A1- Il Geas regge due quarti, poi sprofonda a San Martino di Lupari

A1- Il Geas regge due quarti, poi sprofonda a San Martino di Lupari

Due quarti buoni non bastano alle lombarde, nella ripresa è monologo per San Martino di Lupari

Commenta per primo!

MI0A6489Fila San Martino – Geas Sesto San Giovanni 91 – 66 (22-21, 41-38, 68-53)

FILA SAN MARTINO: Filippi M. 11 (2/2, 1/6), Favento S. 18 (2/4, 4/8), Tonello M. NE , Amabiglia C. 3 (1/1), Fassina M. , Bailey J. 14 (4/8, 1/1), Beraldo F. , Pascalau F. 8 (3/7), Gianolla A. 11 (3/4, 1/3), Sbrissa M. 6 (3/4), Fabbri V. 6 (3/6), Davis J. 14 (4/7, 0/1), All. Abignente Gianluca

GEAS SESTO SAN GIOVANNI: Arturi G. 5 (1/6, 1/2), Correal E. 13 (4/11), Kacerik M. 7 (2/3, 1/3), Brown A. 19 (2/7, 4/4), Madonna T. 2 (1/1, 0/2), Gambarini F. NE , Mazzoleni E. 2 , Barberis B. 3 (1/2), Bonomi B. (0/1), Mandache A. 11 (4/13, 1/1), Ercoli E. 4 (1/3), All. Zanotti Cinzia

ARBITRI:Chiara Maschietto, Silvia Marziali, Daniela Bellamio
NOTE: uscite per 5 falli Correal Emily Rose Fila San Martino tiri da due 24/42 (57,1%), tiri da tre 8/20 (40%), tiri liberi 19/27 (70,4%), rimbalzi dif. 27, off 15, palle perse 19, rec. 23. Geas Sesto San Giovanni tiri da due 16/47 (34%), tiri da tre 7/12 (58,3%), tiri liberi 13/19 (68,4%), rimbalzi dif. 20, off 11, palle perse 23, rec. 19.

Il Fila torna alla vittoria di fronte al pubblico amico, e lo fa con una prestazione di grande efficacia offensiva: i 91 punti realizzati contro il Geas rappresentano il record stagionale di segnature per le giallonere. Non è stata una partita facile, solo nel secondo tempo una buona prova di squadra (5 giocatrici in doppia cifra, 127 di valutazione totale) ha permesso alle Lupe di distanziare le avversarie e andarsi a prendere i due punti.

1° QUARTO. Inaugura le marcature Mandache in rovesciata, ma dall’altra parte risponde subito Bailey con la prima tripla di serata. La imita poco dopo Favento, e poi con il contropiede di Sbrissa San Martino trova il +4 (11-7 al 3′). I ritmi sono subito pimpanti, e a confermare che l’attacco di casa è ispirato ci pensano Bailey e Pascalau, per il 18-13 dopo appena 6′. Sul 22-15 Favento potrebbe realizzare in contropiede il +9, invece scivola e concede la ripartenza alle ospiti, che vanno a chiudere il primo quarto con un mini-break di 6-0 per il -1: 22-21.

2° QUARTO. La bomba di Brown permette al Geas di impattare a quota 24, e poi dalla lunetta c’è anche il sorpasso di Barberis. La risposta del Fila non si fa attendere: Gianolla ruba e lancia Davis per un 2+1 in contropiede (27-25). L’americana è in ritmo e va a bersaglio dalla media, prima di un nuovo gioco da tre punti di Pascalau che in un attimo restituisce il +7 a San Martino (32-25 al 23′). Tuttavia non è ancora il momento della fuga, infatti l’incontro procede a elastico: il Fila perde troppi palloni ingenui, e Brown da fuori restituisce il -1 (34-33). I rimbalzi in attacco di Bailey (già a quota 9 carambole a metà gara) sono però utilissimi a garantire preziosi extra possessi alle giallonere, che al riposo lungo si presentano avanti di 3 lunghezze sul 41-38.

3° QUARTO. L’ex dell’incontro Correal firma subito il -1 subendo anche fallo, ma non converte il libero aggiuntivo e dall’altra parte Favento replica con 5 punti consecutivi. Bailey intanto è già in doppia doppia (chiuderà con 14 punti e ben 16 rimbalzi), e quando ancora Favento va a bersaglio da dietro l’arco il Fila ha per la prima volta un vantaggio in doppia cifra (53-42 al 24′). Filippi trasforma il suo stesso errore da fuori in un bel canestro in entrata, e poi è sempre una Favento “on fire” (13 punti nel terzo periodo con 3 su 4 da tre) a realizzare dall’angolo la bomba del +15 (60-45 al 26′). Gianolla intanto dispensa assist a ripetizione, ed è Fabbri a realizzare da sotto il +21 (69-48 al 29′).

4° QUARTO. La gara è ormai in discesa per le giallonere, che dopo i 30 punti segnati nel terzo periodo non sembrano volersi fermare. Gianolla supera la doppia cifra fermandosi a un solo assist dalla doppia doppia (con l’aggiunta di 6 recuperi), e nel quintetto che chiude la partita ci sono in campo tre ragazze fra i 16 e i 17 anni: Beraldo, Fassina e Amabiglia. È proprio quest’ultima a realizzare la bomba che permette alle Lupe di superare quota 90, e fa esplodere la gioia del palazzetto.

Uff.Stampa Fila San Martino di Lupari

Fotogallery a cura di Carlo Silvestri

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy