A1- Schio, un tornado su Ragusa: 82-55

A1- Schio, un tornado su Ragusa: 82-55

Il Famila si prende la rivincita dopo il ko in Coppa e domina per 40 minuti, trascinato da Macchi. Adesso le venete sono seconde e Ragusa è terza, prima dell’ultimo turno che può regalare a Lucca il primo posto nella regular season

Commenta per primo!

Al Palaminardi va in scena il ribaltone. Sconfitto tre giorni prima davanti al suo pubblico nella finale di Coppa Italia, il Famila Schio si prende una rivincita, e che rivincita. La squadra di Mendez domina la gara sin dai primi minuti. Ragusa non c’è e di fatto non ci sarà mai per tutto l’arco della partita e impara quanto sia difficile la continuità, digerire anche i successi più belli e ripresentarsi in campo all’altezza dopo 72 ore. Le siciliane dimostrano di aver lasciato tante energie fisiche ma soprattutto mentali al Palaromare.

Tutto il contrario le orange, che fanno vedere al team di Lambruschi e alle altre avversarie quanto sarà difficile scucire lo scudetto dal loro petto. In effetti Schio si presenta determinata, concentrata, sicura di sè. Trova subito le giuste misure, sotto canestro e soprattutto da fuori (dove invece aveva pagato dazio nella finale di Coppa Italia) e prende il largo con facilità. Colpiscono a ripetizione Sottana, Macchi e Anderson mentre le Aquile fanno cilecca, non ci prendono quasi mai, smarriscono la fiducia, sbagliano le cose più elementari. Dal 10-22 del primo quarto si passa al 23-51 dell’intervallo lungo, cui Schio va con 8 triple nel carniere e il 63% dal campo.

La ripresa non cambia la situazione, anche se uno scatto d’orgoglio di Brunson consente a Ragusa di non affondare oltre 40. Si arriva a -38 dopo una tripla di Macchi al 28′, poi le venete si prendono una pausa e il quarto si chiude 40-71.

Nell’ultimo quarto c’è spazio anche per le seconde linee, da Bestagno a Ngo Ndjock, Lambruschi chiama fuori le sue americane e si va avanti per inerzia fino alla fine: 55-82.

La vittoria non vale solo come rivincita per Schio ma è destinata a incidere sulla classifica finale della regular season. Il Famila raggiunge Lucca in testa a 44 punti ma le toscane sono virtualmente prime in virtù della differenza canestri negli scontri diretti. Ragusa perde la possibilità di conquistare il primato e scivola addirittura al terzo posto. Manca un turno ma Lucca, contro Cagliari, e Schio, contro Orvieto, difficilmente commetteranno passi falsi. E allora, quarti di finale permettendo, Schio e Ragusa potrebbero ritrovarsi in semifinale. Lucca, se chiuderà prima, potrebbe trovare sulla sua strada Venezia, sempre ammesso che Le Mura e Reyer passino i quarti. E il finale di stagione si preannuncia davvero appassionante.

Il tabellino:

Passalacqua Ragusa – Famila Schio 55-82 (10-22, 23-51, 40-71)

RAGUSA: Consolini, Gorini 14, Valerio, Erkic 3, Ngo Ndjock 4, Gonzales 5, Sorrentino ne, Nadalin, Little 16, Brunson 13, Micovic. Coach Lambruschi.

SCHIO: Yacoubou 12, Gatti 4, Sottana 10, Battisodo, Anderson 17, Masciadri 3, Walker 9, Ress 4, Macchi 23, Bestagno.

Coach Mendez.

ARBITRI: Grigioni di Roma, Di Toro di Perugia, Pazzaglia di Pesaro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy