A2- Crema passa anche a Pordenone e continua la rincorsa a Broni

A2- Crema passa anche a Pordenone e continua la rincorsa a Broni

Altra vittoria per la formazione di coach Visconti.

Commenta per primo!

E’ una Tec-Mar “incerottata” quella che affronta la difficile trasferta di Pordenone. Senza Zagni e con alcune ragazze influenzate o reduci da una settimana di riposo coach Visconti ha però nelle mani un gruppo solido e di grande carattere in grado di affrontare con la giusta determinazione qualsiasi ostacolo. Se ce ne fosse bisogno luna conferma arriva anche dal nuovo successo ottenuto in terra veneta, al cospetto della “mina vagante” per tutti Pordenone che conferma di essere in grado di mettere in difficoltà qualsiasi avversaria. Con qualche apprensione le “seconde” in classifica affrontano dunque la formazione ci casa al completo in tutti i suoi effettivi. E sarà gara combattuta ed emozionante dall’inizio alla fine con i 40’ regolari che non saranno sufficienti a designare il vincitore. Partono meglio le padrone di casa che rispondo bene al buon inizio delle ospiti che mettono in evidenza il loro duo Caccialanza & Veinberga in serata di vena. Alla fine saranno 51 i punti realizzati dalla copia azzurra con una valutazione di 27 che la dice lunga circa la loro prestazione. Obbiettivo delle padrone di casa è quello di interrompere la corsa delle ospiti e di consolidare la propria posizione in chiave play off. Ma per le seconde della classe c’è voglia di continuare ed implementare la propria serie che alla vigilia parla di 14 successi negli ultimi 15 incontri (9/9 nelle ultime gare). Ma torniamo alla gara. Il primo periodo vede le padrone di casa più concrete e il tira-molla a consuntivo segna un 19-15 in favore di Cubaj & C. In una alternanza di predominio provvisorio sono le ospiti a prendere in mano la situazione che le porte al riposo lungo in vantaggio di 35-31. Caccialanza & C. hanno provato ad allungare ma la risposta delle ragazze di coach Nardo è stata immediata permettendo loro di rimanere aggrappate alla partita. Il terzo quarto parla “cremasco” con la formazione di coach Visconti brava a controllare il gioco ed a concretizzare con maggiore lucidità le proprie iniziative ed a bloccare con sufficiente bravura la temuta copia Madera & Cubaj. Sul 53-41 per le ospiti inizia l’ultimo periodo e l’impressione è che la gara si sia incanalata a favore della formazione lombarda che però improvvisamente, forse per un calo di concentrazione ma anche per un giustificato calo fisico considerando le condizioni di alcune ragazze, Pordenone si rende protagonista di un break a proprio favore di 14-5 che riapre i giochi quando mancano meno di 2’ al termine.

Le ospiti arrancano con qualche scelta affrettata e non pochi errori e le venete non si fanno pregare mettendo la testa avanti. 61-60 segna il tabellone quando inizia l’ultimo giro del cronometro e a 14” dalla sirena finale il risultato è fissato sul 65-62 per le padrone di casa. Incredibile rimonta. Successo a portata di mano e ci si puo’ preparare a festeggiare. Ma se la partita a questo punto ci ha riservato un incredibile ribaltamento allo stesso tempo a ancora da farci sorprendere. Coach Visconti organizza l’ultimo assalto affidando a Veinberga e Caccialanza l’ultimo tentativo per ribaltare una situazione ormai sfuggita di mano. La palla della “salvezza” va nelle mani della capitana Caccialanza che ne ha già messi 22 di punti ma che ha in serbo un ultimo capolavoro. La bomba da tre ad 1” dal suono della sirena mette spegne in gola ogni esplosione di gioia sulle panchina veneta e sugli spalti amici. E’ 65 a 65 di una bellissima ed emozionante partita e si va ai supplementari. Le padrone di casa capitalizzano due tiri liberi. Rispondono Caccialanza e Cerri. L’equilibrio sul 69-69 viene rotto però definitivamente dal Basket Team con un parziale di 8-2 che regala alla formazione cremasca un sofferto ma alla fine meritato successo ancor più prezioso per come è stato conseguito e contro una squadra dimostratasi all’altezza di quella che continua ad essere, i numeri parlano chiaro, protagonista assoluta di questo campionato.

Sistema Rosa Pordenone – Tec-Mar Crema 71 – 77 1ts (19-15, 31-35, 41-53, 65-65)

SISTEMA ROSA PORDENONE: Porcu R. 16 , Togliani A. 5 , Destro M. 2 , Destro F. 2 , Morello V. NE , Crovato S. 7 , Tridello B. 4 , Zecchin G. 9 , Madera S. 8 , Castello E. 7 , Cubaj L. 11 , All. Da Preda Andrea
TEC-MAR CREMA: Visigalli G. NE , Conti C. 3 , Mandelli A. , Veinberga I. 24 , Caccialanza P. 27 , Parmesani F. 7 , Cerri G. 4 , Donzelli A. NE , Rizzi N. 9 , Bona G. 3 , All. Visconti Luca

ARBITRI:Stefano Gallo, Andrea Vigato,
NOTE: Sistema Rosa Pordenone tiri liberi 8/12 (66,7%), Tec-Mar Crema tiri liberi 11/17 (64,7%)

Uff.Stampa Tec-Mar Crema

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy