A2- Crema doma Carugate e si conferma al secondo posto

A2- Crema doma Carugate e si conferma al secondo posto

Commenta per primo!

Reduci da due successi consecutivi che l’ha rinforzata nelle proprie convinzioni un Castel Carugate caricato e sceso a Crema con tutte le intenzioni di fermare la corsa della Tec-Mar Crema che si presenta al giro di boa con il secondo posto in classifica ed il lasciapassare per le final four di Coppa Italia. Le padrone di casa non si sono però fatte trovare impreparate ed hanno risposto sul campo respingendo il tentativo della formazione ospite di far loro lo sgambetto. Alla Cremonesi c’è il pieno delle grandi occasioni. Si vuole festeggiare la squadra e il colpo d’occhio sulle tribune fa da degna cornice all’ennesima prestazione positiva offerta dalle ragazze di coach Visconti. Non è gara facile. L’avversario è tosto. Sicuramente con l’innesto di Zanon la squadra ha acquisito peso facendo lievitare un organico già competitivo per esperienza e tecnica ma che ha trovato nuovi equilibri anche dagli elementi più giovani.

C’è tanta voglia di riscattare un girone di andata deficitario pur se le ultime gare possono creare maggiore ottimismo in vista di una risalita della classifica. Ci vuole dunque massimo rispetto e concentrazione ed è quello che Caccialanza & C. mettono in mostra con un buon approccio a una partita che inizia bene per le padrone di casa. Le ospiti però reagiscono con determinazione e aggressività mettendo in difficoltà un Basket Team che si trova a dover inseguire una squadra più concentrata, concreta ed ordinata. Sul 16-9 per le ospiti appare evidente come sia necessario riordinare le idee. Cosa che si concretizza con le nostre ragazze che riprendono in mano le redini dell’incontro, azzerano lo svantaggio e creano un break di 12-0 che chiude il primo periodo sul 21-16 per noi. Carugate non molla ma neppure Crema ed al riposo lungo, anche se non appare decisivo il vantaggio di Veinberga & C. fa ben sperare. Nel proseguo della gara i tentativi di rientro da parte di Zanon & C. non mancano e non rendono mai decisivi gli allunghi operate della padrone di casa che però non danno mai l’impressione di poter cedere e farsi sfuggire una gara, pur se abbastanza equilibrata appare sempre ben controllata con intelligenza e bravura. I parziali intermedi 21-16, 34-25 e 48-36 sono un eloquente testimonianza di una gara che è sempre rimasta viva ed interessante per merito di entrambe le squadre. Su un buonissimo rendimento generale ci preme segnalare la grande prova da parte di Gilda Cerri che questa volta possiamo fregiare del titolo di migliore in campo. Non tanto per i 13 p.ti realizzati e la doppia cifra al pari delle compagne Veinberga e Caccialanza ma per la quantità di recuperi effettuati in attacco ed in difesa sicuramente pesanti e decisivi nell’economia di tutta la gara. “Temevamo questa partita” il commento di Luciano Denti dirigente cremasco “perché le caratteristiche di certe squadre, e Carugate è tra queste, ci sono un po’ indigeste. Ma le nostre ragazze non si sono fatte trascinare ed hanno giocato con intelligenza e la dovuta concentrazione. Meritano ancora una volta il nostro plauso per l’atteggiamento e la maturità dimostrata in tutto l’arco dell’incontro. Siamo anche molto contenti per il nostro pubblico che ci piacerebbe vedere sempre così numeroso. La squadra se lo merita e l’augurio che ci facciamo è che alla bellissima giornata di oggi ne seguano molte altre”.

TEC-MAR CREMA – CASTEL CARUGATE: 64-50 (21-16, 34-25, 48-36)

BASKET TEAM CREMA: Visigalli, Conti 5, Zagni 6, Mandelli 3, Veinberga 13, Caccialanza 12, Parmesani 1, Cerri 13, Donzelli 2, Maiocchi, Rizzi 9, Bona – all. Visconti

BASKET CARUGATE: Beretta 3, Guarneri 7, Stabile 7, Picco 2, Colli 9, Cerizza, Frantini 111, Zuin 2, Scarsi 2, Zanon 7 – all. Puopolo

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy