A2- Albino sbanca Carugate e accede ai playoff

A2- Albino sbanca Carugate e accede ai playoff

Castel Carugate – Fassi Albino 59 – 74

Commenta per primo!

Castel CarugateFassi Albino 5974 (19-23, 32-37, 45-52)

CASTEL CARUGATE: Beretta A. 10 , Guarneri S. 6 , Stabile S. 14 , Colli C. 15 , Cerizza S. 2 , Frantini M. 4 , Volpi S. NE , Zuin G. 2 , Di Maio J. 2 , Scarsi M. 4 , Zanon M. NE ,
FASSI ALBINO: Birolini G. 2 , Birolini M. 3 , Locatelli M. 10 , Vincenzi G. 8 , Fumagalli L. 12 , Silva E. 6 , Isacchi E. 4 , Panseri A. 2 , Devincenzi S. 9 , Marulli S. 6 , Carrara A. , Bedalov G. 12 ,
ARBITRI:Edoardo Gonella, Paolo Puccini,
NOTE:  Castel Carugate tiri liberi 9/13 (69,2%), Fassi Albino tiri liberi 2/2 (100%)

I 20 minuti fino ad ora più palpitanti della stagione non li abbiamo vissuti sul rettangolo di gioco bensì davanti al cellulare, incredibile ma vero… Albino agguanta l’8° posto in classifica all’ultima giornata di campionato dopo aver espugnato il PalaPessano e sfruttato il ko casalingo di Costa Masnaga contro Sanga, match seguito proprio nelle battute finali sul “live” della Lega Basket Femminile che ha tenuto col fiato sospeso staff, giocatrici e tifosi una volta preso atto della discrepanza temporale tra le due gare!

All’apparire della scritta “finale” sono iniziati i festeggiamenti negli spogliatoi per un altro traguardo storico raggiunto in queste ultime stagioni con una scalata che ci ha viste protagoniste dalla B Regionale, passando per la finalissima in A3 proprio contro le avversarie odierne, per arrivare ad una salvezza storica e successivamente ai playoff per la massima serie!

Dietro tutto ciò anni di fatiche, sudore e tanto tempo regalato alla passione per la palla a spicchi di molte persone che, ancora presenti e non, stasera hanno gioito insieme a noi… a tutte indistintamente va il nostro più sincero GRAZIE!

Per quel poco che conta la cronaca di questa gara, affrontata ad onor del vero non al 100% da entrambe le formazioni, ha contato sicuramente di più la motivazione di un’Edelweiss vogliosa di finire eventualmente il 2015/2016 con una soddisfazione e comunque provare a coltivare il sogno playoff tramite un successo. Quest’ultimo è giunto grazie ad una prova corale di spessore, soprattutto nei momenti più complicati del match ovvero quando le padrone di casa, prive di Zanon e con Frantini a mezzo servizio, hanno provato con tattica e aggressività a giocare in ritmo playout guidate da una sontuosa e mai doma Stabile.

Con Lussana ko e Celeri indisponibile è toccato ad Eleonora Isacchi tornare in cabina di regia dal primo minuto, salvo poi cedere per questioni fisiche non ottimali lo scettro ad una pimpante e motivata Michela Birolini. La qualità maggiore messa in campo dal Fassi in gran parte degli altri ruoli ha fatto poi la differenza con l’eterna “Fumabomber” seguita a ruota dalle altre esterne (Locatelli, Marulli, Devicenzi) a colpire da oltre l’arco dei 6,75 finalmente con continuità.

Grande impatto in una percentuale surreale dal campo (57%) da parte del trio Bedalov-Silva-Vincenzi le cui iniziative contro la zona sia adattata che 2-3 del Castel hanno fatto in alcune situazioni il vuoto dentro il pitturato con la sola (e brava) ex Scarsi a tentare invano di limitarne i danni. In particolare la lunga croata, dopo un timido inizio, è parsa molto più vivace fisicamente segno che proprio nella serie playoff appena acquisita potremmo aspettarci un rendimento degno delle qualità decantate nel basket mercato estivo e ammirate nelle prime giornate pre-infortunio.

Uff.Stampa Fassi Albino

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy