A1 – Le Mura contro Torino, Crippa: “Siamo pronte”

A1 – Le Mura contro Torino, Crippa: “Siamo pronte”

“Il primo posto nella regular season non ci basta. Vogliamo vincere per arrivare più avanti possibile”, dice il capitano di Lucca, destinata a restare in biancorosso anche nella prossima stagione

Commenta per primo!

Serenità. E’ la parola che ripete più volte Martina Crippa, quella che esprime nel migliore dei modi lo stato d’animo con cui il Basket Le Mura Gesam Gas&Luce si appresta ad affrontare la Fixi Piramis Torino in garauno dei quarti dei playoff. Serenità e determinazione, voglia di vincere, perché la compagine biancorossa non intende fermarsi. Non le basta il primo posto al termine della regular season, vuole andare più avanti possibile, magari tornare a giocare la finale scudetto,. come già avvenne nel 2013.

Ma per questo c’è tempo. Le Mura fa un passo alla volta è il prossimo avversario si chiama Torino. “Contro di loro – dice Crippa – abbiamo giocato forse le due più brutte partite del nostro campionato. All’andata a Moncalieri vincemmo 39-60 solo grazie a un ottimo ultimo quarto, al ritorno partimmo male, fu una prova sottotono, ma riuscimmo comunque a chiudere 61-47”.

Dopo garauno degli ottavi, e la larga vittoria di Napoli a Moncalieri, Le Mura pensava di trovarsi di fronte il team di Ricchini. Invece…

“Invece Torino è stata brava a non demordere – spiega la capitana di Lucca – e ha saputo ribaltare il risultato. E questo ci mette ancora più in guardia, al di là del fatto che siamo consapevoli che nei playoff si riparte da zero e può succedere di tutto”.

Già, Le Mura parte con il favore del pronostico e la pressione sulle spalle; Torino potrà giocare sulle ali dell’entusiasmo e con più leggerezza.

“La Fixi è una buona squadra – dice la numero 14 del Basket Le Mura – e penso che avrebbe meritato una posizione migliore in campionato. Hanno brave italiane e straniere interessanti, a noi ha sempre creato difficoltà. La pressione però non ci spaventa, abbiamo dimostrato maturità e siamo pronte”.

Crippa affronta i playoff con una motivazione in più: “Il mio campionato è stato caratterizzato da troppi alti e bassi, avrei voluto essere più continua per aiutare maggiormente la squadra. Adesso ho l’occasione per farlo e non voglio perderla”.

Che voto darebbe alla sua squadra fino a oggi? “Un voto che non c’è – risponde Crippa – l’infinito. Questo è un gruppo che ha dimostrato grande cuore, grande spirito, unico”.

Martina pensa già al suo futuro? “Per ora penso ai playoff, con Le Mura c’è una opzione per il prossimo anno”, dice con un sorriso che lascia capire che ci sono tutti i presupposti per continuare a vestire questa maglia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy