A1F – Lucca pronta al big match in casa delle Lupe

A1F – Lucca pronta al big match in casa delle Lupe

Coach Diamanti vuole una squadra determinata, coesa e attenta ai particolari: “Conosciamo la loro forza, sarà un incontro molto difficile”.

Una squadra determinata, coesa, attenta ai particolari, quelli che possono decidere l’esito della sfida. E’ quella che coach Diamanti confida di vedere domenica alle 18 sul parquet di San Martino di Lupari, dove il Basket Le Mura giocherà una partita fondamentale per il piazzamento al termine della regular season.

Una partita contro una squadra, il Fila, che a Lucca gode di grande considerazione e rispetto e che viene ritenuta un’avversaria molto difficile. Ma Gesam Gas&Luce è forte delle convinzioni maturate durante tutto il campionato, d’altronde 21 vittorie in 22 partite non si ottengono per caso e se questa squadra è prima in classifica con 4 punti di vantaggio sulle più dirette inseguitrici (Schio e Ragusa) lo deve anche alla maturità, alla consapevolezza, alla capacità di trovare, gara dopo gara, le risorse necessarie per portare a casa i due punti.

“San Martino è una squadra equilibrata, che gioca bene – dice la guardia biancorossa Elisa Templari – sarà una gara tosta. Noi siamo consce dell’importanza e della difficoltà di questo incontro”.

La preparazione al match in casa Le Mura è stata ostacolata dal virus influenzale, che ha colpito un paio di giocatrici, costringendo lo staff tecnico ad allenamenti non a ranghi compatti. Ma sono situazioni da mettere nel conto nell’arco di una stagione.

Il coach Mirco Diamanti preferisce soffermarsi su altri aspetti: “San Martino di Lupari è una bella realtà del basket rosa, C’è una società che sa muoversi in modo oculato e una squadra ben allenata che nella stagione passata e in questa sta facendo molto bene. E’ una compagine pericolosa, con grandi equilibri, strutturata bene, con una panchina importante e un gruppo di italiane valido: dall’esperienza di Gianolla alle doti di giocatrici come Filippi e Favento, specialiste che se entrano in ritmo sono difficili da contenere.

“Poi – aggiunge Diamanti – ci sono due americane molto fisiche, che penetrano, attaccano il ferro, che sanno tirare da fuori. Giocano in modo aggressivo e direi che le due squadre si somigliano, anche se il Fila ha più possibilità di fare canestro dall’arco rispetto a noi”.

La gara è stata preparata con cura dallo staff tecnico biancorosso. “E’ uno scontro importante – spiega il coach della capolista – il secondo della serie che ci attende in questo finale di regular season. Il primo con Venezia lo abbiamo vinto, e dopo San Martino affronteremo Schio e Ragusa”.

Vincere in Veneto significherebbe per il Basket Le Mura, già sicuro della terza poltrona, ipotecare il secondo posto. “Che sarebbe già una posizione di grande prestigio”, afferma Diamanti. Ma la sensazione è che la sua squadra non voglia accontentarsi e proverà fino in fondo a mantenere la vetta della classifica. Prima dei playoff, ovvero di un altro campionato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy