A2- Ariano non tradisce i propri tifosi e batte la Civitanova Marche

A2- Ariano non tradisce i propri tifosi e batte la Civitanova Marche

Commenta per primo!

Escono alla distanza Le Farine Magiche che si regalano contro Civitanova Marche un successo in volata, tanto sofferto quanto fondamentale nella corsa play-off. Dopo un avvio che lasciava presagire ben altro epilogo le ragazze di coach Ferazzoli hanno dovuto fronteggiare la buona vena delle avversarie (Manzini 5/8 dall’arco) ed il controllo dei tabelloni nella fase centrale del match. La scossa è arrivata nella ripresa ed in particolare nell’ultimo quarto (18-9 l’ultimo parziale) in cui la difesa irpina ha fatto la differenza facendo mutare in positivo il dato dei rimbalzi e soprattutto delle palle recuperate. Quintetto rossoblù sugli scudi: tutto in doppia cifra. Mvp Camilla Valerio: costante difensiva per l’intero arco della gara, ha saputo ergersi a protagonista con i due canestri del definitivo sorpasso del 39’.

LA GARA – Civitanova propone il quintetto piccolo con la sola Di Costanzo sotto le plance. Celmina ne approfitta uscendo bene dalla palla a due (8-4 al 4’ con sei punti della lettone). Ariano trova buone soluzioni offensive che vengono capitalizzate da oltre l’arco da una positiva Zanetti e da capitan Maggi (14-7 al 5’). Civitanova resta in scia affidandosi all’artiglieria pesante di Manzini e Gomes. Coach Melappioni intuisce che il match può cambiare sotto le plance ed affianca Delibasic a Di Costanzo. E’ la svolta: il controllo dei tabelloni e dei rimbalzi è determinante, tanto quanto la mano calda di Manzini da oltre l’arco (3/3 al 14’). Una tripla di Perini vale il primo allungo deciso (22-28 al 15’). La pressione su Marinelli, in posizione di play, propizia la mini reazione arianese, sostenuta da Maggi e Valerio (29-30 al 19’). E’ Di Costanzo però a riallungare sul finire di quarto (29-34 al 20’). Cinque punti consecutivi di Perini mettono paura in avvio di ripresa (31-39 al 22’). Un fallo dubbio fischiato a Valerio stimola la reazione di coach Ferazzoli e del pubblico. Cupido e Zanetti la ritrovata verve difensiva. L’aggancio non arriva perché Gomes e Delibasic si regalano canestri tanto difficili quanto preziosi. Civitanova prova a chiuderla anzitempo con Manzini e Perini (47-55 al 33’). Ariano fa una fatica incredibile a trovare la via del canestro. La gara quasi in ghiaccio, ma Civitanova si suicida. La caparbietà di Cupido e Maggi frutta due palle recuperate e cinque punti in un amen (53-55 al 35’). Il cambio di passo in difesa esalta il pubblico del Pala Cardito che trascina le rossoblù al pareggio: è Celmina a firmarlo. La gara è una corrida: non si segna per due lunghissimi minuti in cui si perde il conto delle palle contese. Ad apporre la griffe sul match è Camilla Valerio. L’ala arianese, determinante per tutto l’arco della gara nella propria metà campo, confeziona i due canestri del ko. Ci pensa poi Cupido a blindare la gara dalla lunetta negli ultimi 17” ed a nulla serve la quinta tripla della serata di una indemoniata Manzini.

LE FARINE MAGICHE ARIANO IRPINO – INFA FEBA CIVITANOVA MARCHE: 63-58

Ariano Irpino: De Luca 2, Valerio 12, Falanga M., Santabarbara, Falanga A., Vargiu, Albanese, Maggi 12, Cupido 14, Celmina 13, Zanetti E. 10, De Michele. Coach: Ferazzoli.
Civitanova Marche: Bocola n.e., Gomes 8, Perini 13, Zaccari n.e., Trobbiani 2, Romano n.e., Delibasic 5, Di Costanzo 9, Marinelli, Stronati n.e., Manzini 21. Coach: Melappioni.
Parziali: (20-16; 29-34; 45-49)
Arbitri: Giovanni Roca di Avellino, Lucia Bernardo di San Nicola La Strada (CE)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy