A1 – Gesam Gas, un tornado su Battipaglia: 80-51

A1 – Gesam Gas, un tornado su Battipaglia: 80-51

Commenta per primo!

C’è il timbro di due azzurre, Martina Crippa e Francesca Dotto, sul quarto successo di fila di Gesam Gas&Luce Lucca che travolge 80-51 il Convergenze Givova Battipaglia.

Dotto fa il diavolo a quattro nel primo quarto, sostenuta da tutta la squadra, mette 8 punti con 2 recuperi e 2 assist ma soprattutto scaraventa sul parquet un’energia e una pressione contagiosa, che stordisce le avversarie. E in effetti nei primi 10 minuti Battipaglia fa la figura della comparsa: Le Mura è sempre prima su tutti i palloni, attacca ogni giocatrice in possesso di palla, tira con il 78% da 2 e costringe le campane a 12 palle perse. Uno spettacolo di basket con la ciliegina di un canestro di mano sinistra di Kayla Pedersen che manda in visibilio i mille del Palatagliate.

Davvero una squadra che gioca un basket a ritmi elevati, con grandissima intensità quella di Diamanti contro cui Battipaglia sembra non trovare le contromisure.

Nel secondo quarto Gesam non riesce a controllare il ritmo della partita, a gestire i 25 punti di vantaggio del primo quarto. Continua a giocare con la stessa frenesia ma con meno precisione e Battipaglia con i punti di Treffers e Orazzo torna a -10 con la palla in mano. Ma a rimettere subito le cose a posto per Lucca ci pensa Crippa, prima una tripla poi due liberi per il nuovo allungo. Che diventa abissale quando dopo l’intervallo lungo la capitana biancorossa mette 7 punti di fila per il 54-34. Ormai Gesam ha ripreso in mano s. aldamente le redini del match e l’ultimo quarto si gioca per regolamento, con in campo tutta la panchina e con il canestro dalla lunetta (primo in A1) di Letizia Gaeta, tornata a giocare davanti al suo pubblico (dopo l’esordio a Vigarano) dopo un lungo infortunio.

Per Le Mura oltre a Crippa (33 di valutazione) e Dotto (25) da segnalare le 7 palle recuperate da Harmon, nell’occasione meno efficace al tiro. In doppia cifra anche Pedersen, con 12 punti, anche se l’americana ha sbagliato troppo al tiro,

Battipaglia è stata investita da un tornado, ha cercato di riprendersi ma ha dovuto arrendersi allo strapotere di Gesam. L’impressione però è che la squadra di coach Riga sia destinata a crescere, con le giovani italiane Orazzo e Tagliamento e con le lunghe Treffers e Gray, sicuramente in grado di farsi valere sotto i tabelloni.

Alla fine il coach di casa Mirco Diamanti è visibilmente soddisfatto anche se le sue prime parole sottolineano che cosa non è andato: “Nel secondo quarto non siamo riusciti a controllare il ritmo della partita, a gestirla bene, cosa che invece abbiamo ripreso a fare nel secondo tempo. Siamo partiti molto forte riuscendo a prendere un bel vantaggio e mi è piaciuta l’intensità che la squadra ha messo sul parquet. E questa volta abbiamo trovato tanti punti da Crippa, dopo che a Vigarano era stata Harmon a segnare molto. Bene così, vuol dire che abbiamo tante frecce al nostro arco”.

Il tabellino:

Gesam Gas-Convergenze Battipaglia: 80-51 (33-8; 47-32; 69-41)

Gesam Gas Lucca: Viale , Diene , Templari 4, Dotto 17, Wojta 8, Reggiani 5, Harmon 8, Crippa 25, Gaeta 1, Mandroni , Pedersen 12, Gatti . All. Diamanti

Convergenze: Trimboli 2, Orazzo 8, Tagliamento 9, Bonasia ne, Treffers 14, Russo 2, Gray 12, Andrè , Zanoguera 4, Costa. All. Riga

Arbitri: Terranova Francesco (FE), Restuccia Veronica (BO), Saraceni Alessandro (BO)

Fotogallery a cura di Roberto Liberi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy