A1, QF G1: Napoli mette in scena la gara perfetta, la Dike sbanca San Martino di Lupari

A1, QF G1: Napoli mette in scena la gara perfetta, la Dike sbanca San Martino di Lupari

Commenta per primo!

Veniva da tre sconfitte consecutive, aveva perso di brutto, nell’unico confronto su questo campo, sapeva di avere il fattore campo contro, e per di più in una serie da tre partite, che tutto può darti meno che uno sconto:cosa allora poteva aspettarsi, la Dike di Roberto Ricchini? Detto marzullianamente, la brigata partenopea si è fatta tutte queste domande, se le è fatte in tempo, dandosi l’unica, vera risposta che conta: vincere. E vince alla grande, la Saces, sul parquet di San Martino di Lupari. Ci riesce reagendo al meglio in uscita dai blocchi (8-17 al 10′), amministrando poi dall’inizio alla fine, e ci riesce con autorevolezza, specie se dall’altra parte hai la terza della brigata, che purtroppo patisce tutti, ma proprio tutti i rischi e i blocchi psicologici di una gara 1 casalinga in una serie breve, e crolla.

53-72 il finale, nel posticipo della prima tranche delle gare di Quarti di Finale Scudetto, la sfida che prende la rotta di Ponticelli non ha altri MVP se non Sara Bocchetti: 19 i punti dell’esterno 21enne, impreziositi da un eccellente 3/5 dalla lunga distanza con 4 rimbalzi, la sua performance eccellente, e non solo balistica, ci offre anche la giusta ottica con cui inquadrare le pessime cifre da fuori delle venete (1/13 di Filippi e Favento, 3/18 complessivo contro il 7/14 ospite), senza dimenticare un rendimento offensivo molto, ma molto al di sotto delle media, complici una Sbrissa fuori troppo presto dalla mischia, infine un saldo rimbalzi che vede Napoli a +6 (34 a 28), e con una distribuzione ottimale delle carambole. Taysha Pye (17 con 6/9 da 2 + 6 rimbalzi) si sveglia troppo tardi, Gianolla e Putnina lottano il più possibile, con esperienza e caparbietà (8/8 dai liberi), anche i 5 falli di Jas Bailey hanno pesato e non poco,come l’ottimo ingabbiamento di Valentina Fabbri, sulla possibilità di tentare il tutto per tutto nell’ultimo quarto.

La verità del 53 -82 di valutazione dice però tutto, specie se quando il CT della Nazionale pesca nel suo nutrito mazzo, ogni volta è certo di calare la carta giusta: Vicky Macaulay (15 in 26′ con 7/13 al tiro + 6 rimbalzi), e Lauren Fontenette, ma anche Duby Dacic (4 in 11′), l’utilità immensa di Fassina e Andrade, il tutto con la ciliegina sulla torta di una Chiara Pastore da ben 11 punti, con tanto di tripla liberatoria da otto metri e mezzo. Il suo urlo è il grido di battaglia di una Dike che torna orgogliosa di sè, più che mai consapevole dei suoi mezzi, e vuole inseguire il suo sogno, vuole davvero queste semifinali: mercoledì sera a Ponticelli sarà dura (20.30), le giallo-nere di Abignente sono delle autentiche gatte da sette vite, ma quel che conta è che avrà in casa il suo match point. Meritatissimo.

FILA SAN MARTINO DI LUPARI – SACES DIKE COCONUDA MAPEI NAPOLI 53-72

PARZIALI: 8-17; 23-31; 40-46

S.MARTINO DI LUPARI: Filippi, Favento 5, Tonello, Amabiglia ne, Bailey 10, Putnina 9, Beraldo ne, Gianolla 8, Sbrissa, Fabbri 4, Pye 17. All.: Abignente.

NAPOLI: Fassina 4, Andrade 5, Bocchetti 19, Dacic 4, Pastore 11, Visone ne, Macaulay 15, Striulli 2, Narviciute, Fontenette 12. All.: Ricchini.

Fotogallery a cura di Carlo Silvestri

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy