A2 – Alpo perde ancora, niente da fare a Crema

A2 – Alpo perde ancora, niente da fare a Crema

Parking Graf Crema – Alpo Bk Villafranca 68 – 60

di La Redazione

Parking Graf Crema – Alpo Bk Villafranca 68 – 60 (17-13, 35-24, 56-45, 68-60)

PARKING GRAF CREMA: Melchiori* 10 (2/6, 2/3), Nori* 6 (2/8 da 2), Capoferri 17 (3/6, 2/6), Iuliano, Blazevic* 13 (5/10, 1/3), Caccialanza 4 (0/1, 1/3), Parmesani*, Cerri 2 (1/2 da 2), Degli Agosti NE, Grassia, Parmesani NE, Rizzi* 16 (3/6, 2/4)
Allenatore: Sguaizer D.
Tiri da 2: 16/41 – Tiri da 3: 8/22 – Tiri Liberi: 12/17 – Rimbalzi: 39 11+28 (Nori 9) – Assist: 12 (Rizzi 4) – Palle Recuperate: 7 (Melchiori 4) – Palle Perse: 12 (Rizzi 3) – Cinque Falli: Parmesani

ALPO BK VILLAFRANCA: Pertile* 3 (1/3, 0/5), Vespignani* 8 (1/4, 0/4), Dell’olio* 9 (3/11, 0/1), Zanella, Venturi NE, Baciga NE, Scarsi, Zampieri* 24 (7/13, 2/4), Pastore NE, Ramò* 12 (2/2, 2/5), Cecili 4 (2/2, 0/2), De Rossi NE
Allenatore: Soave N.
Tiri da 2: 16/36 – Tiri da 3: 4/22 – Tiri Liberi: 16/21 – Rimbalzi: 42 11+31 (Vespignani 13) – Assist: 7 (Vespignani 3) – Palle Recuperate: 5 (Vespignani 2) – Palle Perse: 15 (Squadra 4)
Arbitri: Giansante A., Fabiani A.

Il “big match” che metteva in pallio l’aggancio della vetta della classifica sorride alla Parking Graf Crema. Al termine di una gara agonisticamente molto combattuta a festeggiare davanti al pubblico amico sono state le ragazze di coach Sguaizer protagoniste di un’ottima prestazione al cospetto di una avversaria costretta ad inseguire praticamente dall’inizio alla fine (solo con il primo canestro della contesa la formazione veneta è riuscita a mettere la testa avanti). Bisogna dare merito alle ragazze di coach Soave di aver lottato fino al termine ma allo stesso tempo riconoscere alle vincitrici dell’incontro di aver meritato la posta in pallio in virtù di una gara molto positiva sotto ogni punto di vista. Unico neo l’aver perso un po’ le misure nel finale che hanno favorito il rientro della formazione ospite che ha recuperato terreno facendosi sotto pericolosamente dopo aver ridotto uno svantaggio che avrebbe potuto assumere contorni molto pesanti. Ma facciamo un passo indietro. Era una gara ricca di motivazioni per entrambe le formazioni che nell’occasione si giocavano non poco nell’immediato ma anche in prospettiva futura. Il successo regalava il vertice della classifica e riteniamo una seria ipoteca anche in chiave piazzamento final eight di Coppa Italia. La partita ha tardato un po’ a decollare con i primi 5’ caratterizzati da un sostanziale equilibrio con le difese protagoniste nel contenere le iniziative avversarie. E’ Capoferri nel colpire in rapida sequenza con un 2/2 dalla lunga distanza a determinare il primo break della gara che al termine del primo periodo fissa sul 17-13 il risultato a favore delle padrone di casa. Nei secondi 10’ Caccialanza & C. alzano di molto il livello della propria prestazione in ogni zona del campo e fatte salve alcune disattenzioni prendono decisamente in mano la situazione portando il proprio vantaggio in doppia cifra. Al riposo lungo il tabellone segna un 35-24 confortante per le padrone di casa. Il vantaggio di 11 punti viene conservato anche nel terzo tempo, il più prolifico dal punto di vista realizzativo (21-21) e viene incrementato nella parte iniziale con un +19 che sembrerebbe aver chiuso ogni conto. Ma l’Alpo è squadra di grande carattere oltre che di valori importanti valori tecnici. Non ci sta e reagisce da squadra di grande carattere che non vuole arrendersi e vuole vendere cara la pelle fino alla fine. Le padrone di casa calano vistosamente perdendo in lucidità e concretezza favorendo il recupero della formazione veneta che rosicchia punto su punto fino a far sentire sul collo il proprio fiato alle avversarie. Dal -19 si passa ad un -4 preoccupante per le ragazze di coach Sguaizer che compiono un ultimo sforzo recuperando quella compattezza e attenzione difensiva che aveva caratterizzato buona parte dell’incontro. Gli ultimi punti della gara sono ad opera di Rizzi che chiude definitivamente i conti di una partita che non ha certamente tradito le attese della vigilia e che proiettano la Parking Graf in vetta alla classifica al fianco di Costa Masnaga. “Non possiamo nascondere la nostra soddisfazione per un successo che ritengo pienamente meritato per quello che la squadra ha fatto nei 40’”. Il commento del presidente Paolo Manclossi. “Le ragazze hanno dato veramente tutto giocando una grande partita sotto ogni punto di vista superando una squadra che non si è mai data per vinta anche quando ormai sembrava sul punto di crollare e che ha confermato, ma lo sapevo, tutto il proprio valore. Sicuramente sarà protagonista fino alla fine. Ci godiamo la posizione in classifica che non dobbiamo dimenticare è frutto di tanto lavoro e impegno da parte delle ragazze e del nostro staff”.

Uff.Stampa Basket Team Crema

Fotogallery di Marco Brioschi

MAR_BRI29698

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy