A1, SF Gara 1– Lucca batte Venezia dopo un supplementare: 77-73

A1, SF Gara 1– Lucca batte Venezia dopo un supplementare: 77-73

Garauno di semifinale spettacolare e ricca di emozioni. All’Umana non basta una grande prestazione dell’ex Bagnara, Le Mura impatta sulla sirena e poi trascinata da Harmon vince all’overtime

Commenta per primo!

Una gara da playoff. con ribaltamenti di scena e un susseguirsi di emozioni, con l’appendice di un overtime da vivere tutto d’un fiato. Regala spettacolo garauno della semifinale tra Gesam Gas&Luce Le Mura Lucca e Umana Reyer Venezia. Alla fine, dopo 45′ di grande intensità, vince Lucca 77-73, ma Venezia si dimostra un’ottima squadra e la serie sicuramente resta aperta.

Più carica mentalmente, la Reyer ha avuto un approccio migliore alla partita, ha gestito bene il primo quarto, ma pèoi non è riuscita nel secondo e soprattutto dopo l’intervallo lungo a mantenere lo stesso ritmo e soprattutto la stessa precisione al tiro (78% da 2 nei primi 10′). E così Le Mura è stata brava a restare vicina nel momento migliore di Venezia, ha ricucire lo strappo e ad allungare con decisione, grazie a un parziale di 17-0 tra la fine del secondo e la prima parte del terzo quarto. Partita decisa? Macchè. Venezia reagisce come sanno fare le grandi squadre e complice qualche banale errore della formazione di Diamanti recupera terreno, trascinata da Beba Bagnara, una ex che fa molto male a Lucca con le sue triple, una delle quali firma il 65-67 per la Reyer a 4,3 secondi dalla fine. C’è il time out e la rimessa, sulla penetrazione e dopo il tiro sbagliato di Dotto arriva Harmon che infila il pareggio a 2 decimi dalla sirena.

Overtime, senza Ruzickova, difficilmente marcabile sotto i tabelloni, uscita per 5 falli. Bagnara mette altre due triple poi Wojta e soprattutto una indomabile Harmon (ancora una volta mvp) riportano Lucca avanti 76-73 a 12″ dalla fine. Fontenette ci prova ma sbaglia, Wojta subisce fallo sul rimbalzo e in lunetta le basta fare 1/2 per la festa delle Mura.

Facciamo un passo indietro. Lucca parte con il solito quintetto: Dotto, Crippa, Harmon, Wojta, Pedersen. Liberalotto risponde con Carangelo, Fontenette, Christmas, Sandri e Ruzickova. Si gioca in un palasport gremito al limite del consentito (la capienza è da tempo ridotta per problemi di sicurezza).

L’avvio di Venezia è devastante. Già nel riscaldamento si era vista la concentrazione, la determinazione, la voglia delle orogronata. I primi 4 punti sono di Christmas mentre invece Crippa sbaglia i primi due tiri di Lucca. Sempre Christmas spinge la Reyer al massimo vantaggio (6-16) dopo 5’15”. Lucca insegue ma Ruzickova in allontanamento non sbaglia. Quattro punti di Harmon e una palla recuperata da Crippa su Ruzickova consentono a Gesam Gas&Luce di stare in linea di galleggiamento: 16-22 al primo stop.

Si riparte e c’è un nuovo allungo di Venezia che arriva a +9 (20-29) dopo una tripla della solita Christmas. Cui però risponde subito Templari, appena entrata. Lucca arriva a -1 con canestro e libero (per il fallo subito) di Harmon ed è la stessa Harmon che firma il primo vantaggio di Gesam Gas&Luce al 17’38: 34-33. Ruzickova e Fontenette dalla lunetta riportano avanti l’Umana, che però nel finale di tempo subisce i canestri di Harmon e Gatti: 38-37 per le Mura all’intervallo lungo.

Nella ripresa la difesa di Diamanti fa la differenza. Lucca è più sicura, ha più energia, trascinata da Crippa che segna a ripetizione. Al 4-0 di parziale con cui si è chiuso il 2° quarto si aggiunge un tremendo (per Venezia) 13-0. Ci vuole una tripla di Bagnara dopo 6′ del terzo tempo per far muovere il punteggio dell’Umana. 55-44 alla terza sirena.

Lucca, che già aveva commesso due falli ingenui alla fine del terzo quarto, perde malamente due palloni in avvio di un quarto tempino che vede Venezia (a zona) piazzare un parziale di 7-0. Ci sono 6 punti di Maya Ruzickova e poi entra in scena Bagnara, come già raccontato. Prima del canestro di Harmon che a 2 decimi dalla sirena manda il match al supplementare.

Tabellino

Lucca – Venezia 77-73 d1ts (16-22, 38-37, 55-44, 67-67)

Gesam Gas&Luce: Viale ne, Templari 3, Dotto 5, Wojta 17, Reggiani, Harmon 28, Crippa 18, Gaeta ne, Laterza ne, Mandroni ne, Pedersen 4, Gatti 2. Coach Diamanti.

Umana Reyer: Carangelo 8, Christmas 14, Pan 2, Bagnara 21, Sandri 2, Formica, Ruzickova 16, Dotto 2, Cubaj ne, Fontenette 8. Coach Liberalotto.

Arbitri: Maschietto di Treviso, Grigioni e Raimondo di Roma.

Note: uscita per 5 falli Ruzickova al 39′.

Fotogallery a cura di Marco Brioschi – Roberto Liberi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy