A1- Schio supera a fatica un’ottima Battipaglia

A1- Schio supera a fatica un’ottima Battipaglia

Le scledensi superano le campane, protagoniste di una grande prestazione

Commenta per primo!

Così come accaduto nelle due precedenti edizioni, è ancora il Famila Wuber Schio ad avere la meglio sulla Treofan Battipaglia nella partita inaugurale della stagione: ma a differenza di quanto visto negli Opening Day di Napoli e di Lucca, la formazione scledense deve sudare parecchio per avere ragione dell’ottima compagine campana, brava a chiudere in vantaggio i primi due quarti dell’incontro e a piazzare, all’inizio dell’ultima frazione di gioco, un break che avrebbe potuto riscrivere la storia dell’incontro.

Coach Pierre Vincent opera un solo cambio rispetto alla squadra che sette giorni fa ha vinto a Lucca la Supercoppa, decidendo di dare un turno di riposo a Isabelle Yacoubou, concedendo una chance a Eva Lisec. Il quintetto di partenza delle orange, oggi in maglia nera, è formato da Dotto, Anderson, Tagliamento, Miyem e Ress. Dall’altra parte Battipaglia risponde con Miletic, Trimboli, Policari, Davis e Cambell.

Palla a due vinta da Schio, con Ress che segna i primi due punti dell’incontro. La risposta di Battipaglia passa attraverso le mani di Davis, brava a pareggiare subito i conti. Ma le campane hanno un momento di appannamento e Schio ne approfitta portandosi sul 2-7 grazie alla tripla di Tagliamento e ad un altro canestro di Ress. Proprio quando la partita sembra indirizzarsi su un binario ben preciso, arriva la reazione di Battipaglia, che pareggia i conti a metà quarto grazie ai punti di Davis e Andrè e all’uno su due dalla lunetta di Policari. Miyem prova a scuotere le proprie compagne con il canestro del momentaneo 7-9, ma Battipaglia c’è, e le due squadre iniziano a rincorrersi nel punteggio, grazie ai canestri di Miletic, Lisec, Davis e Pinzan. Il quarto si chiude sul 14-13, grazi ad un canestro di Miletic a cinque secondi dalla prima sirena.

Si torna in campo ed è proprio Miletic a mandare subito in lunetta Macchi che fa due su due, così come fa due su due Davis dopo il fallo di Masciadri. Schio prova a costruire gioco cercando di dare una spallata all’equilibrio che domina l’incontro, e Macchi prova a piazzare un break di quattro punti, al quale risponde Pinzan con una tripla di pregevole fattura. Si resta punto a punto, con Andrè che a pochi secondi dal giro di boa segna il canestro del 21-20. Inizia il valzer dei tiri liberi: la prima ad andare in lunetta è Dotto, che non sbaglia, seguita da Davis e Tagliamento che fanno entrambe uno su due. Ma la numero 32 campana si presenta altre due volte in lunetta, a causa dei falli subiti da Tagliamento e Ress, e, facendo bottino pieno, porta il risultato sul 26-23 a due minuti dalla seconda sirena. Miyem accorcia ancora dalla lunetta, prima che Andrè e Orazzo, quest’ultima autrice di quattro punti consecutivi dalla media, portino Battipaglia sul più cinque, massimo vantaggio della formazione di coach Lamberti. A rendere meno pesante il passivo ci pensano Dotto, abile a trasformare entrambi i liberi, e Ress, che sulla sirena di fine quarto mette dentro il canestro del 32-31, col quale si va negli spogliatoi.

Al ritorno dall’intervallo lungo ed è subito Lisec ad andare a segno dalla lunga distanza, con il canestro del 32-34, che riporta avanti Schio nel punteggio. La pausa ha fatto bene alla formazione veneta, che si dimostra più pimpante di quanto fatto vedere nel primo tempo, e con Dotto che dopo 1:40 completa un gioco da tre dopo aver subìto il fallo di Policari. Le scledensi sono in palla e la penetrazione di Tagliamento, che costringe Andrè al fallo, consiglia coach Lamberti a chiamare time-out per rivedere alcuni dettami tattici: al rientro in campo la numero 8 di Schio fa due su due dalla lunetta. Ci vogliono quattro minuti e dieci secondi perché Battipaglia segni il primo canestro del secondo tempo, con Miletic che dalla media segna aiutata dal tabellone. Pinzan cerca di accendere la rimonta campana, ma Dotto è brava a segnare da tre su assist di Macchi. Davis prova a tenere a galla la Treofan, ma Lisec è lesta a rispondere subito dalla media. Il canestro di Orazzo del 40-44 fa chiamare sospensione a coach Vincent, che al rientro applaude il canestro di Macchi, che riporta a sei le lunghezze di vantaggio. Miletic cerca di tenere Battipaglia a contatto delle avversarie, ma Anderson dall’angolo segna una tripla pesante, solo parzialmente neutralizzata dai due liberi realizzati da Davis. A trenta secondi dall’ultimo riposo, Miyem si appoggia al tabellone, sfruttando la difesa debole di Miletic, già gravata da quattro falli: il canestro della numero 7 scledense vale il 44-51 con il quale termina la terza frazione di gioco.

Battipaglia torna dall’ultimo riposo e piazza un break devastante di 10-0: Miletic dalla media, poi Pinzan con la seconda tripla della sua partita, ancora Davis da due e infine Miletic dalla lunga distanza, che riporta avanti Battipaglia sul 54-51. Le scledensi sono in affanno, e ci pensa Jolene Anderson a togliere le castagne dal fuoco, segnando due triple nel giro di quaranta secondi, seguite a stretto giro dal canestro di Lisec del momentaneo 54-59 a metà esatta del quarto, che costringe la panchina campana a chiamare sospensione. Ma al rientro è ancora Lisec a segnare, prima che Policari si esibisca in un appoggio da sotto in rovescio, che, a causa del quarto fallo personale di Tagliamento, le permettono di concludere un gioco da tre punti. Battipaglia ci prova ancora, ma Schio è brava a respingere gli attacchi e a segnare con Ress il canestro del definitivo 57-63 finale.

Un’ottima Treofan Battipaglia vende cara la pelle al Famila Wuber Schio, che soffre nei primi due quarti il gioco veloce e pimpante delle campane, e subisce all’inizio dell’ultima frazione un break che avrebbe potuto compromettere il risultato finale. Orfana di Gatti, Zandalasini e Yacoubou, la formazione scledense riesce a portarsi a casa i primi due punti della stagione, impegnando non poche energie per domare la squadra campana, che ha espresso sprazzi di bel gioco associato ad una grande attenzione difensiva.

TREOFAN BATTIPAGLIA – FAMILA WUBER SCHIO: 57-63 (14-13/32-31/44-51)

Treofan Battipaglia: Orazzo 6, Chicchisiola, Cremona n.e., Miletic 13, Sasso n.e., Trimboli, Policari 4, Ruwana 2, Pinzan 9, Mattera n.e., Andrè 4, Davis 19. All. Lamberti

Famila Wuber Schio: Gatti n.e., Miyem 6, Tagliamento 6, Anderson 9, Masciadri, Lisec 12, Vainadis n.e., Ress 12, Dotto 10, Macchi 8. All. Vincent

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy