A1- La Reyer Venezia stende Napoli e si conferma al secondo posto

A1- La Reyer Venezia stende Napoli e si conferma al secondo posto

Contro un’ostica Saces Napoli, l’Umana Reyer porta a casa, con il 67-61 finale, due punti preziosi, che le permettono di restare in corsa per il secondo posto in vista del derby di Schio che chiuderà la regular season.

Commenta per primo!

Umana Reyer Venezia – Saces Napoli 67-61
Parziali: 11-17; 32-28; 52-48

Umana Reyer: Micovic 4, Melchiori, Carangelo 13, Sandri 2, Cubaj ne, Ruzickova 12, Dotto 2, A. Togliani ne, G. Togliani ne, Fontenette 15, Walker 19, Favento ne. All. Liberalotto.
Saces Mapei Givova Dike: Pastore, Cinili 8, Carta 2, Chesta 3, Gonzalez 4, Dentamaro ne, Sorrentino ne, Gray 23, Gemelos 13, Plaisance 8. All. Molino.

Contro un’ostica Saces Napoli, l’Umana Reyer porta a casa, con il 67-61 finale, due punti preziosi, che le permettono di restare in corsa per il secondo posto in vista del derby di Schio che chiuderà la regular season. Il primo canestro del match è di Carangelo, poi le orogranata faticano in attacco e restano in partita grazie ad una buona difesa, che limita Napoli a 7 punti in 3′. Ancora la capitana torna a muovere il punteggio dopo 4′ (5-7 al 4’30”) e l’Umana Reyer impatta a quota 11 con i liberi di Ruzickova al 7′. Anche nel finale di quarto, però, si segna poco, e così le triple di Gray e Gemelos consentono alle ospiti di andare al primo intervallo avanti 11-17.
Napoli allunga sul +10 (13-23 all’11’30”) in avvio di secondo quarto, ma le orogranata, che continuano a difendere forte, oltretutto senza spendere falli, provocano ben 15 palle perse alle avversarie e iniziano a muovere meglio anche la palla in attacco, con Ruzickova che, una volta sbloccatasi, diventa la principale trascinatrice nel break di 11-0 che vale il sorpasso (26-25) al 16′ sull’antisportivo di Gray. Cinili, dopo oltre 6′, sblocca l’attacco napoletano (26-27 al 18’30”), ma Micovic, Carangelo e Ruzickova firmano nel finale il massimo vantaggio orogranata (32-27), con Gonzalez che fa 1/2 dalla lunetta a tempo scaduto sul fallo di Carangelo ed è così 32-28 all’intervallo lungo.

Le squadre crescono in attacco anche nel terzo quarto, che vede le orogranata allungare, con la buona circolazione di palla, fino al 42-33 al 24′, sulla tripla di Walker, la più ispirata tra le ragazze di Liberalotto nel periodo. Sei punti consecutivi di Plaisance riavvicinano Napoli sul 44-41 al 25’30” e, in una fase caratterizzata da diversi canestri da tre punti, la tripla di Gonzalez dà il 46-44 al 26′. Sono proprio due bombe di Walker a riallargare il margine per le orogranata sul 52-47 al 28’30”, con Gray che poi chiude il quarto dalla lunetta sul 52-48. L’ultimo periodo si apre con il sorpasso napoletano (52-53) al 31’30”, a cui l’Umana Reyer risponde con un break di 7-0 firmato da Dotto e Fontenette (tripla più liberi per la numero 33) e, al 34′, è 57-53. Ma Napoli non si arrende e Gray trascina la Sapes al controsorpasso (59-61) al 37′ con uno 0-8. Walker sblocca l’Umana Reyer in attacco dopo 4’30” impattando a quota 61 a -1’21” e, dopo una serie di errori su entrambi i fronti, il canestro del 63-61 è di Fontenette a -26”. Dopo il time out ospite, Ruzickova riesce a contenere bene su Gray, poi la precisione ai liberi di Micovic e Carangelo, sul fallo sistematico della Saces, chiude il match sul 67-61.

Uff.Stampa Reyer Venezia

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy