A1- Il Geas trova il primo successo interno stagionale: Vigarano al tappeto

A1- Il Geas trova il primo successo interno stagionale: Vigarano al tappeto

Un Geas tanto confusionario nei primi venti minuti quanto concreto e letale nell’ultimo periodo fa sua la sfida salvezza contro Vigarano regalandosi un Natale a pieni sorrisi visto il raggiungimento dei sei punti in classifica, due in più della coppia Vigarano-Orvieto, ferma a quota quattro, agganciando inoltre Cagliari e Torino. Ad oggi sarebbe quindi salvezza per la squadra lombarda, capace di fare il bis dopo aver espugnato Umbertide settimana scorsa. Lo fa grazie a una prestazione maiuscola di Martina Kacerik (13pt+4 recuperi), decisiva su entrambi i lati del campo. Con lei menzione speciale va alla top scorer delle padrone di casa Madonna (17, con 3/3 dall’arco), a cui si aggiungono la doppie cifra di Barberis (14), Mandache (12) e Brown (10). A Vigarano non basta l’ottima prova di Orrange (20) e la doppia doppia di Ostarello (19+13). Geas: Arturi-Brown-Kacerik Barberis–Mandache Vigarano: D’Alie – Orrange – Crudo – Tognalini- Ostarello SUPER ORRANGE, VIGARANO AVANTI- Avvio a ritmi altissimi su entrambi i lati del campo: apre D’Alie, replica Barberis, ma è la prima tripla di Crudo seguita dal canestro di Orrange ben servita da Ostarello, a scrivere il 4-7 iniziale. Il Geas però risponde con l’asse Mandache-Brown: la prima impatta dall’angolo, la seconda mette il piazzato del sorpasso. Zanotti mischia le carte inserendo prima Madonna e poi Ercoli, ma l’equilibrio non cambia con Mandache da una parte e Orrange dall’altra, a segno per il 12-15. La neo entrata Vian sigla il più cinque, ma Madonna dalla lunga distanza tiene incollate le lombarde sul meno due. L’ultimo acuto lo piazza Ercoli, firmando il pareggio a quota 17 dopo dieci minuti di gioco. Vigarano parte subito forte, con due contropiedi vincenti ben sfruttati da Orrange. Madonna interrompe il break sfavorevole colpendo ancora da tre, ma D’Alie la imita prontamente, realizzando il 20-24. Kacerik sale in cattedra nel momento migliore con la bomba del sorpasso ma è con la coppia Barberis-Arturi che le padrone di casa trovano il primo allungo volando sul più cinque (29-24), sfruttando anche il netto antisportivo fischiato a Vian. Crudo riavvicina le proprie compagne, ma è una Brown scatenata a ridare ossigeno al Geas con sei punti consecutivi per il 35-27. Vigarano però brava a rientrare prima e andare avanti poi: segna Capoferri, tripla di Orrange, 1/2 di Ostarello in lunetta e tripla sul rimbalzo ancora di Orrange, per il clamoroso sorpasso ospite sul 35-36 con cui vanno al riposo le due compagini. KACERIK E MADONNA, IL GEAS STRAPPA LA SFIDA SALVEZZA- Il 2+1 di Tognalini riapre la contesa tra le due compagini. Mandache torna a bucare la retina, Kacerick da sotto non sbaglia la penetrazione, scrivendo il 39-39 dopo due giri di lancette. Il copione è però sempre lo stesso con le due formazioni a rispondersi colpo su colpo: a Ostarello replica da tre punti Arturi, poi è Kacerik a prendersi gli applausi del pubblico sugli spalti, trovando il 45-43. Tognalini in mischia trova il fondo della retina, ma è ancora equilibrio sul parquet, con Orrange che insacca il 49-49. Barberis rimette davanti la formazione di Zanotti con una gran tripla, ma è Madonna sempre dalla lunga distanza a firmare il più quattro sul tabellone di gioco con la terza frazione che si conclude sul 55-51. Botta e risposta tra Tognalini e Arturi ad aprire l’ultimo periodo, ma è il piazzato di Mandache seguito dalla bomba di una gasatissima Kacerik, a valere il massimo allungo sul 63-53 obbligando Savini al minuto di sospensione. Kacerik continua nel suo show offensivo con un 2/2 dalla linea della carità, mentre Vigarano non riesce più ad attaccare e Madonna con un facile contropiede non può fallire il 67-53.  A interrompere il digiuno delle emiliane arriva il canestro di Ostarello, ma l’inerzia è tutta di Sesto che con Barberis vola via ancora sul più quattordici. Il 71-61 di Ostarello a meno di tre minuti dal termine sa di ultimo tentativo di rientro, ma il pronto timeout chiamato da coach Zanotti seguito dalla tabellata di Barberis mandano di fatto i titoli di coda sulla gara (74-61 a 1’20’’ dal termine). Il finale recita 78-63. MVP BASKETINSIDE.COM: Kacerik Geas Sesto San Giovanni – Meccanica Nova Vigarano 78 – 63 (17-17, 35-36, 55-51) GEAS SESTO SAN GIOVANNI: Arturi G. 10 (1/2, 2/4), Oggioni C. NE , Kacerik M. 13 (1/3, 3/5), Galli F. , Grassia V. , Brown A. 10 (4/10, 0/6), Madonna T. 17 (3/5, 3/3), Gambarini F. NE , Barberis B. 14 (4/9, 2/2), Bonomi B. NE , Mandache A. 12 (3/12, 1/2), Ercoli E. 2 (1/4), All. Zanotti Cinzia MECCANICA NOVA VIGARANO: Vespignani S. , Capoferri M. 2 (1/1, 0/2), Ciarciaglini S. NE , Nicolodi G. NE , Tognalini F. 7 (3/6, 0/2), Crudo S. 6 (0/3, 2/3), D’alie R. 7 (1/5, 1/2), Cigliani I. (0/2), Rosier J. NE , Vian G. 2 (1/2), Ostarello S. 19 (8/11, 0/2), Orrange A. 20 (6/11, 2/3), All. Savini Marco ARBITRI:Angelo Bramante, Luca Maffei, Giacomo Dori NOTE: Geas Sesto San Giovanni tiri da due 17/45 (37,8%), tiri da tre 11/22 (50%), tiri liberi 11/14 (78,6%), rimbalzi dif. 19, off 13, palle perse 12, rec. 27. Meccanica Nova Vigarano tiri da due 20/39 (51,3%), tiri da tre 5/16 (31,3%), tiri liberi 8/13 (61,5%), rimbalzi dif. 28, off 13, palle perse 25, rec. 14.

Fotogallery a cura di Claudio Degaspari-Alessandro Vezzoli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy