A1 – Yacoubou trascina il Famila verso lo scudetto

Schio vince anche garadue a Lucca (54-78) con 25 punti e 13 rimbalzi della francese. Adesso le venete possono chiudere il conto domenica sul proprio campo. Le parole dei due coach

Commenta per primo!

C’è la firma di Isabelle Yacoubou sulla vittoria e sull’ipoteca sul quarto scudetto consecutivo del Famila. Che vince garadue 78-54 a Lucca e domenica potrebbe festeggiare davanti al proprio pubblico. 25 punti e 13 rimbalzi della pivot francese sono solo il dato numerico di una prestazione cui Le Mura non ha saputo trovare contromisure. In attacco e anche in difesa, dove solo Dotto è riuscita a aggirarla con la sua velocità. Vince Schio e lo fa con merito al termine di una partita sempre condotta dal Famila che ha avuto percentuali molto buone sin dall’avvio della gara e che ha preso il largo nel secondo tempo, quando i falli e la fatica hanno condizionato la squadra di casa. Lucca ha tirato di più ma con meno precisione e la legge del basket ovviamente premia chi i canestri li fa.

Lucca: Dotto, Crippa, Wojta, Harmon, Pedersen.

Schio: Sottana, Anderson, Macchi, Walker, Yacoubou.

Tutta la tensione che c’è sui volti delle giocatrici di Lucca si evidenzia nei tiri: 7 conclusioni di fila sbagliate prima del canestro di Harmon. Schio va sotto a cercare Yacoubu che è immarcabile e le venete allungano, grazie anche a due triple di Sottana e Anderson e a un pasticcio di Wojta che nell’ultima azione sola sotto canestro non concretizza. Gesam chiude il primo quarto con 3/17 da 2, appena il 18% contro il 50% (7/14) del Famila. Il tabellone dice 11-21 per Schio.

In avvio di secondo quarto Wojta prova a farsi perdonare e infila due canestri più un libero per un fallo subito. Lucca torna a -5 (16-21) e Mendez rimanda in campo Yacoubou e la francese continua il suo show portando Schio al massimo vantaggio sul 34-20. Ma il cuore di Lucca batte ancora. Harmon (2+1) e Crippa (tripla) riavvicinano Le Mura,  Macchi e Yacoubou la puniscono, ma il finale di tempo è caratterizzato da due penetrazioni di Dotto: la piccola play sfida, aggira e batte il gigante Yacoubou depositando la palla nel canestro. 32-38 all’intervallo lungo.

Al rientro in campo il leit motiv del match non cambia. Yacoubou continua a far male a Lucca che non riesce a restare su percentuali di realizzazioni accettabili. Così dopo 4 punti della francese è una tripla di Anderson a dare a Schio il 38-50 al 25’50”. Harmon trova il tiro dall’angolo ma poi si mangia un canestro dopo un recupero d Dotto. Sottana ne approfitta con 5 punti di fila (liberi e tripla), Dotto con carattere replica: bomba e penetrazione nonostante Yacoubou. Poi la francese in attacco sbaglia il tiro, prende il rimbalzo segna e subisce fallo: 45-58 al 30′.

In avvio di ultimo quarto arrivano 2 fischi contro Pedersen, che deve uscire al 31′. Subito dopo un fallo fischiato a Crippa scatena le reazioni di pubblico di casa e di Diamanti che prende tecnico. Macchi con calma glaciale mette la tripla del 45-63 che di fatto chiude garadue. Anche se Lucca non si arrende e lotta con grande generosità, con Dotto che mette altri 4 punti. Mendez, memore dell’ultimo quarto di due giorni prima, chiama timeout per sistemare le cose. Ma Lucca non ne ha più, Dotto è l’ultima ad arrendersi mentre Schio colpisce a ripetizione e il punteggio finale è ingeneroso nei confronti delle Mura. Che adesso può solo provare a guastare la festa scudetto che il Famila pregusta già domenica pomeriggio.

Mvp Basketinside: Yacoubou

Lucca – Schio 54-78 (11-21, 32-38, 45-58).

Lucca: Viale ne, Templari, Dotto 17, Wojta 10, Reggiani ne, Harmon 11, Crippa 6, Gaeta ne, Laterza 2, Mandroni ne, Pedersen 8, Gatti 2. Coach Diamanti.

Schio: Yacoubou 25, Gatti 5, Sottana 10, Battisodo ne, Anderson 9, Masciadri 3, Walker 15, Zandalasini, Ress, Macchi 11, Bestagno ne. Coach Mendez.

Arbitri: Costa di Livorno, Marziali di Roma, Castiglione di Palermo.

Il dopogara. “Schio ha avuto ottime percentuali per tutta la partita, noi no e quindi non ci è servito avere tirato più di loro. in queste condizioni era impossibile vincere”. E’ stringente l’analisi di coach Diamanti al termine della gara: “Abbiamo provato a riavvicinarci, ma poi nostri errori e qualche episodio sfavorevole non ci hanno consentito di riaprire il match. La squadra comunque ha dato tutto”.

Dall’altra parte ovviamente soddisfatto il tecnico delle orange, Miguel Mendez: “Abbiamo giocato bene come avevamo fatto anche in garauno tranne gli ultimi 5 minuti. Abbiamo preso il largo nel secondo tempo quando anche Lucca ha commesso falli che ci hanno consentito di andare in lunetta. Yacoubou decisiva? L’abbiamo cercata, come sempre e lei ha risposto molto bene. La serie comunque non è chiusa, Lucca ha già dimostrato di poter vincere a Schio. Certo, ora abbiamo un bel vantaggio”.

Fotogallery a cura di Marco Brioschi – Fabrizio Liberi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy