A1 QF G1- Ragusa non sbaglia, San Martino k.o.

A1 QF G1- Ragusa non sbaglia, San Martino k.o.

Passalacqua Trasporti Ragusa – Fila San Martino 70 – 59

di La Redazione

Passalacqua Trasporti Ragusa – Fila San Martino 70 – 59 (20-8, 41-24, 55-46, 70-59)

PASSALACQUA TRASPORTI RAGUSA: Consolini* 6 (2/6, 0/4), Gorini, Spreafico 6 (2/5 da 3), Formica 1 (0/1 da 2), Stroscio NE, Miccoli 4 (1/1 da 2), Soli* 2 (1/1 da 2), Savatteri NE, Bongiorno NE, Hamby* 20 (4/8, 1/1), Kuster* 17 (4/6, 1/1), Ndour Gueye* 14 (7/10, 0/3)
Allenatore: Recupido G.
Tiri da 2: 19/35 – Tiri da 3: 4/14 – Tiri Liberi: 20/23 – Rimbalzi: 39 11+28 (Hamby 12) – Assist: 21 (Consolini 5) – Palle Recuperate: 10 (Hamby 4) – Palle Perse: 18 (Hamby 5)

FILA SAN MARTINO: Oroszova* 5 (1/4, 1/1), Mahoney* 17 (4/9, 3/6), Filippi* 7 (2/4, 1/5), Tonello, Amabiglia NE, Fassina NE, Bailey* 8 (2/6, 1/2), Keys 20 (5/8, 2/3), Gianolla* 2 (1/3, 0/2), Baldi NE
Allenatore: Abignente G.
Tiri da 2: 15/34 – Tiri da 3: 8/20 – Tiri Liberi: 5/8 – Rimbalzi: 19 4+15 (Keys 7) – Assist: 19 (Gianolla 8) – Palle Recuperate: 9 (Bailey 3) – Palle Perse: 15 (Gianolla 6) – Cinque Falli: Keys
Arbitri: Cappello C., Tarascio S., Castiglione A.

Il Fila si sveglia tardi, e ad aggiudicarsi gara1 dei quarti Playoff Sorbino è la Passalacqua Ragusa. Non basta alle Lupe – costrette anche a rinunciare a Fassina per un problema alla caviglia – una generosa rimonta, che dal -20 del 14′ le ha riportate in parità a 4′ dalla fine. Nelle battute conclusive, con l’uscita per infortunio di Gianolla e il quinto fallo di Keys (non mancano in questo senso le recriminazioni per alcune chiamate e la disparità di liberi – 23 a 8 – assegnati dal terzetto di fischietti siciliani), la formazione di Abignente ha dovuto alzare bandiera bianca. Se c’è una cosa che però il secondo tempo ha dimostrato, è che il Fila ha le carte in regola per portare la serie alla bella: mercoledì alle 19.00 al PalaLupe servirà una prestazione perfetta e tutto il sostegno del pubblico, per riuscirci.

1° QUARTO. L’avvio di gara è decisamente favorevole alle padrone di casa, subito avanti 9-0. Il primo canestro ospite arriva con il passo e tiro di Keys, ma dall’altra parte Kuster si conferma già in serata, firmando da fuori il 14-2. San Martino in attacco fa una gran fatica mentre Ragusa trova la via della retina con molta più semplicità, e il vantaggio tocca anche le 16 lunghezze. Solo nel finale le Lupe trovano un po’ di confidenza col canestro, e si va alla prima pausa sul 20-8.

2° QUARTO. Spreafico risponde alla tripla di Mahoney (25-11), ma anche Keys dall’altra parte si fa sentire dai 6.75. La partenza ad handicap però, al pari dei tanti errori, condiziona non poco le giallonere. La Passalacqua pare padrona della partita, e con Miccoli va a toccare il +20 sul 34-14 (16′). Il Fila prova a reagire, recuperando qualche punto con Filippi e Mahoney, ma il vantaggio a metà gara è tutto per le padrone di casa, avanti 41-24.

3° QUARTO. Le Lupe rientrano dagli spogliatoi più convinte, e con la tripla di Oroszova e il 2+1 di Keys lo scarto torna a 13 lunghezze (43-30 al 24′). I tre falli fischiati a carico di Bailey, Mahoney e Oroszova non sono però una buona notizia per coach Abignente, vista anche l’assenza di Fassina. Dall’altra parte, con le sue tre straniere la formazione siciliana è brava a rispondere ad ogni tentativo di rimonta. L’ennesimo time-out motivazionale del tecnico giallonero prova comunque a dare fiducia alle sue. È sempre Keys (già a quota 20 all’ultima pausa) la più in palla: 6 punti consecutivi permettono di tornare a -12 (53-41 al 28′), e sull’ultimo possesso del terzo periodo la bomba di Bailey vale il -9: 55-46.

4° QUARTO. Improvvisamente, San Martino ci crede: nei primi 90″ del quarto periodo, la tripla di Filippi e due canestri di Mahoney (che ai suoi 17 punti aggiunge 6 rimbalzi e 6 assist) riportano le giallonere a contatto sul 55-53. Ragusa si sblocca col viaggio in lunetta di Hamby, ma l’inerzia è dalla parte del Fila che al 34′ arriva a impattare con Oroszova, a quota 57. Un paio di chance per il sorpasso non vanno però a buon fine, e a 3′ dalla sirena Ndour riporta avanti le sue sul 61-59. Dall’altra parte invece una storta alla caviglia toglie dalla partita Gianolla (6 assist e zero perse nella ripresa per lei) nel momento più importante. Sul capovolgimento, Hamby segna con il quinto fallo di Keys, ed è ancora coi liberi che nel finale le padrone di casa trovano l’allungo decisivo.

GARA2. Ora la serie si sposta a San Martino di Lupari, gara2 è in programma al palasport di Via Leonardo da Vinci mercoledì 11 aprile, alle 19.00. Le Lupe contano sui loro sostenitori per riequilibrare il punteggio. Per l’occasione, il biglietto sarà a tariffa ridotta (5 euro) per tutti, garantito l’ingresso gratuito agli abbonati e a ragazzi e ragazze fino ai 17 anni.

Uff.Stampa Lupebasket

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy