A2 QF G1 – Crema si impone su Milano grazie ad una buona prestazione collettiva

A2 QF G1 – Crema si impone su Milano grazie ad una buona prestazione collettiva

Tec-Mar Crema – Il Ponte Casa D’Aste Milano 74 – 61

di La Redazione

Tec-Mar CremaIl Ponte Casa D’Aste Milano 7461 (15-18, 42-29, 60-53)

TEC-MAR CREMA: Visigalli G. NE , Conti C. 2 , Zagni C. 5 , Capoferri M. 12 , Veinberga I. 13 , Caccialanza P. 19 , Parmesani F. , Cerri G. NE , Rossi F. NE , Maiocchi N. NE , Rizzi N. 15 , Picotti M. 8 , All. Visconti Luca

IL PONTE CASA D’ASTE MILANO: Novati P. , Pozzecco F. 14 , Rossini L. , Guarneri S. , Martelliano R. 8 , Perini G. NE , Canova S. 18 , Maffenini G. 5 , Taverna A. NE , Vente L. 16 , Trianti G. NE , Galiano L. NE , All. Pinotti Ugo Franz

NOTE:  Tec-Mar Crema tiri liberi 19/22 (86,4%), Il Ponte Casa D’Aste Milano tiri liberi 16/19 (84,2%)

La Tec Mar Crema si aggiudica gara uno al termine di una gara intensa e agonisticamente molto combattuta nel rispetto di quelle che erano le previsioni della vigilia. Parte meglio la formazione ospite che difende bene con Vente in evidenza. In questo frangente sono le ragazze di coach Pinotti ad essere più concrete anche se il buon break iniziale viene contenuto dalle padrone di casa che si riportano a -3 al termine del primo periodo dando l’impressione di essere però gradualmente entrate in partita. La conferma arriva puntuale nella seconda frazione con le ragazze di coach Visconti che prendono in mano le redini dell’incontro disputando 10’ di grande spessore sotto ogni punto di vista grazie alla collaborazione di tutte le giocatrici che in campo ed uscendo dalla panchina si fanno trovare pronte. Caccialanza è micidiale dalla distanza con un 3/3 che spacca la partita dando il via ad un allungo importante. Con un parziale di 27-11 ed un 42-29 sul tabellone le squadre vanno al riposo lungo.  La reazione delle ospiti non si fa attendere e arriva puntuale con la formazione milanese che recupera terreno ed anche se le padrone di casa non danno l’impressione di “mollare la presa” si riportano sotto fino ad un -6 tiene aperte le porte a possibili agganci. Il tira molla continua ancora per 5’ fino a che Veinberga e Caccialanza (mvp 19 p.ti) da poco oltre la metà campo a lanciare lo sprint finale che sancisce il risultato finale di 74-61 e che fa calare il sipario su una partita che ha appassionato il numeroso pubblico presente e che, merito delle due formazioni, non ha deluso le molte attese. Giovedì si replica a Milano con le padrone di casa che cercheranno di riportare ogni verdetto ad una terza gara ma di contro un Basket Team Crema altrettanto deciso a chiudere i conti. “Come previsto è stata dura” il commento a fine gara del presidente Paolo Manclossi “Ma lo sapevamo. Il Sanga è un’ottima squadra capace di mettere in difficoltà qualsiasi avversaria. Abbiamo assistito alla partita che ci aspettavamo ma voglio fare i complimenti alle mie ragazze perché l’hanno interpretata al limite della perfezione. Considerando il valore delle avversarie e la tensione e le difficoltà che ci sono sempre in queste gare play off. Adesso andiamo da loro consapevoli che tutto è ancora aperto e che se vogliamo superare l’ostacolo dovremo ripetere una grande prestazione così come ritengo sia stata quello oggi offerta dalla squadra. Volevamo fare bella figura davanti al nostro pubblico che è il nostro valore aggiunto. Ci siamo riusciti e vorremmo continuare ad offrire loro partite emozionanti come queste”.

Uff.Stampa Basket Crema

Fotogallery a cura di Marco Brioschi

BRIO7822

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy