A2- Caccialanza show, Alpo s’inchina a Crema

A2- Caccialanza show, Alpo s’inchina a Crema

Tec-Mar Crema – Ecodent Point Alpo 72 – 50 (23-13, 36-30, 50-35)

Commenta per primo!

Tec-Mar CremaEcodent Point Alpo 7250 (23-13, 36-30, 50-35)

TEC-MAR CREMA: Visigalli G. , Conti C. 5 , Zagni C. 6 , Mandelli A. NE , Veinberga I. 13 , Caccialanza P. 25 , Parmesani F. , Cerri G. 8 , Donzelli A. 2 , Rizzi N. 13 , Bona G. , All. Visconti Luca
ECODENT POINT ALPO: Santarelli F. 9 , Toffali S. 2 , Borsetto E. 4 , Rossi A. 10 , Zanella M. 1 , Bottazzi S. 2 , Dzinic M. 6 , Aleotti E. 5 , Viviani S. NE , Petronio C. NE , Monica G. 11 , All. Soave Nicola
ARBITRI:Nicola Tammaro, Simona Belprato,
NOTE:  Tec-Mar Crema tiri liberi 5/11 (45,5%), Ecodent Point Alpo tiri liberi 22/29 (75,9%)

La Tec-Mar Crema fa sua la prima gara contro l’Alpo al termine di una contesa giocata con impegno dalla formazione ospite costretta sempre ad inseguire le padrone di casa. L’inizio è di chiara marca cremasca con Caccialanza a trascinare la squadra a suon di triple (alla fine per lei mvp con 25 p.ti saranno 7 i colpi dalla lunga distanza). Dopo un ottimo primo quarto chiuso sul 23-13 le ragazze di coach Visconti allentano la presa e calano di concentrazione favorendo il progressivo recupero di Rossi & C. che si riportano sotto e rimangono aggrappate alla partita. Sul 36-30 inizia la ripresa con le azzurre che alzano l’intensità difensiva e per la formazione veneta solo dalla lunetta si accende la luce verde. Con un parziale di 14-5 le padrone di casa allungano ulteriormente il proprio vantaggio che viene incrementato nell’ultima frazione giocata in pieno controllo dalle padrone di casa. Eloquente il risultato finale di 72-50 a confermare una superiorità mai messa in discussione. Di capitan Caccialanza vero incubo per le avversarie abbiamo detto ma vorremmo segnalare in particolare la prestazione di Gilda Cerri sulla temuta Dzinic tenuta ai minimi termini e con solo 2 punti su azione all’attivo. Ma sarebbe riduttivo non riconosce a tutta la squadra una prestazione convincente pur con alcuni cali di tensione a livello di concentrazione. Sicuramente un atteggiamento questo da migliorare considerando che si giocheranno d’ora in avanti solo gare che non danno molti margini di recupero. Un successo netto dunque che però deve ora essere confermato anche nella gara di ritorno sul parquet veneto dove l’Alpo cercherà di riaprire i giochi rimandando il verdetto di questi quarti di finale ad una terza gara. “Siamo naturalmente soddisfatti per il risultato” il commento di Denti, dirigente responsabile della formazione cremasca “La squadra ha fatto una buona gara superando bene anche quei momenti di pressione che caratterizzano queste gare. Abbiamo giocato con la giusta mentalità e alla distanza siamo riusciti ad imporre le nostre qualità. Partire con i favori dei pronostici contro chi non ha nulla da perdere non è mai facile ma le ragazze sono state brave a non perdere mai la testa anche nei momenti un po’ più complicati. Se qualche cosa dobbiamo imparare da questa gara è che la concentrazione deve essere sempre al massimo. Questo è l’unico modo per non concedere vantaggi alle avversarie.  Adesso andiamo da loro per cercare di chiudere i conti senza però farci condizionare dal risultato ottenuto perché si riparte da zero e l’unico modo per evitare una terza gara sarà quello di giocare come è nelle nostre possibilità”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy