A1 – Venezia vince ancora: stesa anche Torino!

A1 – Venezia vince ancora: stesa anche Torino!

Continua la striscia di vittorie interne per la squadra di coach Liberalotto che grazie ai 12 punti di Dotto e ai 10 di Ruzickova batte la Fixi Piramis Torino con il punteggio di 69-57.

Commenta per primo!

Umana Reyer Venezia-Fixi Piramis Torino 69-57
Parziali: 17-14; 37-26; 53-42
Umana Reyer: Carangelo 9, Porcu ne, Christmas 15, Pan 4, Bagnara 3, Sandri 9, Formica 2, Ruzickova 10, Dotto 12, Fontenette 5. All. Liberalotto.
Fixi Piramis Torino: Rosso ne, Puliti 5, Quarta, Coen 6, Domizi, Anderson 24, Smith 11, Cordola 5, Sotiriou 6, Ntumba ne. All. Petrachi.

Continua a vincere l’Umana Reyer, che inaugura la striscia finale di tre match interni consecutivi piegando la Fixi Piramis Torino 69-57.
Si inizia a ritmi bassi. Dopo il dobbio botta e risposta tra Ruzickova e Coen per il 4-4 al 2′, sono le difese ad avere la meglio, con Torino che mette anche il naso avanti (8-10 al 6’14”). L’Umana Reyer, a questo punto alza l’intensità anche in attacco, recuperando numerosi rimbalzi offensivi (dopo 10′ saranno ben 8) e punendo dall’arco con Carangelo, Christmas e Dotto (per il 17-12 al 9′): sono proprio rimbalzi e tiro pesante (3/4 negli ultimi 3’30” del periodo) che consentono alle ragazze di Liberalotto di andare all’intervallo breve avanti 17-14 nonostante il 19% (3/16) nel tiro da due.
I secondi 10′ si aprono con il canestro di Dotto del 19-14, seguito da due falli in 5′ di Bagnara prima e della stessa Dotto poi: saranno gli unici del quarto per le orogranata, prima di quello tattico di Christmas a 5” dalla fine del primo tempo. La grande difesa, che provoca ben 9 palle perse alle avversarie solo nel secondo periodo, riesce infatti a tenere alta l’intensità senza spendere più infrazioni: finché anche Torino mette aggressività nella propria metà campo, le ospiti restano incollate e, anzi, pareggiano a quota 20 al 14’27”. Alle orogranata, però, basta però alzare i ritmi anche in attacco, migliorando decisamente le percentuali da 2 (6/10 nel quarto) per allungare: un 8-0 in un minuto dà il nuovo massimo vantaggio sul 28-20. Sotiriou risponde con due triple, ma il finale è nuovamente tutto per l’Umana Reyer, che trova la doppia cifra di vantaggio per la prima volta a 14” dall’intervallo lungo con il 37-26 di Christmas.
Liberalotto inizia il secondo tempo con un quintetto particolarmente lungo, in cui Pan, schierata da “2”, si trova a marcare la principale attaccante avversaria, Anderson, riuscendo a farlo con profitto. Ma è tutta l’Umana Reyer che difende al meglio, con un margine che via via si allarga fino al +21 (51-30) con la bomba di Bagnara al 25’29”. Sul 53-35 del 27′, però, le orogranata hanno un calo di tensione, di cui le ospiti provano ad approfittare per rientrare in partita. E già all’ultimo intervallo breve, è così 53-42.
Inerzia piemontese che continua anche nell’ultimo quarto, visto che Cordola, con cinque punti di fila, dà alla Fixi Piramis il 53-49 al 32′. Anderson (fallendo un facile sottomano) e Puliti (sbagliando un tiro da tre dall’angolo) hanno anche l’opportunità di portare le ospiti a un solo possesso di ritardo, ma, a questo punto, l’Umana Reyer si scuote. A dare il via alla svolta è un canestro di Sandri, che interrompe un’astinenza offensiva orogranata di oltre 6’30”, aprendo il parziale di 12-0 che chiude virtualmente il match sul 65-49 al 36’15”. Solo nel garbage time, infatti, Anderson rimpingua il bottino personale e rende meno pesante la sconfitta di Torino.

 

Ufficio stampa Reyer Venezia

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy