A1- Wojta e Harmon spingono Lucca, Torino cede 61-47

A1- Wojta e Harmon spingono Lucca, Torino cede 61-47

La Fixi parte meglio e va avanti di 7, poi la capolista, meno brillante di altre volte, recupera e allunga con i canestri delle due straniere. Diamanti pragmatico: “Due punti in più e una partita in meno”

Ci pensano Julie Wojta e Jillian Harmon a togliere le castagne dal fuoco e a servire sul piatto del Basket Le Mura Lucca altri due punti importanti contro Torino (61-47). La prima, dopo un avvio incerto e confuso, è la protagonista della rimonta della capolista, sotto di 7 (9-16) dopo 5’30”. La seconda firma l’allungo decisivo all’inizio del secondo tempo, con 8 punti di fila che dilatano il vantaggio su Torino portandolo alla doppia cifra, da dove di fatto non si schioderà più.

Vince la sua 21esima partita (su 22 disputate) di questo campionato Gesam Gas&Luce e a differenza di 4 giorni prima contro Venezia, lo fa al termine di un match bruttino, contrassegnato da tanti, troppi errori in attacco e da disattenzioni difensive che mai in questa stagione si erano viste in questo numero.

Sulle giocatrici di Lucca ha certamente pesato lo stress mentale della sfida con Venezia, che ha portato via tante energie. Coach Diamanti e il vice Piazza avevano già percepito i primi segnali negli allenamenti di venerdì e sabato e il campo ha dato una risposta inequivocabile. Squadra poco lucida e precisa, meno intensa in difesa rispetto alle prestazioni abituali. E così Torino, psicologicamente più libera in campo, non si fa pregare per andare a canestro e approfittare degli sbagli della capolista. Coen, Anderson e la lucchese Puliti colpiscono a ripetizione, la Fixi va avanti di 7 prima di subire il ritorno di Gesam Gas per il 17-21 del primo quarto.

In avvio del secondo tempino è Pedersen che impatta a 23, poi Wojta mette 6 punti per il primo allungo della capolista, rintuzzato dalla solita Anderson. 31-27 all’intervallo, dopo una buona presenza di Laterza sul parquet per fare prendere fiato a Harmon.

L’ala di passaporto inglese si ripresenta determinatissima in avvio di terzo quarto: tre canestri di fila e poi il quarto che porta Lucca sul 41-29 dopo 23’20”. Da quel momento la gara è saldamente nelle mani della capolista, che continua a sbagliare tutto quello che può in attacco, ma che non paga dazio perchè Torino ha le polveri bagnate e fa altrettanto, nonostante la difesa di Gesam non sia proprio irreprensibile.

Un parziale di 0-5 firmato da Quarta e Mitongu non preoccupa Gesam che chiude il quarto con 4/6 dalla lunetta (2 errori di Reggiani, senza macchia Pedersen). L’ultimo tempino, dopo l’1/2 di Coen ai liberi, registra altri due canestro di Harmon e una bella penetrazione con canestro di Dotto. Si è già pronti per i titoli di coda, Gatti sigla il 57-39 e Diamanti dà spazio anche alle giovani Viale, Gaeta e Mandroni. Pochi secondi ma meritati per tre ragazze che a pieno titolo danno il loro contributo alla squadra: se non in partita, almeno per ora, in allenamento, mettendo energia e intensità.

Lucca archivia la vittoria e si proietta sull’impegnativa trasferta di San Martino di Lupari. Torino sa che dovrà fare meglio, contro avversarie più abbordabili, per conquistare i punti salvezza e un posto nei playoff.

Alla fine il coach di Gesam Gas&Luce Mirco Diamanti è pragmatico, dopo essere stato visto durante la gara più volte con le mani nei capelli per gli errori delle sue ragazze: “Abbiamo 2 punti in più in classifica e una partita da giocare in meno – dice il tecnico di Carrara -. Credo che questa gara abbia dimostrato come è difficile avere continuità ad alto livello giocando ogni tre giorni. Ci abbiamo messo un po’ a carburare, poi i punti di Harmon all’inizio del secondo tempo ci hanno consentito di allungare. Come ci è capitato altre volte, non abbiamo giocato in maniera brillante ma abbiamo comunque ottenuto il risultato e questo è un aspetto non casuale. Laterza? E’ stata ferma per mesi, adesso sta cominciando a trovare un po’ di condizione e potrà darci una mano”.

Lucca-Torino: 61-47 (17-21; 31-27; 47-36)

Gesam Gas&Luce: Viale , Templari , Dotto 7, Wojta 14, Reggiani 4, Harmon 20, Crippa 2, Gaeta , Laterza 2, Mandroni , Pedersen 10, Gatti 2. All. Diamanti

Fixi Piramis: Puliti 7, Quarta 4, Coen 10, Domizi ne, Anderson 10, Smith 4, Cordola , Sotiriou 5, Mitongu 5. All. Petrachi

Arbitri: Colazzo Elena (MI), Pierantozzi Marco (BO), Nuara Salvatore (GE)

Note: uscita per 5 falli Smith al minuto 37.

Fotogallery a cura di Roberto Liberi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy