A1, QF G2- Napoli fa il bis, stesa San Martino di Lupari, è semifinale

A1, QF G2- Napoli fa il bis, stesa San Martino di Lupari, è semifinale

Commenta per primo!

Saces Mapei Coconuda Napoli – Fila San Martino 64-57

DIKE NAPOLI: Fassina 13 (2/10, 3/4), Andrade 6 (1/6, 0/1), Bocchetti 2 (1/1, 0/1), Dacic 2 (1/1), Pastore 3 (0/2, 1/6), Visone ne, Macaulay 10 (4/13), Striulli 10 (1/3, 2/2), Narviciute ne, Fontenette 18 (3/10, 2/3). All. Ricchini.
BASKET SAN MARTINO: Filippi 10 (1/4, 2/5), Favento 9 (0/3, 3/5), Tonello (0/1 da tre), Amabiglia ne, Bailey 11 (3/6, 1/1), Putnina 9 (4/8, 0/1), Beraldo ne, Gianolla 4 (2/5, 0/2), Sbrissa, Fabbri 10 (5/9), Pye 4 (2/4). All. Abignente.
ARBITRI: Bianchini di Bagno a Ripoli (FI), Buttinelli di Roma e Marziali di Roma.
PARZIALI: 8-14, 23-29, 47-38.sbrissa-napoli
NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Tiri da due: Napoli 13/46, San Martino 17/39. Tiri da tre: Napoli 8/17, San Martino 6/15. Tiri liberi: Napoli 14/16, San Martino 5/8. Rimbalzi: Napoli 35 (Macaulay 11), San Martino 40 (Fabbri e Bailey 7). Assist: Napoli 14 (Pastore 6), San Martino 10 (Gianolla 4).

Si chiude a Napoli la prima esperienza nei playoff Scudetto del Fila San Martino. Alle Lupe non riesce l’impresa sul parquet del PalaVesuvio, e bissando la vittoria ottenuta in gara1 la Saces Mapei Coconuda chiude la serie sul 2-0, e vola in semifinale. Anche oggi però ci sono solo applausi per le Lupe e tutto lo staff, che hanno dato il massimo onorando al meglio un campionato che, nel momento in cui va in archivio, non si può che definire straordinario e indimenticabile.

1° QUARTO. Al canestro iniziale di Macaulay risponde Bailey in transizione, e poi con Fabbri c’è anche il primo vantaggio nella serie per San Martino. C’è equilibrio nel primo quarto, con il Fila che cerca di andare soprattutto sotto canestro da Fabbri e Putnina, la quale al 7? firma il 6-7 ben servita da Gianolla.tonello-napoli È buono anche l’impatto di Pye, che prima va a bersaglio in entrata e poi serve Filippi per la prima tripla della partita (8-12). È un altro Fila rispetto a gara1: la pressione della difesa costa a Napoli un’infrazione di 8?, e poi Bailey va a penetrare per l’8-14 che chiude la frazione.

2° QUARTO. Si riparte con due canestri di Putnina per il +10 (8-18), inframmezzati dallo sfondamento di Fassina su Bailey. L’atleta lettone, pure non al meglio per l’infortunio al polso rimediato sabato, va a segno anche in chiusura di un perfetto contropiede, mentre dall’altra parte la difesa funziona a dovere, e tiene Napoli senza canestri dal campo nei primi 5? della frazione. Almeno fino a quando Striulli non sblocca da dietro l’arco le padrone di casa, che subito si ripetono con Fontenette per il 16-22, obbligando coach Abignente a due timeout in pochi minuti. Napoli torna anche a -5 (19-24), ma Fabbri è precisa dal pitturato, e poi Bailey va a segno da fuori per il 19-29.

3° QUARTO. L’inerzia però è cambiata, e nonostante il primo canestro del secondo tempo porti la firma di Bailey, la Saces Mapei Coconuda conferma di aver ritrovato la vena da fuori, e con le bombe di Fassina e Fontenette si riporta a -2. È la stessa Fontenette a trovare anche il pareggio e il sorpasso (35-33 al 24?), abignentementre San Martino butta palloni in attacco, consentendo facili contropiedi alle avversarie. E quando Pastore e Fassina vanno ancora a bersaglio da fuori, per la squadra di Ricchini è fuga: 45-33.

4° QUARTO. San Martino però non vuole arrendersi, e con Pye torna a -7. Poco dopo arriva anche la seconda tripla consecutiva di Favento, per il 47-43. Ma come in gara1, Napoli è implacabile nel respingere con puntualità i tentativi di rimonta: Fassina non sbaglia più nulla e va a segno per il 56-43, a chiusura di un nuovo 9-0. Sono gli ultimi minuti della stagione per le Lupe, e li vivono lottando: Filippi produce ancora il -6 (58-52 al 38?), e poi Favento trova addirittura il -3 quando si entra nell’ultimo minuto. Dall’altra parte Andrade sbaglia ma prende il rimbalzo, e sull’inevitabile fallo iniziano a scorrere i titoli di coda. La gara si chiude con l’ennesima tripla locale, firmata da Striulli sulla sirena, per il 64-57 conclusivo.

Fotogallery a cura di Antonello Conte

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy