A2- Broni non fa sconti, anche Vicenza espugnata

A2- Broni non fa sconti, anche Vicenza espugnata

Commenta per primo!

Velco VicenzaOMC Cignoli Broni 4662 (18-16, 23-31, 34-46)

VELCO VICENZA: Fietta E. NE , Colombo A. 2 , Prospero L. 9 , Stoppa V. 10 , Scaramuzza G. 6 , Ferri L. 9 , Grazian M. NE , Benko L. 4 , Ramon E. NE , Zimerle A. , Pegoraro M. 6 , All. Corno Aldo
OMC CIGNOLI BRONI: Landi A. NE , Galbiati V. 20 , Pavia E. 9 , Crespi C. NE , Dettori A. , Bratka M. 17 , Savini S. , Zampieri A. 7 , Bonvecchio I. , Soli A. 9 , All. Sacchi Roberto
ARBITRI:Fabio Bonotto, Giulia Caravita,
NOTE:  Velco Vicenza tiri liberi 10/12 (83,3%), OMC Cignoli Broni tiri liberi 10/15 (66,7%)

L’Omc Broni non fa sconti e sbanca anche il campo della VelcoFin nell’ultimo turno dell’anno del campionato di A2. Una superiorità quella delle pavesi, supportate da un nutrito gruppo di ultras, alla quale Vicenza è riuscita a reggere per metà gara.

E dire che l’inizio VelcoFin, nonostante le assenze sotto canestro delle due torri Ramon e Keys, alle quali ha sopperito una combattente in difesa e anche preziosa nei giochi a due in attacco Lucia Ferri, era stato convincente: dopo 5 minuti è 13-6 con una tripla di tabella di Stoppa che gioca un buona prima parte di gara, impreziosita anche da un illuminante spin move sotto canestro. Il primo periodo fa ben sperare i tifosi biancorossi, ma la lunga Bratka comincia a scaldare i motori e tiene in partita Broni, prima dell’inizio dello show di Galbiati (20 punti alla fine) con tripla dall’angolo e sorpasso sul 18-19. Broni con recuperi e contropiedi allunga, le padrone di casa provano a resistere con un paio di fiammate di Prospero, ma due episodi a metà terzo quarto spezzano l’incontro: prima arriva un fallo tecnico fischiato dall’arbitro alla panchina di Vicenza in seguito alle proteste per un presunto fallo di sfondamento non fischiato; poi dopo la serie di tiri liberi, le vicentine devono ingoiare anche la tripla di tabella di
Galbiati per un 32-46 che lascia poche speranze di recupero.

Negli ultimi dieci minuti Corno prova la carta della zona, ma Broni arriva a toccare anche il +18 con una serie di tiri dalla lunga che tagliano le gambe alle biancorosse. Scaramuzza appena entrata prova a dare un po’ di vitalità e a limitare il passivo, ma Broni nonostante l’apporto di sette giocatrici nelle rotazioni (mancava il centro scuola Reyer Venezia Giulia Vanin) morde le caviglie in difesa fino alla sirena finale.

Ora per Vicenza la testa è rivolta alla difficile sfida sul campo veronese dell’Alpo: le ragazze biancorosse durante il periodo natalizio continueranno ad allenarsi senza sosta in vista della ripresa del campionato il 6 gennaio.

Fotogallery a cura di Marco Picozzi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy