A1 Femminile, Playoff – 2° giornata: Prove di forza di Umbertide e Schio

A1 Femminile, Playoff – 2° giornata: Prove di forza di Umbertide e Schio

Commenta per primo!

Officine Digitali Faenza 64-80 Famila Wuber Schio (15-24, 29-50, 44-68)
Altra prova di forza del Famila che supera brillantemente Faenza e vola in semifinale. Gara 2 è una fotocopia del primo atto: le romagnole, nella prima frazione, provano a rimanere a contatto (15-20) ma la forza della panchina scledense (Macchi su tutte) aumenta i ritmi e confeziona un parziale di 5-20 (20-40) che chiude match e serie. Adriana (20+9+6) e la solita Ervin (9+8) le più positive in casa faentina. Per il Famila ottima l’ex Erkic e sufficiente il rientro della generosa Nadalin (12+4). (SERIE 0-2)

MVP: Laura Macchi (11 punti, 7 rimbalzi, 3 falli subiti)

Umana Reyer Venezia 58-71 Liomatic Umbertide (16-22, 32-34, 40-55)
Vincono e convincono le umbre che espugnano il Taliercio di Mestre ed approdano in semifinale dove affronteranno il Famila Schio. Partenza sprint della Liomatic, arrivata in Laguna senza la fondamentale Robert, che con Drijaca e Stansbury al 4′ comanda già 4-.14. Reazione veemente delle locali: David sigla il vantaggio a metà della seconda frazione (24-22). Al 20′ però Umbertide comanda 29-34 grazie a Ballardini. Venezia nel terzo quarto diminuisce l’intensità difensiva e le umbre possono volare anche sul +19 (36-55) con Consolini e Jovanovic. (SERIE 0-2)

MVP: Francesca Zara (14 punti, 7 recuperi, 7 falli subiti, 4 assist, 4 rimbalzi)

Pool Comense 65-75 Bracco Geas S.S. Giovanni (21-13, 37-38, 52-53)
Niente da fare per Como che in casa si giocava il match-point per garantirsi la semifinale-scudetto. Il Geas di gara 2 è tutta un’altra cosa e trova in Haynie (13) e Zanoni (19), entrambe negative nella partita di Cinisello Balsamo, le maggiori ispiratrici del successo rossonero. E’ pensare che l’inizio faceva pensare ad un esito totalmente differente (Como anche sul +13). Zanoni e il lavoro di Ujhelyi e Zanon favoriscono il rientro del Geas. L’equlibrio permane fino al 38′ quando gli arbitri condannano Stabile per simulazione. Dalla lunetta S.S. Giovanni chiude la partita. Spiacevoli durante la partita i cori razzisti rivolti a Wabara, peraltro risultata determinante nella vittoria del Geas. (SERIE 1-1)
 
MVP: Abyola Wabara (15 punti, 6 rimbalzi, 5 falli subiti).

Erg Priolo 71-72 Cras Taranto (17-19, 39-37, 52-52)
A fatica Taranto supera Priolo e giunge al penultimo atto del torneo dove affronterà la vincente tra Como e S.S. Giovanni. 40′ di battaglia e di grande intensità non sono bastate alle siciliane che hanno dovuto cedere solo al fotofinish. Decisiva la difesa tarantina nei momenti-chiave della partita con palloni recuperati ed un ottimo lavoro sulle imprevedibili Eric e Cirov. Importanti anche le fiammate della ritrovata Michelle Greco nell’ultimo quarto di gioco. A Priolo non bastano le prestazioni di Spencer (22) e Pascalau (14+7). (SERIE 0-2)

MVP: Sophia Young (15 punti, 6 recuperi, 4 rimbalzi, 3 falli subiti)

Playout – Risultati della seconda giornata

 

GMA Pozzuoli 59– 61 Lavezzini Parma (0-2)
Job Gate Napoli 66–54 Agos Ducato Lucca (1-1).

Si salva Parma. Pozzuoli incontrerà nello spareggio per la permanenza in A1 la perdente tra Napoli e Lucca.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy