A2- Civitanova Marche da applausi: Marghera cade all’overtime

A2- Civitanova Marche da applausi: Marghera cade all’overtime

Si ferma la striscia di vittorie di Marghera sul campo della Civitanova Marche.

Commenta per primo!

L’Infa Feba Civitanova Marche vola, eccome se vola. Le ragazze di coach Alberto Matassini piegano la capolista Giants Marghera per 71-67, in un match in cui c’è stato di tutto. Una gara tirata e sofferta fino all’ultimo, un supplementare, qualche decisione arbitrale non impeccabile. Insomma non è mancato nulla ma quello che conta è il risultato finale che sorride alle momò. Una vittoria importantissima che interrompe l’imbattibilità delle venete, permette alle biancoblu di agganciare la stessa Marghera in classifica e che mette in mostra una squadra con un grande carattere e cuore, capace di rialzarsi nei momenti di difficoltà e di non perdere mai la bussola. Un’iniezione di fiducia notevole che permette di guardare alla prossima sfida in trasferta contro Bologna con più ottimismo. Parte subito forte la Feba con un 6-2 firmato da Ceccarelli. Le biancoblu spingono sull’acceleratore e con Perini arrivano sul +5 (9-4 a 4’39 da   giocare). Dopo un inizio confusionario Marghera riorganizza le idee e Striulli, in stato di grazia, firma il sorpasso, 11-13 a 1’43 dal termine, ma Ostojic impatta nelle battute finali sul 13-13. Ad inizio secondo quarto le venete aumentano d’intesita’ e la Striulli si carica sulle spalle la squadra, con dei tiri dall’arco dei 6,25 chirurgici. La compagine di coach Iurlaro arriva sul 19-27 a meta’ frazione ma le momo’ sono dure a morire e rientrano in gara con Scibelli, a mezzo servizio, e Ostojic prima che Mataloni, con una tripla pesante allo scadere, riporti avanti le padrone di casa sul 35-33. Alla ripresa delle ostilità si viaggia sul filo dell’equilibrio fino a metà frazione poi le ospiti tentano un nuovo allungo grazie alle giocate da tre di Cecili e Striulli. Ancora una volta le ragazze di coach Matassini dimostrano di avere un grande carattere e riprendono in mano il match negli ultimi minuti, chiudendo avanti sul 50-49. Nell’ultimo quarto i ritmi calano ed entrambe le formazioni, che hanno speso molto, iniziano a sbagliare molto. Si segna poco, dopo 4 minuti di gioco il punteggio è ancora fermo sul 50-49, poi le momò fanno un balzo in avanti e Ceccarelli porta le biancoblu sul 56-49 a 2’37 da giocare. Sembra fatta ma in questo caso sono le venete a non mollare e il tandem Zavalloni – Iannucci riportano Marghera sotto sul 58-57. Mataloni nelle ultime battute va dalla lunetta e fa 2/2 ma gli arbitri annullano l’ultimo libero per una presunta infrazione della play biancoblu.

La compagine di coach Iurlaro ha l’ultimo possesso e la Toffolo realizza il 59-59. Tutto da rifare e si va all’overtime. Le venete partono meglio e sembrano far volgere il match a loro favore ma la Feba non molla e come un pugile all’angolo del ring, si rialza, riprende in mano il proprio destino e piazza il colpo del KO. Mataloni con due liberi porta il punteggio sul 69-64, Toffolo pesca un’altra tripla pesante, 69-67, ma ancora una volta “Maggie” va dalla lunetta e da vera cecchina non fallisce, portando il punteggio sul 71-67. Ultimo possesso per Marghera ma le venete non riescono a trovare il canestro. “Oggi non voglio parlare di ciò che non ha funzionato, e qualcosa c’è stato, bensì del carattere e del cuore di questa squadra, – commenta a fine gara coach Alberto Matassini – della capacità di andare oltre le difficoltà che oggi abbiamo avuto. Scibelli ha avuto un problema fisico in settimana ma è stata stoicamente in campo, abbiamo avuto problemi di falli, Perini ha ricevuto un colpo e zoppicava, ciò nonostante questa squadra ha avuto una grande voglia di vincere questa gara. Civitanova deve diventare un campo ostico per chiunque, rispettiamo tutti ma non abbiamo paura di nessuno. Non saremo una compagine con grandissimo talento ma abbiamo voglia di fare bene. Chiudo con un appunto sugli arbitri. Tutti possiamo sbagliare e nel finale alcune loro decisioni hanno rischiato di penalizzarci, rovinando la nostra gara. Tuttavia gli dei del basket sono stati benevoli – conclude l’allenatore biancoblu – e ci hanno sorriso.”

INFA FEBA CIVITANOVA MARCHE – RITTMEYER MARGHERA 71-67 dts (13-13; 35-33; 50-49; 59-59)

 FEBA CIVITANOVA: Orsili, Zaccari ne, Perini 19, Bocola ne, Trobbiani 2, Ceccarelli 15, Ostojic 17, Scibelli 4, Mataloni 14, Marinelli, Stronati ne All. Matassini

GIANTS MARGHERA: Zavalloni 12, Iannucci 12, Striulli 26, Toffolo 5, Fabris 5, Castria, Cecili 5, Biancat, Baldi 2, Pastrello, Fiorin All. Iurlaro

Arbitri: Giulia Forni di Cervia (RA) e Stefano Bonetti di Ferrara.

Note: Tiri da 2: Feba Civitanova (21/46), Giants Marghera (13/42). Tiri da 3: Feba Civitanova (2/16), Giants Marghera (10/24). Tiri Liberi: Feba Civitanova (23/27), Giants Marghera (11/20).

Ufficio Stampa Infa Feba Civitanova Marche

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy