A1- Milic e Prahalis firmano il primo successo di Cagliari, domata Torino

A1- Milic e Prahalis firmano il primo successo di Cagliari, domata Torino

Commenta per primo!

Un urlo liberatorio ha squarciato il Pala Cus al termine di quaranta minuti super combattuti. Il Cus Cagliari Energit ha infatti moltiplicato le proprie forze, trovando la sua prima vittoria stagionale al cospetto di un coriaceo Torino, battuto con il punteggio di 80-77. E’ stata la vittoria del gruppo che a dispetto delle mille difficoltà ci ha sempre creduto, giocando con il cuore, senza mai arrendersi. Sei guerriere che oggi hanno finalmente raccolto quanto seminato e possono dire che nell’Almo Nature Cup c’è spazio anche per loro, pronte a confrontarsi contro qualunque avversario per mantenere, con le unghie e con i denti, il posto al sole nella Massima serie.

Coach Restivo butta nella mischia il solito quintetto formato da Arioli, Milic, Benic, Chesta e Prahalis, risponde Petrachi con Mitongu Ntumba, Smith, Quarta, Anderson e Sotiriou. Palla a due e Torino subito a segno con Anderson, regolarmente in campo dopo i noti problemi alla schiena che le hanno impedito di allenarsi, e Mitongu Ntumba vecchia conoscenza del pubblico cagliaritano per i suoi trascorsi in casa Virtus e Cus. Milic litiga con il ferro del canestro prima di sbloccarsi dalla lunetta. Il match ben presto diventa equilibrato con le due squadre che si fronteggiano a viso aperto. Arioli e Prahalis provano ad allungare, ma la tripla di Mitongu ristabilisce la parità. Si gioca punto a punto e il primo quarto si chiude sul 15-14. Nel secondo intertempo Smith continua a fare il bello ed il cattivo tempo, lasciata spesso sola dalla difesa universitaria che a volte sembra di soffrire di amnesia, però Prahalis non abbassa la guardia e resta in scia alle piemontesi. Sale in cattedra anche Quarta che in poco tempo si trasforma in un autentico incubo dai 6,75. Torino cerca di andarsene e va al riposo sul 37-43. Al ritorno in campo il Cus cerca di ricucire lo strappo con Milic e Prahalis, mentre la premiata ditta Smith e Quarta continua a bucare la retina cagliaritana. Una tripla di Coen sembra arridere alle sorti di Torino, invece cinque punti consecutivi di Giulia Gombac rilanciano le quotazioni delle universitarie che vanno alla frazione decisiva sul 57-58. Restano dieci minuti da giocare al fulmicotone, quasi in apnea per cancellare quello zero in classifica che inizia a pesare. L’Energit continua a commettere ingenuità in fase difensiva, ma la grinta e la determinazione delle ragazze di coach Restivo sopperiscono a quelle lacune. Chesta, Arioli e Prahalis a 6’36 dalla fine impattano. Il ritmo resta sempre alto, mentre le forze iniziano a scarseggiare. Una giocata da tre di Milic ridà fiato al Cus che subito dopo viene punito per ben due volte da Politi, brava a tirare fuori dal suo cilindro due bombe che potrebbero avere il sapore del ko. Milic reagisce con orgoglio e poco dopo sul Pala Cus l’atmosfera si fa pesante e inizia a serpeggiare la paura. Arioli infatti cade a terra dolorante dopo uno scontro con Mitongu. Panico generale, il capitano è costretto ad uscire e Quarta trova la sua sesta tripla personale. Il Cus seppure stremato, stringe i denti, sente che seppure allo stremo delle forze non può arrendersi. Prahalis suona la carica con una tripla e torna in campo Arioli, dolorante alla schiena. A1’36 dalla fine una bomba di Milic permette alle cagliaritane di mettere la freccia e di completare l’operazione sorpasso, ma non è ancora finita. Il pubblico capisce la difficoltà del momento e trasforma il Pala Cus in una autentica bolgia. Arioli dalla lunetta ha la possibilità di chiudere i giochi, ma sbaglia entrambi i tiri. Restano gli ultimi otto secondi da giocare, lunghissimi e vietati ai deboli di cuore. Quarto perde palla in attacco e Benic subisce fallo. Dalla lunetta la giocatrice croata fa 1/2 e si porta sull’80-77. Torino ancora spera nel miracolo, se ne incarica Anderson che prova il tiro della disperazione, la tripla però non va a buon segno e il Cus può dare libero sfogo alla gioia per la prima vittoria conquistata.

CAGLIARI 80 TORINO 77

CUS CAGLIARI: Canalis ne; Scano ne; Deiana ne; Benic 11; Corda; Milic 22; Arioli 10; Chesta 7; Prahalis 25; Gombac 5. All. Restivo
FIXI PIRAMIS TORINO: Puliti 6; Quarta 18; Coen 2; Domizi; Anderson 10; Smith 24; Cordola; Salvini 2; Sotiriou 10; Mitongu Ntumba 5. All. Petrachi

Arbitri: Radaelli, Padovano e Martellosio
Parziali: 15-14; 37-43-57-58;80-77.
Note: Cus: t2: 21/41; t3: 9/29; tl: 11/15. Torino: t2: 20/36; t3:11/23; tl: 4/7.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy