A1-Tre in doppia cifra, la Reyer asfalta Priolo

A1-Tre in doppia cifra, la Reyer asfalta Priolo

Commenta per primo!

TROGYLOS PRIOLO 50 – UMANA REYER VENEZIA 90 (PARZIALI 24-21;38-44;42-70)

TROGYLOS PRIOLO: Bonfiglio 7, Milazzo 12, Donvito 18, Zanetti, Grbass 5, Terranella, Gambuzza 2, Delcheva 6, Vinci n.e., Quadarella n.e

UMANA REYER: Melchiori 9, Carangelo 7, Pertile 14, Zara 2, Botteghi 5, Scaramuzza 2, Formica 2, Ruzickova 18, Mc Callum 6, Nicolodi, Mandache 17, Penna 8.

Totali di squadra:
TROGYLOS PRIOLO: tiri da 2 15/36, tiri da 3 3/7, t.l.11/19, rimb. dif. 31, rimb. off. 2, p.p. 20, p.r. 5 , Assist 5
UMANA REYER VENEZIA: tiri da 2 27/54, tiri da 3 8/24, t.l. 12/18, rimb. dif. 26, rimb. off. 14, p.p. 5, p.r. 20, Assist 13

L’Umana Reyer Venezia vince con ampio scarto su Priolo in un incontro che presentava mille incognite legate anche alla situazione societaria delle siciliane.
Il divario finale non deve trarre in inganno in quanto sino a metà gara il risultato non era per nulla scontato e le veneziane hanno dovuto sudare in difesa nel terzo quarto, nel corso del quale hanno concesso solo 4 punti alle avversarie, per dare il cambio di rotta definitivo.
Parte concentratissima la squadra veneziane che si porta subito avanti di 5 con 2 triple di Pertile. Priolo ricuce subito lo svantaggio e con Donvito opera il sorpasso (8-9 a – 6,45). Mandache però si dimostra in netta ripresa e con 4 punti consecutivi porta nuovamente avanti le compagne (12-11 a – 4,12).
Ruzickova dimostra di aver buona mano anche dalla linea dei 6,75 ma le ragazze allenate da Santino Coppa non mollano e chiudono in vantaggio il primo periodo.
Il secondo quarto vede Formica commettere 2 falli in 50 secondi. Il riaggancio non sembra cosa facile e quindi Liberalotto chiama un time out per scuotere le sue ragazze che lo ripagano subito trovando la parità e poi allungando con Pertile e Melchiori (32-27 a – 5,40).
I supporters granata, ancora una volta presenti, incitano a gran voce le lagunari. Il momento sembra favorevole ma Priolo piazza un break a suo favore e si riporta sotto (40-34 a – 1,54). Delcheva impone la sua stazza sotto canestro e porta la sua formazione al -4 di fine quarto.
L’Umana Reyer inizia veementemente il terzo periodo di gioco anche se Pertile commette il suo terzo fallo.
Mc Callum mette a segno un tap in al volo nonostante una condizione non ancora al massimo, cattura qualche buon rimbalzo e dimostra di essere una eccellente passatrice. Il distacco aumenta a favore delle veneziane (58-41 a – 4,44), Mandache da il cambio a Ruzickova, autrice di una prova incisiva (18 puntie 10 rimbalzi in circa 20 minuti), che esce tra gli applausi dei presenti. Priolo sembra accusare la stanchezza anche se sul finale con un rush disperato recupera qualche lunghezza. L’ultimo periodo vede schierata dall’inizio Penna che subisce subito un fallo antisportivo da parte di una Grbass particolarmente nervosa. Il coach veneziano da spazio a tutte le sue giocatrici e mette sul parquet prima Botteghi poi Nicolodi. Formica commette il suo 5° fallo ed esce.

Il match sembra perdere un po’ di intensità anche se c’è spazio per uno spettacolare canestro al volo di Penna servita deliziosamente da Zara.
L’Umana Reyer ha in campo Zara e le sue 4 giovanissime (Penna, Nicolodi, Scaramuzza e Botteghi) che dimostrano intensità e quella determinazione da sempre invocata dal loro coach. L’incontro si conclude ampiamente a favore delle veneziane ed è una vittoria che dà morale anche se ora bisogna preparare subito la sfida “impossibile” con lo squadrone Schio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy