A2 – Ariano a Catania per tentare la fuga

A2 – Ariano a Catania per tentare la fuga

Commenta per primo!

E’ la trasferta più lunga della prima fase quella che in queste ore sta compiendo l’Lpa Ariano Irpino. Sabato, alle 18, le ufitane saranno impegnate a Catania contro l’Olympia ’68. L’Lpa arriva in Sicilia dopo le due vittorie nei derby contro Salerno e Battipaglia. Un ulteriore successo equivarrebbe alla prima fuga causa il concomitante turno di riposo di Brindisi. Le ragazze di coach Agresti hanno capitalizzato al massimo l’avvio di campionato pur non brillando a testimonianza di una solidità e qualità di fondo che lascia ben sperare per il prosieguo.

PAROLA DI “PAPE” – Chiara Rossi è tra le note liete di questo avvio di stagione in casa Lpa. Il play è soddisfatto del suo inserimento nel gruppo: “Sento la giusta fiducia e responsabilità. Mi piace poter essere sempre un punto di riferimento per la squadra. Il nostro è un bel gruppo, stiamo molto bene in campo e fuori”. Rapporto speciale con Silvia Sarni, ma anche consigli per le giovani pari ruolo Aversano e Santabarbara: “Trascorro molto tempo con Sarni, ma solo perché ci conosciamo fin da ragazzine. Mi trovo bene con tutte. A Manuela e Marisabel posso solo dire di continuare ad impegnarsi come stanno facendo dall’inizio. Il lavoro paga sempre”. La conference centro-sud resta durissima ed equilibrata oltre le previsioni, con squadre, come Salerno e la stessa Catania, che si stanno rivelando estremamente competitive: “Credo che questo girone sarà molto equilibrato. Ogni partita sarà alla stesso tempo importante e difficile. Ci vuole la giusta continuità. Mi piace di più pensare a noi. Ho molta fiducia nella nostra squadra. Dobbiamo trovare la giusta alchimia ed essere abili ad incanalare le potenzialità individuali a favore della squadra. Ciò è possibile solo lavorando giorno dopo giorno in modo da essere davvero pronte quando conta, chiunque sia il nostro avversario”.

L’AVVERSARIA – Catania arriva al match di domani dopo due buone prestazioni: la vittoria netta su Viterbo e la positiva prestazione di Napoli pur senza successo. Tra i punti di forza della formazione di coach Porchi spiccano il play-guardia Enrica Pavia, l’anno scorso a Pozzuoli in A1, che ricopre tutti i ruoli sul perimetro dando un supporto di grande qualità a Servillo in cabina di regia ed alla bomber, la veterana Mara Buzzanca lo scorso anno a Salerno. La figlia del presidente, Giulia Melissari, è l’altra esterna presente nelle rotazioni insieme al prodotto del vivaio di Priolo, la 19-enne Giorgia Guerri. Sotto canestro le etnee si affidano soprattutto alla 23-enne lunga ceca, Renata Brezinova, che ha il minutaggio più alto del gruppo. Il suo backup è Antonelli, mentre La Manna ed Anechoum si dividono i compiti nello spot di “quattro”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy