A2- Bolzano sbanca Alghero e centra la prima vittoria

A2- Bolzano sbanca Alghero e centra la prima vittoria

Prima gioia stagionale per le bolzanine.

Commenta per primo!

Mercede Alghero – Bk Club Bolzano 52 – 76 (14-23, 21-39, 38-58)

MERCEDE ALGHERO: Spiga C. 4 , Zinchiri G. NE , Ponziani L. 3 , Barbone C. 5 , Marini C. , Azzellini S. 18 , Petrova A. 11 , Sow D. 7 , Solinas M. 4 , Manconi V. NE , Canu G. NE , All. Monticelli Manuela
ALPERIA ITAS BOLZANO: Ribeiro da Silva M. 8 , Giordano V. NE , Larcher S. 2 , Cela X. 2 , Fall S. 15 , Broggio J. 6 , Matic I. 22 , Lorenzi A. 2 , Desaler A. 6 , Pobitzer A. 7 , Piermattei G. 6 , All. Travaglini Maurizio

ARBITRI:Emmylou Mura, Matteo Spinelli,
NOTE: Mercede Alghero tiri liberi 19/30 (63,3%), Alperia Itas Bolzano tiri liberi 9/12 (75%)

Le ragazze bolzanine dopo il brutto colpo subito in settimana, alla notizia che il loro play titolare Viviana Giordano, rientrata su parquet solo da poche partite, dovrà nuovamente fermarsi, sono riuscite con un moto di orgoglio a prendersi in terra sarda quei due punti che già a Cagliari alla seconda giornata si erano lasciate sfuggire solo all’ultimo.

Partenza alle 4:15 di mattina per Linate e da lì volo per Alghero, breve passeggiata nella pittoresca città fortezza tra le mura del borgo antico e il mare, poi pranzo e un po’ di relax per smaltire almeno in parte la levataccia, ma non troppo perché alle 16:00 è già tempo di palla a due.

Le altoatesine iniziano subito in vantaggio e mantengono una distanza di sicurezza di 8/10 punti per tutto il primo parziale, senza però riuscire nello strappo decisivo (14-23).

Nel secondo quarto le percentuali al tiro del Basket Club Bolzano continuano a far ben pensare e i numerosi contropiede danno buoni frutti. Anche la difesa appare abbastanza attenta e le avversarie riescono a non uscire di scena soprattutto grazie ai numerosi falli sanzionati alle ospiti e alla buona risposta dalla lunetta delle sarde (12 su 12). Già prima della sirena tutte le 10 giocatrici a disposizione di coach Travaglini sono riuscite a scendere in campo e con buone rotazioni fino al 21 a 39 che porta negli spogliatoi per la pausa lunga.

La partita fin dai primi minuti è parsa sotto controllo senza mai un vero momento di sofferenza, con il vantaggio che via via è andato aumentando e con tutte le giocatrici a punti e buon minutaggio in campo. Escluse Ivona Matic e Safy Fall (risultate alla fine le migliori in campo rispettivamente con 22punti e 26 di valutazione lega e 15 punti e 22 di valutazione) che sono state in campo per più di 30 minuti, tutte le altre non sono andate oltre ai 25 ma nemmeno nessuna sotto ai 12. Fondamentale quindi la risposta e l’apporto di tutto il collettivo

Gioia per aver finalmente smosso la classifica e per aver dimostrato carattere e coesione in un momento così difficile psicologicamente.

Uff.Stampa Bolzano Basket

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy