A1 – Le Mura Lucca, due punti per il primato

A1 – Le Mura Lucca, due punti per il primato

Contro Cagliari il team di Mirco Diamanti cerca il successo che significa primo posto al termine della regular season. Ecco perché la squadra in caso di vittoria è pronta a festeggiare

Commenta per primo!

C’è un traguardo da raggiungere per il Basket Le Mura Lucca nella partita di domenica 10 aprile contro il Cus Cagliari. C’è da coronare una grande stagione con la conquista del primo posto nella regular season di A1, mai centrato dal team biancorosso nella sua giovane storia. Un obiettivo che non regala scudetti o trofei ma che è particolarmente importante per Le Mura, non solo perchè vale la garanzia del fattore campo in tutte le eventuali serie playoff, ma per il suo significato.

Non si vince nulla per caso. Se domani dovesse arrivare la vittoria numero 23 in 26 partite, sarebbe il sigillo a un ottimo campionato da parte di una squadra che non è certo la più forte in assoluto, la più attrezzata, la più ricca di talento tecnico, ma che ha saputo interpretare ogni gara nel modo migliore, con l’approccio giusto, ha saputo soffrire nei momenti difficili, ha fatto gruppo, ha visto le giocatrici aiutarsi l’un l’altra, ha vissuto tutte le sedute di allenamento con la consapevolezza che è proprio attraverso l’impegno quotidiano che si costruiscono i risultati da parte di chi non ha la stessa caratura di altre compagini.

Ecco perché il Basket Le Mura ha tutto il diritto di festeggiare, se domani battendo Cagliari centrerà il traguardo che pure non assegna scudetti o coppe. Lo può fare perché è consapevole della sua dimensione, del suo ruolo, ma anche di tutti i sacrifici che ha fatto per arrivare fino a questo punto. E sarà una festa, se festa sarà, che coinvolgerà anche staff tecnico e dirigenza, oltre ai tifosi, perchè sono stati loro, gli allenatori, i dirigenti attuali e quelli che li hanno proceduti, a costruire questo piccolo miracolo, questa squadra messa insieme – non è una novità, ma vale la pena ricordarlo – con un budget che altrove basta appena per pagare due straniere.

Finora in questa stagione il Basket Le Mura ha sempre dato prova di maturità, ha sempre approcciato nel modo giusto le partite e lo dimostra il fatto che non ha avuto battute a vuoto con squadre molto più in basso in classifica, ma è stato sconfitto solo da Schio e Ragusa, ovvero le due formazioni riconosciute come le favorite allo scudetto e che si sono contese la Coppa Italia. In gare -nel girone di ritorno – sono state decise da un canestro, dall’ultimo tiro. Impensabile quindi che Crippa e compagne sottovalutino Cagliari, tanto più che le sarde, sebbene già retrocesse, vantano nelle proprie file giocatrici interessanti come Prahalis e l’ex Milic.

Alla vigilia del match, il giorno del compleanno del coach Mirco Diamanti e dell’americana Julie Wojta, è stata anche presentata (foto) una iniziativa che vede il Basket Le Mura protagonista. Comieco, il consorzio che a livello nazionale si occupa del recupero della carta, aprirà proprio a Lucca la settimana del riciclo. Le giocatrici saranno impegnate a sensibilizzare piccoli e grandi all’importanza del riciclo di carta e cartone. Al termine della partita con Cagliari (le due squadre indosseranno la maglietta celebrativa dell’iniziativa)  saranno fatti accedere al campo per provare a fare canestro, in uno speciale scatolone salvacarta, non con la palla da basket ma proprio con una di carta. E nel corso della settimana i bambini delle scuole saranno ospitati al palasport e al termine degli allenamenti del mattino potranno sfidare le giocatrici.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy