A1 – La Reyer consolida la vetta: Umbertide strapazzata

A1 – La Reyer consolida la vetta: Umbertide strapazzata

Netto successo per le oro granata.

Commenta per primo!

Umana Reyer Venezia-Pallacanestro Umbertide 63-43

Umana Reyer: Micovic 6, Melchiori 4, Carangelo 7, Sandri 8, Cubaj, Ruzickova 8, Dotto 9, Madera 3, Togliani A. 2, Fontenette 7, Walker 7, Favento 2. All. Liberalotto.
Umbertide: Giudice 2, Cabrini, Dell’Olio 8, Moroni 3, Conti, Milazzo 11, Clark 5, Paolocci, Fusco, Brown ne, Mancinelli 2, Mallard 12. All. Serventi.

Con una grande prova difensiva di squadra, l’Umana Reyer batte nettamente (63-43) Umbertide, dando ampio spazio (e ottenendo ottime risposte) anche alle ragazze più giovani e confermandosi in testa alla classifica di A1. L’avvio vede parecchi errori su entrambi i fronti, con le orogranata (che presentano in quintetto Dotto, Fontenette, Favento, Sandri e Ruzickova) comunque avanti 7-0 a metà quarto grazie a Ruzickova, una tripla di Sandri e Dotto. Umbertide, una volta sbloccato il punteggio, riesce però a infilare un break di 2-12 in 3’30”, trascinata da Mallard fino al 9-12. Ruzickova e Carangelo, comunque, nell’ultimo minuto riportano avanti l’Umana Reyer: 13-12.
La squadra di coach Liberalotto rientra in campo dall’intervallo corto con molta più determinazione, che si traduce in un’ottima difesa (ben due volte Umbertide commette infrazione di 24”) e in un parziale di 15-0 che permette di doppiare le avversarie (24-12) al 14′. Le umbre si riavvicinano fino a -7 (26-19) al 16’30” con un minibreak di 0-5, anche se cinque punti di Sandri e la tripla di Micovic sulla sirena danno all’Umana Reyer il massimo vantaggio all’intervallo lungo: 34-20.

Il parziale orogranata continua anche nel secondo tempo, grazie alla difesa aggressiva portata sulle costruttrici di gioco umbre, e, con un break di 12-1, Fontenette sigla il +18 (38-20) al 21’30”. Umbertide prova a contenere con la zona, ma non si avvicina mai più di tanto nel punteggio, così la nuova accelerata dell’Umana Reyer nel finale di quarto vale il nuovo massimo margine, +22, trovato due volte da Ruzickova, la seconda sulla sirena dell’ultima pausa, per il 51-29.

La partita è ormai decisa ed entrambi gli allenatori decidono di concedere ampio spazio anche alle più giovani a referto. Oltre a Cubaj, Liberalotto impiega a lungo anche Anna Togliani (che trova dalla lunetta, al 36’30”, i due punti personali) e poi, nella seconda metà di quarto, inserisce pure Madera, che trova il canestro più fallo del 63-42 a 37” dalla sirena finale.

Uff.Stampa Reyer Venezia

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy