A2- Ancona battuta, esulta Brindisi nello “spareggio” salvezza

A2- Ancona battuta, esulta Brindisi nello “spareggio” salvezza

Colpo esterno di Brindisi.

Commenta per primo!

Bk Girls Ancona – Guarnieri Tour Operator Brindisi 68 – 71 1ts (13-17, 31-33, 41-49, 59-59)

BK GIRLS ANCONA: Mataloni M. 11 , De Chellis F. 6 , Pieraccini A. 16 , Dell’Olio S. NE , Sordi C. 13 , Ostojic K. 15 , Gramaccioni B. 3 , Villa E. 4 , Bolognini I. NE , Pettinari F. , Takrou A. NE , All. Caboni Giuseppe
GUARNIERI TOUR OPERATOR BRINDISI: Toscano L. 12 , Falcone F. 2 , Mariutti M. NE , Fersino M. 2 , Boccadamo L. 13 , Rodriguez Perez D. 6 , Lauria S. 3 , Miccoli M. 14 , Siccardi V. 10 , Tolardo F. 5 , D’Agnano C. 4 , All. Ermito Gaetano

ARBITRI:Rebecca Di Marco, Giorgia Di Luzio,
NOTE: Bk Girls Ancona tiri liberi 20/31 (64,5%), Guarnieri Tour Operator Brindisi tiri liberi 17/29 (58,6%)

La sconfitta più amara della stagione che arriva nel confronto diretto per evitare gli inferi della retrocessione diretta dall’ultimo posto. Il Basket Girls perde la sfida dal sapore di spareggio salvezza contro Brindisi e da stasera è da solo sull’orlo del baratro. Per sperare in un aggancio a chi sta davanti ora non servono soltanto le proprie forze, quelle energie che le ragazze di Caboni hanno messo in campo per 45′ ma senza risultato finendo per vedere esultare una delle dirette rivali per la salvezza.

Ha vinto Brindisi meritatamente. Le pugliesi hanno condotto la gara sin dall’inizio e tenuto a bada un Basket Girls che ha dovuto fare i conti con la sfortuna (Takrou fuori dopo il riscaldamento colpita da attacco influenzale) ma anche con i suoi tanti errori che ormai lo accompagnano a ogni uscita. Segnali positivi dalla nuova arrivata Ostojic che ha confermato le buone credenziali con le quali si è presentata ad Ancona. Fisicità, presenza a rimbalzo e ottimi movimenti spalle a canestro, Subito doppia-doppia all’esordio dopo quattro allenamenti con le nuove compagne, anche le cifre mettono il giudizio positivo sulla prima gara italiana della bionda serba. Il resto della serata ha visto la solita prova di Carola Sordi,  sul patibolo per i colpi non sempre legittimi ricevuti dalle difese avversarie ma che macchia la sua prova con l’uscita per falli che ha lasciato la squadra senza il suo faro nell’overtime. Bene Mataloni, anche lei out per 5 falli, tra le baby non è dispiaciuta Pieraccini, le altre a corrente alternata ma tutte si sono date da fare per la causa biancorossa ma non è bastato.

La gara ha visto Brindisi tenere sempre il vantaggio arrivato al massimo di nove punti in un paio di occasioni. Ancona ha vissuto sui lampi e non ha mai mollato la presa anche quando era piombata a -9 a 5′ dalla fine e tutto sembrava compromesso. Un paio di situazioni favorevoli e la sfrontatezza di Pieraccini, sua la tripla dall’angolo che ha mandato tutti in pratica all’overtime, hanno portato fiducia e permesso alle ragazze di Caboni di poter sperare nel gran colpo. Nel supplementare però senza Sordi, e dopo due minuti anche Mataloni ha salutato tutti, è stato tutto difficile e complicato. A 1′ dalla fine è arrivato addirittura anche il primo, unico vantaggio, della lunga e amara serata del PalaPrometeo Estra “L.Rossini” ma subito dopo le pugliesi hanno rimesso le cose a posto e portato a casa vittoria e un pezzo di salvezza.

Uff.Stampa Basket Girls Ancona

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy