A1 – Lucca passa a Schio 63-47 e resta da sola in vetta

A1 – Lucca passa a Schio 63-47 e resta da sola in vetta

Commenta per primo!

C’è solo un’ombra nel successo del Basket Le Mura sul campo della Famila Schio (63-47 per le lucchesi il finale): l’infortunio capitato a Francesca Dotto e che l’ha costretta a uscire anzitempo dal parquet.

Un infortunio che ha tolto dalla scena la play che è stata fino a quel momento assoluta protagonista del match, imprendibile per la difesa delle campionesse d’Italia, in grado di sfornare assist per le compagne, di trascinare Gesam Gas verso una vittoria che sarebbe stata probabilmente più ampia se la numero 8 avesse potuto giocare fino al termine.

La Famila (con Lisec al posto di Yacoubou) alla seconda sconfitta consecutiva interna dopo quella con Ragusa, ha certamente pagato la fatica dei tre impegni settimanali, ma questo non toglie nulla alla prestazione delle biancorosse, che hanno aggredito partita e avversaria, riuscendo a fare praticamente tutto quello che avevano preparato.

Pronti via e Pedersen trascina Lucca che chiude avanti 18-12 il primo quarto nonostante i canestri di Walker. Nel secondo tempino Gesam Gas allunga e la battaglia si accende. Toccata nell’orgoglio Schio reagisce anche se con fatica e si va all’intervallo lungo sul 34-28 per Lucca.

Alla ripresa dei giochi ci si attende un’ulteriore reazione della Famila, invece Gesam non molla, difende con grande intensità e trova canestri importanti con tutte le giocatrici, sempre ispirata da una grande Dotto. 33-55 è il parziale alla fine del terzo quarto e il Palacampagnola è ammutolito. Cantano solo i tifosi arrivati da Lucca e lo faranno sino al termine per accompagnare il primo successo di Gesam Gas in questo impianto.

Le Mura si conferma così da sola in testa alla classifica ma soprattutto ha dato un’altra dimostrazione di forza, del valore del suo gruppo, dello spirito che anima e che trascina questa squadra che ha realizzato un 10 su 10 assolutamente non pronosticabile all’inizio della stagione.

La Famila, dopo due sconfitte di fila in casa, ha bisogno di ritrovare serenità, energia e fiducia. La squadra ha troppa esperienza e il roster è troppo lungo per non credere a una immediata ripresa della formazione di Mendez. Che magari adesso dovrà lavorare anche sotto il profilo psicologico.

Le Mura invece può preparare la sfida con Ragusa, anche se gli infortuni di Nene Diene prima della gara di Schio e di Francesca Dotto durante la partita hanno turbato l’ambiente.

A fine gara comunque il coach Mirco Diamanti spiega i motivi del successo: “Anzitutto bisogna riconoscere che la Famila era un po’ appannata, giocare anche l’Eurolega non è facile. Poi però devo sottolineare che la mia squadra è stata brava in difesa a fare tutto quello che avevamo preparato, non abbiamo mai dato a Schio la possibilità di fare canestri facili, non hanno mai trovato ritmo. Significativa la difesa su Anderson, l’abbiamo limitata molto bene. Abbiamo vinto anche il duello ai rimbalzi e questo è un altro aspetto importante. Il nostro primato? Continuiamo il nostro percorso gara dopo gara, certo dispiace per gli infortuni”.

Tabellino:

Famila Schio – Gesam Gas Lucca 47-63 (12-18, 28-34, 33-55).

Schio: Gatti 3, Sottana 2, Battisodo 2, Anderson 9, Masciadri 3, Lisec 5, Walker 16, Zandalasini 4, Ress ne,

Macchi 3, Bestagno. Coach Mendez.

Lucca: Viale ne, Templari 3, Dotto 15, Wojta 4, Reggiani 3, Harmon 13, Crippa 7, Gaeta ne, Mandroni ne, Pedersen 16, Gatti 2. Coach Diamanti.

Arbitri: Boninsegna, Sartori, Radaelli.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy