A2-Bocchetti ne spara 20, il derby contro Salerno è di Napoli

A2-Bocchetti ne spara 20, il derby contro Salerno è di Napoli

Commenta per primo!

dikebasket.it

SACES NAPOLI – SALERNO 67-52 (29-13; 37-25; 50-40)

SACES NAPOLI: Ntumba 7, Pieropan 6, Maffenini 6, Cupido 8, Di Costanzo 4, Costa 8, Bocchetti 20, Fedele, Iuliano, Gross 8. All. Monda.
SALERNO: Costantino, Dentamaro, Fereoli 2, Stamegna 9, Potolicchio 17, Pierro, D’Alie 14, Ribezzo 6, Bertan 2, Osso, Ardito 2. All. Natale.

La Saces Dike Napoli supera Salerno ed accede alla finale del Memorial Gavagnin, dove troverà Ariano Irpno. Napoli parte fortissimo nel primo quarto e dopo appena quattro minuti è già avanti 12-1 grazie ad un gioco rapido e tiri ben costruiti, mentre le ospiti sono in difficoltà. La Potolocchio prova a scuotere le compagne con due ottime triple ma l’attacco di Napoli non si arresta ed il gap rimane in doppia cifra. Alla prima sirena è 29-13 per Napoli, che manda già a referto ben sette giocatrici. Nel secondo quarto però le cose cambiano, con la Saces che raffredda decisamente la mano segnando solo quattro punti in otto minuti, con le salernitane che trascinate dalle giocate rapide della D’Alie e della Potolicchio recuperano fino al -8 (31-23), ma poco prima dell’intervallo lungo le partenopee piazzano un nuovo mini-break e vanno al riposo sul 37-25, perdendo però la Maffenini per un infortunio. Nel terzo quarto Napoli ricomincia in quarta e piazza subito un 5-0 di parziale con una bomba della Bocchetti e un canestro della Cupido arrivando anche al +21, ma ancora una volta a replicare per Salerno è il duo D’Alie-Potolicchio, che frutta un controparziale di 10-0. Le ragazze di coach Natale arrivano fino al -6 sul 46-40 prima che un canestro della Ntumba e due liberi della Pieropan riportino la Dike sulla doppia cifra di vantaggio all’ultimo intervallo (50-40). L’inizio dell’ultimo quarto è bello e vibrante, con le ospiti che provano a rifarsi sotto con una tripla della ottima Potolicchio ma sempre dalla lunga distanza replica una straordinaria Bocchetti (fresca vincitrice del titolo di MVP dello scorso campionato) e lo scarto resta immutato (55-45 al 34’).A spezzare in due la gara però è ancora la Bocchetti, che prima piazza un’altra bomba e poi un canestro con aggiuntivo. Da quel momento Napoli prende il largo e negli ultimi minuti deve solo gestire. Finisce 67-52.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy