A2 – Costa Masnaga attesa dall’esame Udine

A2 – Costa Masnaga attesa dall’esame Udine

Arriva Udine sul parquet di Costa Masnaga.

di La Redazione

Dopo la ostica trasferta di Vicenza, portata a casa grazie ad una prestazione encomiabile soprattutto a livello mentale delle ragazze, Basket Costa ritorna tra le mura amiche per un impegno tutt’altro che agevole. Domani sera alle 21 arriverà la Delser Udine, in una sfida che si preannuncia molto combattuta e ricca di insidie. Servirà un altro grande sforzo da parte di capitan Longoni e compagne per riuscire ad agguantare la settima vittoria di fila ed aggiornare il libro dei record di Basket Costa. In classifica Udine è al settimo posto, in compagnia di Carugate, Itas Alperia Bolzano e San Martino di Lupari a 6 punti. Tre vittorie nei primi tre match e altrettante sconfitte negli ultimi tre. I due punti sono arrivati con Vicenza (51-43), Fassi Albino (48-67) e nel match vinto a tavolino con Marghera (0-20). Poi la sconfitta con Itas Alperia Bolzano (59-66), a cui sono seguiti i netti ko contro Moncalieri (in trasferta) e Villafranca (in casa, 42-63). La miglior realizzatrice è Ana Ljubenovic (13,2 punti di media), seguita a ruota da Giulia Ianezic (8,4 punti di media) e Isabel Romano (7 punti di media).

 Le statistiche di squadra

 In queste prime sei giornate, la Delser Udine ha segnato 53,2 punti di media, tirando con il 33% da due punti, con il 34% dal perimetro e con il 36% dalla lunetta. I rimbalzi di media catturati sono 30.4 e gli assist 11,2, mentre ha un saldo in passivo tra palle perse (18,4) e palle recuperate (10,4).

Infine, una piccola curiosità: la Delser Udine è la squadra che tira meglio dalla distanza insieme ad Alpo Villafranca in tutta la A2 nazionale, considerando insieme girone Nord e girone Sud.

 Il precampionato delle nostre avversarie 

 Delser LBS Udine-University of Toronto Varsity Blues 65-41
Delser LBS Udine-Triglav Kranji 66-51
Delser LBS Udine-Basket Ponzano 81-34
Memorial “Paola Mazzali”: Ecodent Point Alpo-Delser LBS Udine 60-44
Memorial “Paola Mazzali”: Delser LBS Udine-Rhodigium Basket 56-47

Stagione 2017/18 

Andata Delser Udine – B&P Autoricambi Costa Masnaga – VelcoFin Vicenza 55-63
Ritorno B&P Autoricambi Costa Masnaga – Delser Udine 63-48

Il roster

#00 Caterina Bianco (1991 – centro)

#5 Vittoria Blasigh (2004 – play-guardia)

#6 Elena Vella (2000 play/guardia)

#9 Giulia Ianezic (2000 – play/guardia)

#10 Josipa Ivas (2000 – play/guardia)

#11 Vanessa Sturma (1998 ala/centro)

#12 Erika Bric (2001 – ala)

#13 Debora Vicenzotti (1989 – ala)

#15 Elisa Pontoni (1998 – centro)

#14 Claudia Zanelli (2000 – centro)

#21 Carlotta Rainis (1997 – play/guardia)

#23 Ana Ljubenovic (1988 – ala/centro)

#32 Isabel Romano (1996 – play/guardia)

Allenatore: Francesco Iurlaro

Ass. Alle.: Stefano Tomat

Le avversarie ai raggi-x

Solito appuntamento con coach Pirola, questa volta alla vigilia di un importante match casalingo contro Udine in cui la B&P Autoricambi Costa Masnaga cercherà la settima vittoria di fila. Quali sono i punti di forza (e le giocatrici più pericolose) della Delser? “Udine è una squadra molto forte fisicamente che sa giocare a pallacanestro. Al gruppo dell’anno scorso ha aggiunto una giocatrice forte e di esperienza come Ljubenovic al posto di Blazic e in più ha inserito due ragazze delle Nazionali giovanili come Vella e Ianezic. Sulla carta, a livello di nomi, è una squadra più forte dello scorso anno e, in assoluto, molto prestante“.

Come sta la squadra a livello fisico e mentale dopo la vittoria di Vicenza? “La squadra a livello fisico sta abbastanza bene: stiamo lavorando per gestire al meglio alcuni dettagli”. Frustaci e Tibé sono disponibili? “Sì, entrambe sono disponibili e si sono allenate bene ieri”. Balossi e Allevi ancora ai box invece? “Balossi è rientrata adesso dopo dieci giorni di stop, mentre Camilla è ancora alle prese con la sua fascite: nonostante sia migliorata, ha bisogno ancora di un po’ di tempo per recuperare“.

Che tipo di partita ti aspetti? “Mi attendo un match molto rude, in cui ci saranno delle folate e dei break importanti“.

Quali saranno le chiavi per vincere? “Mantenere ordine e lucidità, senza andare in crisi nei momenti di maggiore energia di Udine, perché possono davvero fare male

Giovanni Matteo Tuzzi -Uff.Stampa Basket Costa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy