A2 – Alpo non fa sconti a nessuno, sbancata Udine

A2 – Alpo non fa sconti a nessuno, sbancata Udine

La capolista Alpo continua a volare.

di La Redazione

Resta l’amaro in bocca alla Delser Udine che, con la sconfitta rimediata nella sfida interna contro l’EcodentPoint Alpo Basket ’99, una delle capoliste del girone Nord di serie A2 femminile, per 42-63, ha incontrato il terzo stop consecutivo. Una partita a due volti perché nei primi venticinque minuti al PalaCarnera di Udine ha regnato l’equilibrio: la Libertas aveva le carte in regola, nonostante gli infortuni e giocatrici non al pieno della forma fisica, per giocarsela fino in fondo; poi, però, alcuni episodi, tra cui il quinto fallo di Ljubenovic, e le ampie rotazioni di una squadra solida come Alpo hanno prevalso, condannando la Libertas Basket School a un -21 finale che non rende giustizia alla gara disputata dalle ragazze di coach Francesco Iurlaro.

WhatsApp Image 2018-11-03 at 22.00.04CRONACA. Parte bene Udine con il canestro dalla media di Rainis. Alpo però vuole dare subito una sterzata alla gara e nel giro di due azioni – complice una Pertile in gran lustro – mette in piedi un parziale di 0-8 che porta il punteggio sul 2-8. Passano alcuni minuti senza canestri, le difese sono molto aggressive. Poi Vella infila la tripla del 5-8, spingendo la Delser alla rimonta. Il primo quarto infatti si chiude sul -2 (9-11) con la Libertas che dimostra grande concentrazione e applicazione in campo. Nel secondo quarto la situazione rimane equilibrata, anzi Udine comincia a prendere coraggio e a segnare canestri importanti dall’arco con Ljubenovic. Poi, sul 17-16, arriva la reazione della formazione ospite: Ramò infila un’altra tripla e Pertile, su palla recuperata, corre in contropiede per il lay-up del 18-23. Coach Iurlaro chiama immediatamente time-out, ma anche al rientro l’Ecodent riesce a mantenere 5 punti di vantaggio fino alla sirena di metà partita (20-25). Dopo la pausa lunga, Alpo lancia la prima fuga con il canestro di Pertile. Udine, però, è ancora sintonizzata sul match e vuole giocarsela fino in fondo. Ljubenovic e Romano “bombardano” dai sei e settantacinque (6-0) riportando la situazione al -1 (26-27). A metà terzo quarto la sensazione è di assistere a una gara ancora in piena discussione. Solo con il passare dei minuti, infatti, la difesa della Delser comincia scricchiolare: Ramò trova ancora il fondo della retina, mentre Ljubenovic, dopo aver segnato l’ennesima tripla per il 29-35, commette il suo quarto fallo e viene richiamata in panchina da coach Iurlaro. Il gap a fine terzo quarto è di dieci lunghezze (34-44). Ora Udine, senza la sua miglior realizzatrice, fatica ad arrivare al ferro con pericolosità; aumentano anche le palle perse e per Alpo diventa facile mettere la freccia e scappar via. Anche quando rientra la giocatrice slovena della Delser, seppur per pochi minuti prima del quinto fallo commesso, la situazione non cambia: i soli 8 punti segnati in dieci minuti condannano Udine al -21 finale (42-63).

DELSER LBS UDINE 42 – ALPO BASKET ’99 63 (9-11; 20-25; 34-44)

UDINE: Bianco 4, Vella 3, Ianezic 2, Sturma 2, Bric, Vicenzotti 6, Rainis 2, Ljubenovic 16, Romano 7. Non entrate: Ivas e Zanelli. Coach Iurlaro.

ALPO: Pertile 17, Vespignani 4, Dell’Olio 10, Scarsi 5, Ramò 15, Zanella 8, Cecili 4, Baciga, De Rossi, Pastore, Venturi. Non entrata: Zampieri. Coach Soave.

Uff.Stampa Delser Udine

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy