A2- Bologna troppo forte, vittoria agevole con il Fanola

A2- Bologna troppo forte, vittoria agevole con il Fanola

Bologna si conferma capolista solitaria

Commenta per primo!

Fanola San Martino – Matteiplast Bologna 58-75

LUPE SAN MARTINO: Morpurgo 4, Beraldo 5, Fietta 14, Busnardo 4, Scappin 4, Boaretto ne, Martini 1, Brutto 3, Crocetta, Pettenon 18, Keys 5, Milani. All. Tomei.
PROGRESSO BOLOGNA: Franceschelli 6, Cordisco 5, Occhipinti 1, Dall’Aglio 4, Storer ne, Tava 12, Mini 13, Cadoni 23, Poletti, Meroni 2, D’Alie 8, Nannucci 1. All. Andreoli.

ARBITRI: Zancolò di Casarsa della Delizia (PN) e Balducci di Valvasone (PN).
PARZIALI: 13-23, 36-37, 45-55.
NOTE: Uscita per 5 falli: Keys (36′). Fallo tecnico alla panchina di Bologna (17′). Tiri liberi: San Martino 14/22, Bologna 16/28.

Un Fanola generoso e mai domo ci prova fino alla fine contro la Matteiplast Bologna, ma alla fine deve alzare bandiera bianca e lasciare strada all’imbattuta capolista solitaria del girone B di A2.

È un avvio di gara da brividi per le giallonere: una serie di palle perse consente diversi canestri in contropiede a Bologna, che dopo 4′ conduce addirittura 2-15. È Fietta a sbloccare l’attacco di casa, capace di ricucire parzialmente le distanze (10-19 all’8′).

Le Lupe ci credono e iniziano a mille il secondo quarto: Brutto riavvicina ancora le sue, poi la tripla di Beraldo vale il -4 (19-23 all’11’). L’aggressività sulla rimessa avversaria consente tanti recuperi, e per più di un minuto le ospiti non riescono neanche a varcare la metà campo. Sul -3 San Martino ha diverse chance per avvicinarsi o impattare, e proprio sulla sirena di metà partita Pettenon riesce a trovare il tap-in che manda le squadre all’intervallo sul 36-37.

È ancora Pettenon (18 punti e 8/8 da due per lei) a firmare il primo vantaggio in apertura di terza frazione, e quando Scappin infila la tripla del 42-40 (24′) il Fanola inizia davvero a crederci. È in arrivo però un controbreak per Bologna, che approfittando del quarto fallo di Keys e dei tanti viaggi in lunetta chiude la frazione con un 7-0, sigillato dal furto e canestro sulla sirena di Cadoni.

Ora l’inerzia è tutta per la capolista, che al 32′ con la tripla di tabella di Cordisco tocca il +17 (45-62). Il Fanola non molla e combatte fino alla fine, ma ormai la partita ha preso la direzione delle ospiti. Escono comunque dal campo a testa alta le giallonere, che la settimana prossima saranno impegnate in un’altra sfida proibitiva sul campo di Marghera, reduce dalla prima sconfitta che le è costata la vetta della classifica.

Uff.Stampa Fanola San Martino

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy