A2- Crema espugna Vicenza e vola in finale

A2- Crema espugna Vicenza e vola in finale

Vicenza Crema 56 61

Commenta per primo!

La Tec-Mar Crema passa sul campo della Velco Vicenza e accede alla finalissima promozione che la vedrà opposta a La Spezia. Le ragazze di caoch Visconti chiudono dunque i conti aggiudicandosi gara due al termine di una partita in cui le due squadre, con opposti obiettivi, hanno cercato di prevalere. Ne è uscita una gara dall’epilogo da “cuori forti” che ha tenuto con il fiato sospeso il numeroso pubblico presente accorso in gran numero per sostenere le beniamine di casa cui ha fatto da contrappunto lo sparuto ma efficacemente rumoroso gruppo di sostenitori della formazione lombarda. Le padrone di casa vogliono riscattare davanti al proprio pubblico la sconfitta subita a Crema e rimandare il verdetto finale alla bella. Coach Corno può contare sull’organico al completo e può quindi fare affidamento sull’esperienza e le qualità del suo gruppo. Maggiori difficoltà ci sono in casa cremasca vista l’assenza di Mandelli e quella di Zagni costretta a dare forfeit per il finale di stagione a causa dell’infortunio subito nella prima sfida. Organico quindi ridotto all’osso per coach Visconti che però sa’ di poter contare sul carattere e sulla voglia di arrivare fino in fondo delle sue ragazze. Le due squadre s’incontrano per la quarta volta e si conoscono ormai a fondo. Fino ad ora a prevalere è stata la formazione cremasca (3-0 l’esito dei precedenti incontri) ma la situazione attuale sembra poter favorire un possibile ribaltamento degli esiti fino ad ora favorevoli alle ospiti. Ma fin dalle prime battute si ha la netta sensazione che Crema sia mentalmente pronta per affrontare l’ostacolo. La gara è combattuta e lo rimarrà per tutta la sua durata con un leggero predominio da parte di Caccialanza & C. Il primo quarto si chiude con le ospiti avanti sul 19-15 con una sontuosa Veinberga (11 p.ti nel periodo) cui risponde con efficacia Ramon-Zimerle e Pecoraro. Vicenza appare più compassata mentre Crema appare più reattiva e varia nelle sue iniziative decisamente più incisive. Atteggiamento questo che favorisce un mini break delle ospiti ad inizio del secondo quarto prontamente però rintuzzato dalle padrone di casa che ristabiliscono praticamente una situazione di parità al riposo lungo con Crema avanti 29-28. Nel proseguo della gara si continua con un “tira-molla” ed anche se è sempre la Tec-Mar a tenere la testa ed a controllare il proprio vantaggio, oscillante tra i 6/8 p.ti, come del resto è sempre successo anche nei precedenti incontri, l’impressione è che tutto si deciderà nel finale. Le maggiori rotazioni da parte di Vicenza (11 contro 6) cominciano a dare i propri frutti. Le padrone di casa pressano a tutto campo e le ragazze di coach Visconti appaiono meno lucide ed in maggior difficoltà fisica il che favorisce il recupero da parte di Benko & C. che dal -10 si portano sul -5 (49-54). Ma le emozioni stanno arrivando rendendo palpitanti gli ultimi 2’. Cerri va in lunetta e fa 2/2 ma Scaramuzza replica con un 2+1 quando manca poco più di 1’. Trascinata dal pubblico amico prima Prospero e poi Zimerle completano la rincorsa e quando mancano 33” dalla fine, sul 56-56 l’inerzia della partita sembra passata in mano veneta e l’epilogo a proprio favore, con le prospettive della bella, una concreta possibilità. Ma non è l’epilogo previsto. E’ Caccialanza, non nuova a certe imprese, a riportare avanti la sua squadra con una “tripla” micidiale dall’angolo mettendo il sigillo su una vittoria “storica”. Vano l’ultimo tentativo di recupero con Rizzi che conquista e realizza due tiri liberi che fanno scendere il sipario su questa semifinale. Al suono della sirena è grande festa per Crema che può gioire per un traguardo raggiunto meritatamente al cospetto di una avversaria che è stata degna antagonista fino alla fine.

Non poteva mancare a fine gara il commento del Presidente del Basket Team Crema Paolo Manclossi “Questa vittoria ha tanti significati ed il risultato di oggi che ci apre le porte per la finale è frutto di un cammino che ha radici lontane. Ma lasciando da parte certe analisi voglio elogiare ancora una volta le nostre ragazze, coach Visconti e i suoi collaboratori perché, anche se la sentiamo un po’ nostra come Società, sono loro protagonisti di questa bellissima avventura che stiamo ancora vivendo. Dopo il secondo posto in regolar season e le “final four” di Coppa Italia il raggiungere una finale promozione era diventato logicamente il nuovo obbiettivo. Adesso che ci siamo riusciti come non essere orgogliosi e intenzionati a fare del nostro meglio? Siamo anche contenti di dover affrontare La Spezia perché ci sarà anche un po’ di rivincita per l’esito della Coppa. Peccato per gli infortuni di Mandelli e l’ultimo di Zagni che ci stanno privando di due elementi importanti. Anche se la loro presenza in panchina ci è molto di aiuto avrei tanto voluto che fossero in campo per condividere fino in fondo una avventura che senza l’apporto da loro dato fino ad ora non so se saremmo riusciti a portare avanti. Tornando alla gara di questa sera faccio i complimenti alle nostre avversarie in particolare per la grande sportività dimostrata a fine gara nei confronti delle mie ragazze. Oltre che ottime giocatrici si sono dimostrate della grandi persone e i saluti a fine gara da loro fatti mi rimarranno impressi tanto quanto le emozioni e la gioia provata al termine della partita. Un riconoscimento questo che estendo anche a tutta la Società ed alla sua dirigenza con la quale abbiamo instaurato un solido rapporto di stima.”

VELCO VICENZA – TEC-MAR CREMA: 56-61 (19-15, 29-28, 49-41)
Vicenza: Fietta, Colombo, Prospero 4, Stoppa, Scaramuzza 7, Keys 2, Ferri 2, Grazian ne, Benko 12, Ramon 9, Zimerle 16, Pegoraro 4 – coach Corno
Crema: Visigalli ne, Conti 5, Zagni ne, Mandelli ne, Veinberga 22, Caccialanza 12, Parmesani 7, Cerri 6, Donzelli ne, Maiocchi ne, Rizzi 9, Bona – all. Visconti

Uff.Stampa Tec-Mar Crema

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy