto è riuscita a prendersi una bella rivincita, piegando le avversarie, che versavano in un gran periodo di forma ed erano reduci da un importante successo contro l’allora imbattuta Reyer Venezia, per 65-61. Venerdì andrà in onda la quarta puntata stagionale del derby: un’occasione da non perdere.

In campionato Broni ricopre la quarta posizione e ha ottenuto 12 vittorie e incassato 6 sconfitte. Tra le ragazze di coach Alessandro Fontana la top scorer è la pivot bosniaca naturalizzata serba Milic che sta correndo a 16.2 punti e 8.8 rimbalzi. L’ala statunitense Wojta si è rivelata una pedina fondamentale all’interno del gruppo: l’esterna del 1989, campionessa con Lucca nel 2017 e a Broni da due stagioni, unisce la vena realizzativa alla predisposizione a rimbalzo e alla capacità di facilitare di gioco e sta producendo 13.8 punti, 6.8 rimbalzi e 4.9 assist (seconda della Lega nella voce, dietro alla sola Milazzo di Torino che ne distribuisce in media 5,4). Top scorer tra le pavesi nella gara di ritorno contro Sesto con 17 punti, l’esterna Spreafico sta segnando 10.9 punti a partita.

Ecco gli incontri delle altre partecipanti alla competizione del weekend: Ragusa – Vigarano (ore 14); Schio – Lucca (ore 16.15); Venezia – San Martino di Lupari (ore 20.45). Ricordiamo che sarà possibile vedere in chiaro tutte le partite di coppa Italia sul canale streaming della Lega lbftv.it. Nelle due semifinali di sabato si affronteranno alle ore 18 la vincente tra Ragusa e Vigarano e quella tra Schio e Lucca, mentre alle 20.15 chi avrà la meglio nello scontro tra Venezia e San Martino e in quello tra Sesto e Broni. La finale tra le due vincitrici delle semifinali si giocherà domenica alle ore 18.

COACH ZANOTTI –  “Siamo qui da ‘ripescate’ dopo la defezione dal campionato di Napoli: il nostro obbiettivo è dimostrare quanto di buono fatto finora. È una buona occasione per far vedere che il percorso da noi compiuto è stato positivo e che abbiamo lavorato bene. Broni arriva alle final eight da quarta in classifica: noi non sentiamo particolarmente la tensione del derby, ma cercheremo di fare bene e di dar loro del filo da torcere”.

BEATRICE BARBERIS – “Sicuramente la coppa Italia per noi è una bella occasione per dimostrare di meritare la chiamata. Faremo di tutto per fare una buona partita: sappiamo che non sarà una gara facile, anzi, sarà una guerra dal primo all’ultimo minuto. Dovremo essere molto determinate e costantemente concentrate per provare a portare a casa il risultato”.

“Sarà una gara molto fisica e combattuta – dichiara Nazareno Lombardi, assistente di coach Zanotti sulla panchina sestese –, esattamente come i due incontri di campionato in cui alla fine ha prevalso il fattore campo ma che sono stati molto tesi. Broni gioca una pallacanestro di collettivo davvero buona e in questo sistema emergono anche alcune individualità. Wojta può giocare sia da 3 sia da 4 e sa attaccare con efficacia il ferro: in questa stagione inoltre sta tirando molto bene. Milic sa sempre far valere la propria fisicità nel pitturato, sia in attacco sia in difesa. Premasunac è una giocatrice capace di fare molte cose utili per la squadra. A queste si aggiunge un gruppo di italiane con punti nelle mani e qualità. Spreafico è molto pericolosa quando va in striscia, come è accaduto nel quarto quarto della sfida di ritorno in casa nostra. Bonasia e Togliani spingono molto per tenere i ritmi alti e sono anche in grado di segnare punti importanti”.

Ufficio stampa ALLIANZ GEAS

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy