A2- Crema ritrova Iannucci a sostegno della solita Veinberga: Pordenone k.o

A2- Crema ritrova Iannucci a sostegno della solita Veinberga: Pordenone k.o

Commenta per primo!

La Tec-Mar Crema disputa la sua migliore prestazione di questo inizio di stagione e confermando quanto di buono fatto vedere nelle ultime su uscite riesce ad imporsi alla distanza su Pordenone. Partita importante per la classifica ma soprattutto una verifica circa la crescita delle ragazze di coach Visconti che hanno dato la netta impressione di essersi lasciato alle spalle il periodo di rodaggio. Un po’ le inevitabili difficoltà d’inserimento delle nuove, la condizione non ottimale di alcune ragazze e l’indisponibilità di pedine importanti  avevano condizionato il cammino della formazione lombarda che però, una volta ritrovato un assetto più solido sta dimostrando di potersi inserire velocemente nei quartieri alti della classifica. Dopo i successi con Marghera e Virtus Cagliari la gara contro Pordenone poteva rappresentare un passaggio obbligato per le ambizioni di Caccialanza & C. E la squadra non ha tradito le attese meritando il successo costruito nell’arco di una gara ben giocata da entrambe le squadre e che ha appassionato il numeroso pubblico presente sulle tribune della Cremonesi. Nei primi due quarti i due allenatori danno spazio a tute le ragazze a propria disposizione e la partita risulta piacevole. Combattuta con determinazione e buone intuizioni su entrambe i campi. Un equilibrio sostanziale caratterizza l’incontro con le due squadre che vanno al riposo lungo con un 27-25 per le padrone di casa a confermare quanto i giochi siano del tutto aperti. Ma come è successo di recente la svolta al match si verifica all’inizio del terzo quarto con la Tec-Mar Crema che aumenta la propria intensità in ogni zona del campo a prendere in mano le redini dell’incontro mettendo in mostra tutte le proprie potenzialità. Pordenone arranca e perde in lucidità mentre la formazione cremasca sale sempre più di tono sia a livello di collettivo che individuale con Veinberga e Iannucci (33 p.ti in due nella seconda parte di gara ) terminali finali di una squadra che si muove bene in ogni zona del campo e che con un’ottima difesa vanifica le iniziative avversarie e fa ripartire i propri contrattacchi letali. “Onore alle avversarie che si sono dimostrate una gran bella squadra e che ci ha impegnato seriamente” il commento di Denti Luciano dirigente responsabile della formazione lombarda “ma oggi bisogna dare atto che di fronte si è trovato un Basket Team  all’altezza e che raramente fallisce certi appuntamenti. Diciamo che il rendimento di oggi sia frutto anche dello spirito di reazione che le nostre ragazze hanno avuto dopo un inizio di stagione non facile per tanti motivi. Intanto abbiamo fatto ancora un altro piccolo passo recuperando posizioni in classifica e penso che la prestazione di oggi sia il modo migliore per iniziare quella fase di campionato in cui si entra nel vivo ed i punti cominciano ad essere pesanti”.

TEC-MAR CREMA – SISTEMA ROSA PORDENONE: 76-52 (17-16, 27-25, 55-41)

Crema: Conti, Zagni 2, Mandelli 2, Veinberga 27, Caccialanza 3, Parmesani 2, Cerri 2, Iannucci 20, Rizzi 10, Bona 8 – all. Visconti

PORDENONE: Porcu 6, Destro 4, A.Togliani 7, G.Togliani 8, Colombo, Tridello 4, Gamba, Madera5, Castello 8, Cubaj 10 – all. Da Preda

Fotogallery a cura di Marco Brioschi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy