A1 – Yacoubou sulla sirena regala il successo a Schio

A1 – Yacoubou sulla sirena regala il successo a Schio

Il Famila passa a Lucca 68-66 dopo un match avvincente, le toscane recriminano per la rimessa assegnata alle venete nell’azione del canestro decisivo

Commenta per primo!

Decide Isabelle Yacoubou con un canestro a 4 decimi dalla sirena. Vince Schio che passa a Lucca 68-66 ma Le Mura si mangia le mani per l’ultima azione offensiva, condotta da Francesca Dotto che penetra ma al momento di tirare si vede sfuggire la palla, toccata forse da Macchi prima di finire a fondo campo. Gli arbitri però affidano la rimessa al Famila, dopo il primo fallo di Pedersen su Yacoubou nuova rimessa e ancora palla alla francese. Lucca avrebbe ancora un fallo da spendere che però non arriva e la numero 4 di Schio infila il canestro che vale i due punti e riapre la corsa al primo posto nella regular season. Anche se Le Mura, che all’andata aveva vinto di 16 in Veneto, mantiene a favore la differenza canestri.

E’ stata una partita bellissima, di grande intensità, illuminata dal talento di Francesca Dotto e da un grande atteggiamento di squadra della capolista, che alla fine paga dazio alla lucidità, visto che le cinque giocatrici dello starting five restano sul parquet la bellezza di 185 minuti su 200. E soffre anche la marcatura di Masciadri su Harmon, che dopo i 16 punti del primo tempo non riuscirà più a segnare, controllata a vista com’è dalla capitana della Nazionale.

Schio s’impone grazie al talento delle sue giocatrici, alla panchina lunga che consente rotazioni continue, alle doti balistiche delle sue tiratrici che chiudono con 10/22 da 3 (contro l’1/7 di Lucca), all’esperienza e all’abitudine che ha a giocare finali punto a punto. Così il Famila si rilancia dopo la pesante sconfitta di Praga e l’eliminazione dall’Eurolega, ripropone la sua autorevole candidatura per lo scudetto, ma Le Mura dimostra che non è prima per caso ed esce rafforzata nella considerazione generale da questa partita, che è stata davvero una sorta di spot per il basket femminile.

Mendez manda sul parquet Yacoubou, Gatti, Ress, Zandalasini e Anderson; Diamanti risponde con il solito quintetto Dotto, Crippa, Wojta, Harmon e Pedersen. Prova subito l’allungo Schio con le triple di Anderson e Gatti (4-11) ma Le Mura reagisce con Crippa, Dotto e Pedersen. 12-13 al primo break. Il secondo quarto è uno show delle Mura, che cresce moltissimo in difesa, colpisce in contropiede e arriva prima in quasi tutte le situazioni, compreso i rmbalzi. Harmon è imprendibile, Dotto inarrestabile e all’intervallo lungo il tabellone recita 36-31 per Lucca.

L’avvio di terzo quarto vede 4 punti di Wojta, poi dopo due triple di Anderson, ancora Dotto e Pedersen danno il +) a Lucca: 46-37 dopo 24. Diamanti chiama in panchina Dotto con tre falli e Schio ha una grande reazione, la tripla di Masciadri ribalta il punteggio al 28′ con 11-0 di parziale. Si lotta punto a punto e c’è anche il primo canestro di Walker (in ombra) per il 50-52 del terzo quarto.

L’ultima frazione è tiratissima, Le Mura prende tre punti di parziale grazie a Dotto, poi Sottana firma il 62-63, controsorpasso di Wojta, tripla di Macchi e canestro di Dotto per il 66-66. E si arriva alle azioni decisive: Dotto penetra ma perde la palla, invocando il tocco di un’avversaria. Poi Yacoubou regala il successo a Schio.

A fine gara coach Miguel Mendez dice: “Abbiamo giocato con tanta rabbia in corpo dopo l’eliminazione dall’Eurolega. Lucca gioca il miglior basket del campionato, è stato decisivo il cambio di marcatura su Harmon con Masciadri e poi siamo stati bravi a riequilibrare i rimbalzi e ad adattarci al metro arbitrale, dopo i falli che ci sono stati fischiati nella prima parte di gara”.

Amareggiato sull’altra sponda il tecnico Mirco Diamanti: “Purtroppo paghiamo due situazioni che nel finale avremmo potuto gestire meglio: la nostra azione d’attacco e poi quella di Schio quando avremmo potuto spendere un altro fallo. Abbiamo incontrato un’altra squadra rispetto a quella battuta all’andata ma abbiamo giocato alla pari, una partita avvincente in una bella cornice di pubblico. Dispiace per come è finita, ma di certo non usciamo ridimensionati, tutt’altro”.

Gesam Gas&Luce Lucca – Famila Schio 66-68 (12-13,  36-31, 50-52)

LUCCA: Viale ne, Templari, Dotto 20, Wojta 12, Reggiani, Harmon 16, Crippa 9, Gaeta ne, Laterza,Mandroni ne, Pedersen 9, Gatti ne. Coach Diamanti.

SCHIO: Yacoubou 10, Gatti 8, Sottana 8, Battisodo ne, Anderson 18, Masciadri 9, Walker 2, Zandalasini, Ress 4, Macchi 7, Bestagno 2. Coach Mendez.

ARBITRI: Moretti di Perugia, Solfanelli di Livorno, Raimondi di Roma.

Fotogallery a cura di Roberto Liberi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy