A1 – Il Fila San Martino si aggiudica il primo Memorial Igino Montagna espugnando Broni

A1 – Il Fila San Martino si aggiudica il primo Memorial Igino Montagna espugnando Broni

BRONI-SAN MARTINO LUPARI 70-72

di La Redazione

BRONI-SAN MARTINO LUPARI 70-72

ELCOS BRONI: Spreafico 11, A. Togliani 1, Moroni 6, Pavia, Bonasia 8, Wojta 6, Milic 22, Castello 3, Premasunac 7, Gatti 6. All. Alessandro Fontana

FILA SAN MARTINO: C. Dotto 14, Webb 18, Fietta, Tonello, Meroi, Keys 10, Profaiser, Marshall 22, Tognalini 2, Sandri 5. All. Gianluca Abignente

ARBITRI: Matteo Lucotti di Binasco e Omar Baroni di Melegnano
NOTE: primo tempo 36-27 (quarti 15-12, 21-15, 17-23, 17-22). Al 30’ 53-50

BRONI Elcos Broni sconfitta di misura (70-72) nel memorial Igino Montagna dalla Fila San Martino, al termine di una partita intesa tra due squadre che saranno avversarie in campionato. Nel primo tempo sono protagoniste le difese che concedono pochissimo ai rispetti attacchi. La Elcos Broni, come chiesto da coach Alessandro Fontana, non fa sconti, mettendo in campo molta aggressività, esattamente come sabato scorso contro Castelnuovo. Tuttavia le oltrepadane a metà dei primi due quarti hanno esaurito il bonus di falli, permettendo alle Lupe di andare in lunetta, rimanendo così in scia a Broni. Se la Fila ha piazzato un parziale di 7-0 alla fine del primo quarto, la Elcos ha risposto con un 13-0 proprio alla fine dei primi 20 minuti di gioco. Le venete si sono affidate alle conclusioni da fuori di Webb e Marshall, oltre alla buona verve di Caterina Dotto sotto canestro; mentre dall’altra parte le padrone di casa hanno avuto una prova sicuramente convincente di Nikolina Milic (10 punti per lei nel primo tempo), capace di fare valere la sua stazza e la sua mobilità anche spalle a canestro: la serba ha dimostrato di poter dire ancora la sua nel nostro campionato, perché quando non vedeva lo spiraglio giusto, forniva buoni passaggi alle altre lunghe, Gatti e Premasunac. Un parziale costruito anche con una Bonasia già in formato campionato. In avvio di ripresa Wojta regala con una bomba il massimo vantaggio +12 (40-28) ma la Elcos va in black out: con Dotto e le due americane, la Fila ricuce lo strappo (40-40 al 23’). Da lì in avanti il test viaggia sui binari dell’equilibrio, seppur con qualche errore dovuto alla stanchezza. A 21 secondi dalla sirena Milic porta avanti Broni (70-69) ma una bomba di Webb ribalta la situazione. Vince San Martino 72-70. La partita ha strappato gli applausi degli oltre 300 tifosi accorsi al PalaBrera per ricordare il papà del basket bronese e dare il loro contributo a favore della Caritas di Genova per gli sfollati del ponte Morandi. Raccolti 1.810, grazie alla generosità del pubblico presente.

Uff.Stampa Elcos Broni

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy