A1 – Venezia di forza, Napoli s’inchina

A1 – Venezia di forza, Napoli s’inchina

Venezia conferma il buon momento e regola Napoli.

di La Redazione

UMANA REYER VENEZIA – SACES MAPEI GIVOVA DIKE NAPOLI 75-62

Parziali: 16-15; 43-27; 57-37

Umana Reyer: Micovic 6, Bestagno 5, Carangelo 5, Kacerik 9, Williams 2, De Pretto 13, Dotto ne, Madera 4, Little 11, Togliani 6, Walker 14. All. Liberalotto.
Saces Napoli: Di Battista 4, Gonzalez ne, Cinili ne, Pastore 6, Carta 6, Diene 13, Harmon ne, Dacic 10, Gemelos 23, De Cassan. All. Molino.

L’Umana Reyer blinda il secondo posto già nella prima giornata del Round of Challenges, battendo per la terza volta in stagione la Saces Napoli: 75-62 il finale.

Entrambe le squadre si presentano in campo con numerose defezioni: le orogranata devono fare a meno di Sandri, con Ruzickova “sacrificata” nella rotazione delle straniere e Dotto in panchina con il pollice fasciato dopo un infortunio in settimana. Sta ancor peggio Napoli, senza Bone e con Cinili e Harmon in panchina per onor di firma.

Little esordisce in campionato con la maglia veneziana partendo in quintetto con Walker, Williams, Micovic e Carangelo e sbloccando il punteggio con una tripla. Napoli si schiera fin dal primo possesso a zona e, sfruttando le polveri bagnate per l’Umana Reyer (iniziale 0/6 da 2 e 2/6 da 3) si porta avanti sul 6-10 al 6′, trascinata da Diene. Dopo il time out di coach Liberalotto, le orogranata riescono però a ritrovarsi, con cinque di fila di Walker e poi il canestro di Carangelo e la tripla di Micovic che danno il 16-13 all’8′, che diventa 16-15 al primo intervallo ancora grazie a Diene.

Anche nel secondo quarto parte meglio Napoli (16-19 all’11’30”), ma poi l’Umana Reyer infila un parziale di 12-0, con time out campano sul 28-19 a metà quarto. Sono le triple di Kacerik l’arma in più delle orogranata, con la giovane numero 7 che, sempre dall’arco, trova poi anche il primo vantaggio in doppia cifra (31-21 al 15’30”). Le ospiti provano a riavvicinarsi (31-24 al 16’30”), ma una tripla di Togliani le ricaccia subito indietro e i minuti finali di tempo vedono un’Umana Reyer che gioca ottimamente di squadra, con una circolazione fluida che permette di costruire ottimi tiri: è De Pretto, una delle più vivaci nel frangente, a mandare le squadre all’intervallo lungo con il massimo divario: 43-27.

Al rientro dagli spogliatoi, l’approccio delle ragazze orogranata è quello giusto e Walker e Little, dopo due rimbalzi offensivi, trovano il +20 (47-27) al 22′. La numero 44 è la prima a raggiungere la doppia cifra, con un gioco da tre punti al 24′, seguita da Little, che scrive il +23 (54-31) a metà quarto, accomodandosi poi in panchina già in doppia doppia (11 punti e 16 rimbalzi in 24′). Napoli prova a non mollare con un parzialino di 0-6, ma la tripla di Togliani chiude il periodo sul 57-37. Con la partita già incanalata, nell’ultimo quarto c’è spazio per belle giocate, con le squadre che si rispondono colpo su colpo e il vantaggio orogranata che si mantiene sulla ventina di punti. C’è spazio anche per Madera, che si iscrive subito a referto, con il canestro del 71-51 al 36’30”. Nel finale, con le triple di Carta e Gemelos, Napoli riesce a contenere il ritardo, chiudendo il match sul 75-62.

Uff.Stampa Reyer Venezia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy