A2- Dominio Costa Masnaga, per Bolzano è notte fonda

A2- Dominio Costa Masnaga, per Bolzano è notte fonda

Costa Masnaga torna a vincere dopo lo stop di Vicenza, offrendo una prestazione convincente contro Bolzano. Maiorano-Canova e Ristic le protagoniste. Bene anche Visconti.

Costa Masnaga torna a vincere, regolando in modo netto Bolzano, ribaltando anche la sconfitta dell’andata e mettendo sempre più nel mirino il treno playoff. E’ bastata una prima frazione da 22-9 per segnare una gara mai in discussione, con Ristic (12pt) a dominare letteralmente in campo in regia nella prima metà di gara. Dopo l’intervallo le lecchesi si son così limitate al compitino, rimanendo sempre con un buon margine di vantaggio, con Maiorano (16pt) prima e Canova (16pt) poi, che hanno spento i timidi segnali di risveglio di Zambarda (26pt) e Fall (11pt). Soddisfazione quindi per coach Pirola, che ha potuto ruotare al meglio le proprie giocatrici che hanno risposto alla grande dopo lo stop di Vicenza. Prosegue bene anche l’inserimento di Alessandra Visconti, autrice di 10 punti e 7 rimbalzi. Per le ospiti da segnalare anche il brutto infortunio subito da Viviana Giordano: le prime sensazioni non sembrano essere molto buone. Si prevede un lungo stop per la playmaker di Bolzano.

Costa Masnaga: Ristic-Del Pero-Maiorano-Pozzi-Meroni

Bolzano: Giordano-Fall-Zambarda-Mora-Pobitzer

RISTIC SUGLI SCUDI, COSTA AVANTI- Partenza a razzo delle padrone di casa, che rispondono al canestro di Zambarda con cinque punti di Maiorano e il canestro di Meroni che valgono il 7-3 dopo tre minuti di gioco. Si sblocca anche Ristic, ma è una tripla di Del Pero a valere un netto più nove. Le ospiti nel frattempo continuano a forzare sul fronte offensivo venendo puntualmente punite sul fronte opposto, prima da una tripla di Ristic, poi sempre con un gran canestro della numero undici che insacca il 17-3, con Pirola che addirittura può concedersi un triplo cambio inserendo Longoni, Canova e Visconti sul parquet. Canova e Visconti portano a diciannove le lunghezze di vantaggio, mentre Bolzano riesce a sbloccarsi dopo sette minuti di digiuno grazie a Zambarda. Il copione non cambia è al termine del primo quarto, è 22-9. Il botta e risposta dall’arco tra Canova e Zambarda apre la seconda frazione. Fall con il piazzato riporta il distacco sotto la doppia cifra, ma è la tripla di Mora a riavvicinare le ospiti sul meno otto. Pozzi si sblocca da tre, ma è la tripla seguente di Ristic a valere il 31-17 che riporta ossigeno alle lecchesi. Pobitzer segna un bel canestro, ma Canova in contropiede replica immediatamente. Ristic e Visconti mettono gli ultimi acuti della prima metà, sancendo il 37-23 alla pausa lunga.

CANOVA E MAIORANO SHOW, BOLZANO K.O- La terza frazione ricomincia con il tecnico fischiato a Giordano prima dell’intervallo, con Maiorano a segno dalla linea della carità prima e da sotto poi, per il 40-23. Giordano realizza il piazzato, ma ancora Maiorano dalla lunga distanza non sbaglia. La bomba di Pozzi vale il più diciannove, ma Zambarda non ci sta e sale in cattedra con due triple vincenti per il meno tredici che porta Pirola a chiamare minuto di sospensione. E’ una pausa che fa bene, perché Maiorano e Canova tornano a produrre sul fronte offensivo, scrivendo il 53-35 che obbliga Bazzan al timeout. Al rientro è però Canova a depositare il più venti (55-35), ma due minuti dopo arriva la notizia peggiore per le ospiti, con Giordano che cade a terra in malo modo riportando probabilmente una distorsione al ginocchio che la obbliga a uscire dal campo. Maiorano e Longoni fanno più ventidue, mentre dall’altra parte è la solita Zambarda a trovare la via del canestro. La musica non cambia e con quattro punti di Canova, è 63-41 a dieci dal termine. L’ultimo periodo è praticamente garbage time, con Pirola che tiene sedute le principali bocche da fuoco: Costa Masnaga regala anche spettacolo con Mistò che finalizza un grande assist di Longoni. Zambarda e Fall provano a riaccendere qualche speranza (65-48 al 32’, 68-52 al 35’), ma due punti di Mistò e il contropiede di Visconti mandano i titoli di coda sull’incontro. Finisce 81-60.

MVP BASKETINSIDE.COM: CANOVA

B&P Autoricambi Costa Masnaga – Bk Club Bolzano 81 – 60 (22-9, 37-23, 63-41)

B&P AUTORICAMBI COSTA MASNAGA: Longoni M. 2 , Meroni L. NE , Canova S. 16 , Del Pero B. 10 , Ristic K. 12 , Misto F. 5 , Meroni M. 2 , Polato S. , Visconti A. 10 , Pozzi F. 8 , Maiorano M. 16 , All. Pirola Gabriele
BK CLUB BOLZANO: Ribeiro da Silva M. NE , Di Blasi M. 2 , Giordano V. 8 , Cela X. 2 , Fall S. 11 , Zambarda E. 26 , Mora N. 5 , Broggio J. , Pobitzer A. 6 , Zelger C. , All. Bazzan Walter

ARBITRI:Paolo Sordi, Marcello Martinelli,
NOTE: B&P Autoricambi Costa Masnaga tiri liberi 11/14 (78,6%), Bk Club Bolzano tiri liberi 10/13 (76,9%),

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy