A2 – Castelnuovo in emergenza, Vicenza s’impone

A2 – Castelnuovo in emergenza, Vicenza s’impone

Netta sconfitta per l’Autosped che sul campo della Velcofin Vicenza riesce a reggere l’urto per poco più di 10′ per poi cedere.

di La Redazione

Netta sconfitta per l’Autosped che sul campo della Velcofin Vicenza riesce a reggere l’urto per poco più di 10′ per poi cedere alla violenta spallata delle venete, brave a sfruttare soprattutto le molte palle perse delle nostre giocatrici (saranno ben 27 a fine partita, a fronte delle sole 5 recuperate); a parziale scusante l’assenza, pesante, di Pieropan, che andava ad aggiungersi a quella già preventivata di Corradini ed alle condizioni, sempre precarie, di Martelliano (che in settimana aveva accusato un altro problema alla caviglia) e Salvini, con le ultime due comunque in campo, stringendo i denti, vista la prolungata emergenza in cui versa la formazione di Pozzi. Buon avvio delle giraffe che riescono a tenere testa alle locali grazie alle iniziative di Stoiedin, Martelliano, Canova e Claudia Colli (8-8 al 5′); primo vantaggio interno con Santarelli (10-8) ma un libero di Salvini ed un bel appoggio di Stoiedin, ben servita da Colli, tengono ancora in scia il Bcc (11-12 al 7′) ed anche il primo strappo delle vicentine viene, in parte, ricucito dal libero della romena e dalla tripla di Canova per il 15-18 del 10′. La seconda frazione si apre ancora nel segno della Velcofin che tiene a secco le ospiti per ben 4′ fatturando, nel frattempo, un 9-0 (27-15 dopo 14′); Canova rompe il digiuno delle giraffe, mentre Stoiedin e Claudia Colli firmano il 4-0 che riporta il divario sotto la doppia cifra (21-29) ma l’illusione ha vita breve e prima della sirena di metà gara arriva un altro mini break interno (7-1, con libero di Canova) che proietta Vicenza al riposo sul +14 (36-22). Match teoricamente ancora aperto ma dopo l’intervallo sono ancora le ragazze di Corno a prendere il centro del ring e ad allungare decisamente nonostante il jump di Salvini e la tripla di Claudia Colli (43-27 al 27′); la zona fronte pari del Bcc viene punita, frontalmente, dalle triple di una ispirata Santarelli e così a poco servono le repliche di Carolina Colli e Stoiedin (probabilmente la più positiva nelle file dell’Autosped) visto il 51-31 con cui la Velcofin entra nei 10′ finali. Con la questione due punti ormai archiviata il Bcc cerca principalmente di evitare che il divario assuma proporzioni esageratamente punitive; Martelliano, Canova (dalla lunetta e dal campo) e Claudia Colli (dall’arco ed in entrata) provano a spingere le compagne alla risalita, risalita che si concretizza anche grazie ai liberi di Stoiedin ed al canestro con cui Francia (classe 2002) bagna il debutto in A2. Il 64-48 del 40′ certifica il meritato successo delle padrone di casa senza penalizzare eccessivamente le castelnovesi che hanno affrontato l’impegno, e questo è un dato oggettivo, in una situazione di estrema emergenza; di qui è disceso anche il maggior spazio concesso, questa sera, alle under iscritte a referto con le giovani che, nel complesso, non hanno comunque demeritato. La vittoria contro Udine dello scorso sabato ed il recupero, che, incrociando le dita, pare essere sempre più imminente, di capitan Corradini, sembravano aver segnato una sorta di inversione di tendenza dopo un lungo periodo segnato da eventi non certo fortunati in casa Autosped; ma i guai, quest’anno, sono un po’ come gli esami di cui scriveva Eduardo de Filippo: non finiscono mai. Ora, aldilà dei problemi, reali, di formazione al momento di scendere in campo, il punto focale è costituito dalla difficoltà che la squadra incontra nel potersi allenare a causa di un organico sempre più ridotto all’osso e tutto ciò avviene nonostante il prezioso contributo che arriva delle giovani che compongono il roster. I prossimi giorni dovrebbero sciogliere alcuni importanti nodi riguardo alle condizioni di alcune delle infortunate, attese da esami strumentali (Salvini) o da consulti che speriamo possano certificare l’avvenuto recupero, oltre ad essere decisivi per verificare lo situazione di Martelliano e Pieropan; manca meno di un mese all’inizio dei playoff e dopo tanta sfortuna sarebbe anche giunto il momento di poter rivedere le giraffe nuovamente al completo, tutte sane ed arruolate. Particolare non certo secondario e che costituisce un requisito essenziale per tornare a dire il prima possibile: Chapeau Giraffe !!!

VelcoFin InterLocks Vicenza – Autosped Bc Castelnuovo Scrivia 64 – 48 (18-15, 36-22, 51-31)

VelcoFin: Matic 13, Chicchisiola 2, Destro, Monaco 9, Colombo 2, Destro 1, Stoppa 14, Mioni, Gamba, Ferri 9, Santarelli 12, Zanetti 2. All. Corno.

Autosped: Canova 12, Repetto, Corradini, Martelliano 4, Ca. Colli 2, Serpellini, Cl. Colli 12, Quintiero, Salvini 3, Stoiedin 13, Pieropan, Francia 2. All. Pozzi, v.all. Maresca.

Uff.Stampa VelcoFin Vicenza

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy