A2- Costa Masnaga fa la voce grossa, sbanca Albino e sale sul treno playoff

A2- Costa Masnaga fa la voce grossa, sbanca Albino e sale sul treno playoff

Grande prova della squadra di coach Pirola, che mette alle spalle il k.o interno di Domenica scorsa. Sugli scudi Canova, mvp della contesa, e Alessandra Visconti, alla miglior prova in maglia lecchese.

Era probabilmente l’ultima chiamata playoff per Costa Masnaga, che dopo il k.o interno contro Castelnuovo Scrivia era chiamata stasera a dare una trama alla propria stagione: scegliere se voler continuare a sognare i playoff o cominciare a guardarsi alle spalle in ottica playout. Al quarantesimo la scelta pare esser la prima, con la squadra lecchese che sbanca con merito il parquet di Albino, al termine di una partita ben giocata. Non solo vittoria, la B&P Autoricambi fa tutto quello che serviva, ribaltando nel finale la differenza canestri dell’andata, che potrebbe diventare fondamentale a campionato concluso. Lo fa spinta dalla solita immensa Sara Canova, decisiva a ricacciare indietro l’attacco locale rientrato fino al meno quattro. Per l’ex Ragusa prova da 17 punti personali, a cui aggiunge 6 rimbalzi per un definitivo 21 alla voce valutazione. Menzione di merito anche ad Alessandra Visconti: per la lunga ex Magika finalmente una prova maiuscola, brava su entrambi i lati del campo e protagonista con 7 punti ma ben 11 rimbalzi. Ultima menzione tra le ospiti per Ristic, che con il solito killer instict nel finale è risultata decisiva: sue due triple pesantissime, di cui una a pochi secondi dalla sirena, che hanno permesso di ribaltare la differenza punti. Per Albino tante ombre e una prova opaca collettiva, con la sola Lussana (23pt+9rb) a predicare nel deserto.

Albino: Locatelli-Fumagalli-Lussana-Silva-Bedalov

Costa Masnaga: Ristic-Canova-Maiorano-Pozzi-Visconti

LUSSANA FENOMENALE, COSTA PERO’ E’ DAVANTI- Avvio a rilento per le due squadre, con entrambi gli attacchi che faticano ad andare a segno. Lussana e Silva da una parte, Visconti e Pozzi dall’altra si metton in mostra scrivendo il 6-9 iniziale che porta al timeout la squadra di casa. Costa tocca il più cinque dalla lunetta, ma sono i due punti di Fumagalli a sancire l’8-11 della prima frazione. Lussana apre la seconda frazione con un gran 2+1, costringendo Visconti a commettere il terzo fallo. E’ ancora Lussana a salire in cattedra, piazzando l’ottavo punto personale che vale l’aggancio a quota 12. La numero diciotto è scatenata, prima segna in lunetta, poi da sotto sigla il 16-12. La formazione di Pirola torna però a macinare punti sul fronte offensivo: Maiorano e Canova propiziano il 9-0 di break che vale il 16-21 ma Locatelli dall’arco mantiene Albino in scia, sul meno due. Botta e risposta tra Maiorano e Lussana, ma continuano a pesare i falli per le lecchesi, con Longoni costretta anch’essa al terzo fallo personale. Canova mette nuovamente tre punti di scarto (22-25), ma il copione non cambia con Costa che prova l’allungo e Albino che riesce sempre a trovare la contro risposta adeguata. Al ventesimo sono le ospiti a comandare sul 26-30.

CANOVA SUPER, COSTA MASNAGA CORSARA- Dopo l’intervallo Silva e Pozzi sbloccano ambedue i tabellini delle due compagini. Del Pero va a segno dalla lunga distanza, ma è ancora il jump vincente di Lussana a tenere incollate le due squadre sul 32-35. Silva nel frattempo comincia a ingranare sul fronte offensivo: segna prima il meno tre, poi il meno uno e sul 36-37 è immediato il timeout di Pirola. E’ una pausa che riporta ossigeno alle ospiti: Canova colpisce da tre punti, Pozzi la imita poco dopo, firmando l’allungo sul 36-43 che porta Albino a chiamare subito timeout. Marulli suona la carica, ma l’ultimo acuto è di Visconti che tutta sola fissa il 38-45 dopo tre quarti. Gli ultimi dieci minuti si aprono con Lussana a bersaglio per il meno cinque, ma è ancora Visconti da sotto ad andare a segno. Del Pero insacca comodamente il 40-49, per coach Pasqua il timeout è d’obbligo. Si sblocca Fumagalli, è lei a suonare la carica spingendo al rientro fino al meno quattro le proprie compagne (45-49), con il timeout che questa volta è chiamato da coach Pirola. Nel momento di maggior difficoltà, è una tripla assurda di Canova a riallontanare la squadra lecchese sul 46-52. Ristic estrae un altro capolavoro dalla lunga distanza, respingendo nuovamente Lussana e compagne, con le lecchesi a più sette a tre minuti dal termine.  Canova mette il più nove in lunetta, Silva perde palla con Albino che ormai alza bandiera bianca. Nel finale, Ristic completa il capolavoro di Costa Masnaga, realizzando la tripla del più dodici che vale anche la differenza canestri ribaltata. Finisce 48-60.

MVP BASKETINSIDE: Canova

Fassi Albino 48 – B&P Autoricambi Costa Masnaga 60

Albino: Celeri 4, Birolini ne, Locatelli 2, Vincenzi, Fumagalli 8, Silva 9, Isacchi 2, Devincenzi, Lussana 23, Marulli 2, Carrara 2, Bedalov. All:Pasqua

Costa Masnaga: Novati ne, Longoni 4, Meroni ne, Canova 17, Del Pero 8,  Ristic 6, Mistò 4, Visconti 7, Pozzi 7, Maiorano 7. All:Pirola

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy