A1 – Harmon spettacolo, Lucca festeggia il primato

A1 – Harmon spettacolo, Lucca festeggia il primato

Il Cus Cagliari regge un quarto, poi Le Mura s’invola grazie ai canestri della numero 12 e conquista il primo posto al termine della regular season.

Commenta per primo!

Finisce in festa, come era stato facile prevedere alla vigilia del campionato. Prahalis e l’ex Milic non bastano al Cus Cagliari (che lascia l’A1) per contrastare Gesam Gas&Luce Le Mura Lucca, che vince in scioltezza la partita e conquista il primo posto al termine della regular season. Un  obiettivo di grande valore simbolico (oltre che concreto, dato che garantisce il fattore campo in tutte le serie playoff)  per una squadra che non è certo la più attrezzata, la più ricca di talento, ma che ha dimostrato in 26 giornate di essere un gruppo vero, in grado di esprimere a tratti il miglior basket della categoria.

Fa festa il Basket Le Mura e per chi ha vissuto da vicino gli ultimi 11 anni della storia di questo club, passato dalla B regionale ai massimi livelli della pallacanestro rosa, si tratta di un traguardo davvero importante, il frutto di un metodo di lavoro portato a Lucca dal coach Mirco Diamanti e dal suo staff e calato in una realtà che il presidente Rodolfo Cavallo e i dirigenti hanno saputo mantenere viva e vitale.

Ma una larga parte del merito di questo risultato va ovviamente alla squadra, che ha saputo essere tale. Una squadra senza stelle, ma con giocatrici pronte a mettersi l’una al servizio dell’altra. Jillian Harmon, protagonista di un’altra prestazione da incorniciare, l’ennesima della stagione, e che potrebbe decidere di restare a Lucca anche il prossimo anno, poteva firmare il record dei punti in una partita per una giocatrice del Basket Le Mura, poteva superare quota 33. Quando Diamanti l’ha rimandata in campo a 5′ dalla fine dell’ultimo quarto, con 31 punti già segnati, dopo una lunga sosta in panchina, Harmon ha però cercato di mandare a canestro le compagne più giovani, le ragazze – Gaeta, Viale e Mandroni . che hanno lavorato come tutte le altre ma che hanno dovuto giocoforza accontentarsi di briciole, di pochi secondi. Non si è preoccupata tanto di provare gli ultimi tiri, quelli che le avrebbero potuto garantire il record. “Sarà per un’altra volta, magari nei playoff”, dirà la numero 12 del Basket Le Mura a fine gara. Ecco, l’esempio è illuminante dello spirito Le Mura.

Sulla partita non c’è molto da dire. Le Mura parte forse un po’ contratto, ci mette più del previsto a sciogliersi, nonostante Harmon  vada a canestro a ripetizione, e il Cus resta attaccato per il primo quarto, chiuso 23-19. Nel secondo tempino continua lo show di Harmon, che raggiunge quota 22 punti dopo 15′, andando subito dopo in panchina per il secondo fallo. 33-23 e partita virtualmente chiusa, con Lucca che prende il largo e si prepara per la festa finale.

Coach Diamanti, che sabato ha festeggiato 61 anni (la squadra gli ha regalato una felpa), e che da 10 siede su questa panchina, dice: “Abbiamo raggiunto un risultato straordinario che la squadra ha meritato sul campo. Abbiamo vinto 23 delle 26 partite di campionato facendo leva su un organico limitato e riuscendo a mandare sempre in campo le giocatrici e per questo devo ringraziare il mio staff. Leggo che tutti vogliono giocare contro di noi ai playoff, può essere un ragionamento legittimo che però ci stimolerà a tentare di arrivare fino alla fine”.

Il tabellino:

Gesam Gas&Luce Le Mura Lucca – Cus Cagliari 82-55 (23-19; 48-29; 72-43)

Gesam Gas&Luce: Viale , Templari 4, Dotto 10 , Wojta 6, Reggiani 2, Harmon 31, Crippa 7, Gaeta 2, Laterza 4, Mandroni , Pedersen 12, Gatti 4. All. Diamanti.

Cus Cagliari: Zucca , Benic 4, Scano ne, Milic 20, Arioli , Gagliano 4, Chesta 4, Trudu ne, Prahalis 23, Gombac. All. Restivo

Arbitri: Bianchini (FI), Del Monaco (CE), Restuccia (BO)

Fotogallery a cura di Roberto Liberi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy