A2 – Castelnuovo Scrivia mette la quinta, Sanga ko

A2 – Castelnuovo Scrivia mette la quinta, Sanga ko

L’Autosped supera di slancio anche l’ostacolo costituito dal Ponte Casa D’Aste Sanga Milano infilando così il quinto successo su sei partite disputate

di La Redazione

L’Autosped supera di slancio anche l’ostacolo costituito dal Ponte Casa D’Aste Sanga Milano infilando così il quinto successo su sei partite disputate; un bilancio più che positivo e che alla vigilia tutti avrebbero sottoscritto in casa castelnovese. Vittoria meritata e limpida quella ottenuta dalle ragazze di Pozzi che, ancora una volta, hanno costruito il successo nella propria metà campo, grazie ad una prestazione difensiva impeccabile, concedendo poco o nulla alle padrone di casa. Come previsto alla vigilia sia la ex Canova (a referto ma inutilizzabile) che Guarneri devono dare forfait, riducendo così le rotazioni a disposizione dei rispettivi allenatori; non manca invece il pubblico che gremisce il PalaGiordani, con una buona rappresentanza anche di tifoseria ospite. Autosped balbettante in avvio, con l’attacco a faticare non poco contro l’aggressiva difesa delle milanesi; per quasi 4′ giraffe a secco ed il Ponte ne approfitta per fatturare un 7-0 che accende di entusiasmo i fans locali. Ci pensa capitan Corradini, con una tripla dall’angolo, a togliere il tappo dal canestro avversario dando così il via alla riscossa del Bcc che con un parziale di 15-1 ribalta completamente l’inerzia della gara; Claudia Colli, con un arresto e tiro, e Stoiedin, da sotto, splendidamente assistita da Corradini, avvicinano infatti il Bcc (7-8) che sorpassa e scappa via grazie ad un 6-0 griffato Pieropan chiudendo poi la frazione sul +7 (15-8) con due liberi di Salvini. Dopo la mini pausa sono le ex Martelliano e Claudia Colli a salire in cattedra griffando in tandem gli 11 punti che portano le giraffe a spegnere la reazione delle padrone di casa, portando le ospiti al massimo vantaggio (26-13). Una bomba di Visigalli prova a interrompere la fuga del Bcc che però non alza le mani dal manubrio e con un 5-0 (libero di Pieropan e canestri di Corradini e Salvini) tocca il +15 (31-16) dando la sensazione di poter assestare da un momento all’altro il colpo del ko; prima dell’intervallo, al contrario, è invece la formazione di Pinotti a risalire la china con un 4-0 che lascia aperto il match ad ogni soluzione (31-20 al 20′). Ed in effetti dagli spogliatoi sembrano uscire meglio le milanesi che con un 9-2 (di Salvini, con un appoggio in transizione, il canestro biancorosso) sembrano davvero sul punto di riaprire del tutto la partita; le giraffe però danno segno di grande maturità, restano con la testa ben in partita ed in breve costruiscono, sull’asse Corradini-Martelliano-Salvini un 6-0 che riporta il divario alla doppia cifra (39-29). A completare il break (9-0), ricacciando il Sanga a -13 (42-29), arriva poi un libero di Pieropan ed un prezioso rimbalzo offensivo convertito a canestro di Salvini; prima della penultima sirena le locali però trovano ancora una tripla con Trianti (probabilmente la più positiva tra le sue) che fissa il punteggio del 30′ sul 42-32. Vantaggio non ancora decisivo, quindi, e match che sembra poter avere qualche sorpresa da riservare ai numerosi presenti ma Corradini apre il quarto finale con la giocata del +12, cui fanno seguito un altro libero di Pieropan ed un jump dalla media di Stoiedin per il +15 (47-32) esterno che ha tutta l’aria di essere una pietra tombale sulle ambizioni di Toffali e compagne che pur continuando a mettere grande impegno sul parquet non vedono mai scendere il distacco al di sotto delle 10 lunghezze; l’ultima mini fiammata del Ponte (36-47) viene spenta da Stoiedin e Claudia Colli (51-36) con Salvini a mettere i due punti della staffa ed a mandare in archivio, con qualche minuto di anticipo, la gara, consegnando meritatamente i due punti alla formazione di Pozzi. Giraffe che nonostante una serata non brillantissima al tiro hanno saputo interpretare al meglio il piano partita predisposto dallo staff tecnico con l’obiettivo di limitare il potenziale offensivo delle padrone di casa; i soli 42 punti concessi la dicono lunga sul rendimento difensivo dell’Autosped che, fatti salvo i primissimi minuti del primo e terzo quarto, ha davvero chiuso a doppia mandata la via che portava al proprio canestro. Vittoria del collettivo perché se è vero che spicca la doppia doppia di Salvini (12 punti ed altrettanti rimbalzi) è altrettanto vero che tutte le atlete schierate hanno dato il loro personale contributo alla causa, facendo a turno cose magari non così appariscenti ma sicuramente di grande utilità per la causa. Il primo quinto di stagione va in archivio con una classifica sicuramente molto incoraggiante anche se è lecito immaginare che prima o poi possano arrivare momenti meno propizi; ma in attesa di capire quali possano essere le prospettive di un gruppo che pare avere ancora buoni margini di crescita queste vittorie sono, in ottica futura, preziosissimo fieno in cascina e quindi per ora alle nostre ragazze va tributato il giusto plauso per quanto hanno fatto.

Il Ponte Casa D’Aste Tramo Sanga Milano – Autosped Bc Castelnuovo Scrivia 42-53 (8-15, 20-31, 42-53)

Il Ponte: Toffali 9, Calciano, Zagni 6, Capucci, Visigalli 3, Pagani, Kostova 4, Giulietti, Quaroni 4, Trianti 10, Gombac 6, Stilo. All. Pinotti, v.all. Zappetti

Autosped: Canova, Repetto, Corradini 9, Martelliano 8, Ca. Colli, Serpellini, Cl. Colli 9, Quintiero, Salvini 12, Stoiedin 6, Pieropan 9. All. Pozzi, v.all. Maresca

Uff.Stampa Autosped Castelnuovo

Fotogallery di Alessandro Vezzoli

Gombac

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy