A2 – Blitz Civitanova Marche, sbancata Empoli

A2 – Blitz Civitanova Marche, sbancata Empoli

Passo falso della capolista.

di La Redazione

USE Rosa Scotti Empoli – Infa Feba Civitanova Marche 50 – 54 (8-13, 18-29, 32-43, 50-54)

USE ROSA SCOTTI EMPOLI: Rosellini 2 (0/3, 0/6), Calamai* 8 (3/4, 0/3), Gimignani 3 (0/0, 0/0), Chiabotto 10 (2/6, 2/4), Pochobradska* 9 (1/7, 1/2), Lucchesini*, Francalanci NE, Malquori NE, Manetti, Narviciute* 16 (7/16 da 2), Brunelli* 2 (1/4, 0/9)
Allenatore: Cioni A.
Tiri da 2: 14/42 – Tiri da 3: 3/25 – Tiri Liberi: 13/18 – Rimbalzi: 47 21+26 (Narviciute 14) – Assist: 8 (Brunelli 3) – Palle Recuperate: 12 (Narviciute 4) – Palle Perse: 18 (Narviciute 7)

INFA FEBA CIVITANOVA MARCHE: Orsili 4 (2/7, 0/1), Rosier* 5 (1/1 da 2), Paoletti 6 (0/1, 2/2), Perini* 12 (3/8, 1/4), Bocola 7 (2/5, 1/2), Mataloni* 13 (3/8, 0/2), Marinelli*, Pelliccetti NE, D’amico NE, Ceccarelli* 7 (2/8, 1/6)
Allenatore: Matassini A.
Tiri da 2: 13/38 – Tiri da 3: 5/18 – Tiri Liberi: 13/16 – Rimbalzi: 41 11+30 (Rosier 16) – Assist: 11 (Perini 4) – Palle Recuperate: 10 (Mataloni 3) – Palle Perse: 21 (Mataloni 8)
Arbitri: Crudele N., Grazia L

La corsa verso la serie A1 dell’Use Scotti Rosa conosce il suo secondo stop. Dopo Spezia a passare alla Lazzeri è Civitanova Marche che vince per 50-54 approfittando di una serata non felice in attacco delle biancorosse. La squadra ospite porta a casa la vittoria senza fare cose eclatanti, ma semplicemente facendo bene quelle normali, cosa che questa volta non riesce alle ragazze di Alessio Cioni. Alla fine, così, a fare la differenza sono i tanti errori che la Scotti commette al tiro e che finiscono per pesare come macigni. Anche quando, nel finale, arriva il riavvicinamento più deciso, la squadra non riesce ad avere la lucidità di gestire bene un paio di situazioni che, se concretizzate, avrebbero dato con ogni probabilità la vittoria. La rabbia che ovviamente c’è a fine partita non cancella comunque niente del campionato dell’Use Rosa che mantiene ancora intatte le possibilità di promozione diretta ed a cui, alla luce di quanto si è visto fino ad oggi, si può anche perdonare una serataccia nella quale di cose che vanno bene ce ne sono poche, forse nessuna. Insomma, la classica partita ‘storta’ da archiviare in fretta per poi ripartire subito.

L’inizio dalla gara è bruttino, con le due squadre che non segnano per diversi possessi, con Civitanova che mette due liberi dopo 2 minuti e mezzo e la Chiabotto che muove il tabellino dopo 3. Non a caso il punteggio è molto basso e l’Use Rosa inizia già a litigare col canestro tanto che al 10′ siamo 8-13. La seconda frazione è emblematica della serata. L’Use Rosa segna solo dieci punti e tutti con la Narviciute che in un paio di situazioni (ad esempio sul 10-23) riesce in qualche modo a tenere a galla la partita che al riposo vede le squadre sul 18-29. Alla ripresa si accende la speranza visto che la Pochobradska mette una bomba e subito dopo la solita Narviciute il canestro del 23-29. L’Use Rosa difende forte ma Civitanova è brava a non mollare e tiene sempre le distanze nel punteggio, tanto che al 30′ siamo 32-43 con la frazione che si chiude in perfetto equilibrio (14-14). Le ospiti toccano il più 14 (34-48) ma, dopo 5 minuti, ecco la Scotti che tutti avrebbero voluto vedere. La Chiabotto dalla lunga segna, subito dopo la imita con due canestri dal campo la Calamai e, quando ancora la Chiabotto piazza un altro tiro pesante, la Lazzeri inizia a crederci davvero: 48-50 e 2 minuti da giocare. Civitanova segna un libero, la Narviuciute il 50-51 e, quando sull’azione seguente l’Use Rosa recupera palla, ecco l’occasione da non sprecare, quella del sorpasso. Ma la Scotti non trova il canestro e non segnerà più, mentre Civitanova segna quei 3 punti che le permettono di vincere la partita per 50-54.

E lunedì prossimo trasferta a Cagliari.

Uff.Stampa Use Basket

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy